In Evidenza

lunedì 30 novembre 2009

Tour Internazionale di Badminton a Magliano



dal sito "SevenPress.com"


Giovedì 10 e venerdì 11 dicembre Palazzetto dello Sport di Magliano Sabina ospiterà L’Italian Team International Tournament di badminton, un quadrangolare di altissimo livello tecnico che vedrà protagonista l’Italia (con due formazioni) opposta alle rappresentative di Spagna e Portogallo, due delle nazionali tradizionalmente tra le più importanti d’Europa. L’evento, organizzato dalla F.I.Ba. (Federazione Italiana Badminton) con il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Rieti ed il Comune di Magliano Sabina, regalerà dunque grande spettacolo e certamente porterà sugli spalti dell’impianto sabino numerosi spettatori anche per il coinvolgimento di tutte le scuole di Magliano e delle zone limitrofe (segue).

Il programma:
> Giovedì 10 Dicembre 2009:
- inizio ore 10.00 ITALIA A – SPAGNA; SPAGNA – ITALIA B;
- inizio ore 16.30 PORTOGALLO – ITALIA B; PORTOGALLO – SPAGNA
> Venerdì 11 Dicembre 2009:
- inizio ore 09.30 ITALIA A – PORTOGALLO; ITALIA A – ITALIA B
- Premiazioni

domenica 29 novembre 2009

Un punto di vista sull'economia. (3° episodio)

Oggi, più che parlare di dettagli dell'economia o di analisi del sistema, mi piacerebbe condividere con voi una domanda che spesso mi pongo: cosa ci aspetta il futuro?
Effettivamente è più importante pensare ad oggi, che è pieno di impegni e di problemi, ma secondo me non si può pensare ad un oggi non tenendo conto del domani.
E qui, voglio collegare il premio Nobel, che si assegna come sapete ogni anno nei campi di economia, medicina, pace, eccetera a tutti coloro che studiano e pensano per noi un domani migliore.
Il premio Nobel per l'economia del 2009 è stato assegnato a due economisti americani per le loro ricerche: Elinor Ostrom (prima donna a ricevere tale premio) che lo divide a pari merito con Oliver Williamson per i loro studi sulla governance economica.
Elinor Olstrom, 76 anni, insegna alla Indiana University di Bloomington ed è considerata infatti tra i principali studiosi del pool di risorse comuni. In particolare, il lavoro della Ostrom, che in Italia ha pubblicato il libro Governare i sistemi collettivi, si è soffermato sulle interazioni tra gli esseri umani e gli ecosistemi per arrivare ad un equilibrio che sia di lungo periodo e sostenibile per l'uso delle risorse.
Secondo il pensiero della Ostrom, le foreste, la pesca, il petrolio, l'acqua rappresentano il pool di beni comuni che gli esseri umani attraverso la creazione di accordi istituzionali sono riusciti a sfruttare senza però arrivare al collasso degli ecosistemi. Ma nonostante i successi ottenuti siano tanti, gli esseri umani sono anche responsabili di innumerevoli sfasci di ecosistemi diversi, per questo il suo lavoro attuale sottolinea la necessità di indagare la natura dell'interazione uomo-ecosistema per risolvere i problemi che questa pone. Il riconoscimento del nobel all'economia alla Ostrom, spiega il comitato, è perché «ha dimostrato come le comproprietà possono essere gestite in maniera efficace delle associazioni di utenti». Oliver Williamson, di anni ne ha 77 anni, insegna a Berkeley, nella University of California, ed è il creatore della cosiddetta economia neo-istituzionalista, conosciuta anche come economia dei costi di transazione, in cui si sostiene che ogni organizzazione economica nasce dal tentativo di minimizzare costi di transazione in contesti caratterizzati da contratti incompleti, investimenti specifici, opportunismo e razionalità limitata (e qui mi soffermo un secondo: infatti, fino a prima del 1970 con Simon, autore della teoria della razionalità limitata, l'economia si basava sul concetto della razionalità economica, dove l'uomo veniva estremizzato quasi ad essere un “Dio” economico. Comunque sia, anche dopo la critica di Simon, che cercava un modello per poter spiegare meglio il comportamento umano di cui parleremo in un altra puntata magari, l'economia pre-crisi si appoggiava ancora molto al concetto della razionalità economica cambiando, GUARDA CASO, opinione dopo la crisi e dando un Nobel a chi sviluppa e sostiene le tesi in antitesi).
Per Williamson l'obiettivo di ogni organizzazione economica è quello di ridurre i costi di transazione sia ex-ante sia ex-post e la loro interdipendenza. Da qui la motivazione dell'assegnazione del premio da parte della Commissione di Oslo: «per la sua analisi della governance economica, in particolare i confini di un'impresa». Con i suoi studi, si spiega nella motivazione, Williamson «ha mostrato che i mercati e le organizzazioni gerarchiche, a riflesso di quanto avviene nelle aziende, hanno delle strutture di governance alternative che si differenziano per il modo diverso di risolvere i conflitti di interesse». Mettendo insieme le motivazioni del Comitato di Oslo, si vede come si ricerchi sempre di più un punto di equilibrio tra sviluppo umano e uso delle risorse.
Quindi ecco dove si sta dirigendo, almeno spero, il nostro futuro: nella cooperazione tra tutti noi e nell'integrazione umanità-ecosistema, per far si che si possa vivere in un mondo migliore, più sereno e meno disastrato dalla nostra mano.
Perché alla fine ci guadagniamo tutti.. e se questa non è economia, allora cosa può esserlo?
E voi, come pensate che sarà il nostro futuro??

Mirko Rossi

Cantanti lirici coreani a Magliano

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

Ospiti d'eccezione all'ultimo consiglio comunale che si è tenuto venerdì. Nel corso della riunione a Palazzo Vannicelli sono intervenuti, su invito dell'amministrazione, una delegazione di artisti della scuola di canto lirico e il direttore alla cultura Heo Seong, di Hwacheon Country, cittadina della Corea del sud. La piccola cerimonia ha voluto dare il benvenuto ai quattro cantanti lirici arrivati a Magliano anche quest'anno per esibirsi, all'interno del calendario del “Sabina musica festival”. I quattro cantanti hanno offerto una straordinaria performance nel corso del grande concerto finale Masterclass di canto lirico, che si è svolto ieri sera al teatro Manlio. Dopo un primo saluto da parte del sindaco Alfredo Graziani è stato l'assessore alla cultura, Tino Pagliani, a esprimere tutta l'ammirazione per questi artisti e il desiderio di poter allacciare ancor più stretti rapporti con la comunità coreana proprio a partire dalla comune passione per la musica e l'arte. "La città e l'amministrazione - ha detto Pagliani - vuol cogliere l'occasione per ringraziare la Regione Lazio, la Provincia di Rieti, il Rotary Club Sabina Tevere, l'associazione Il Ventaglio nonché la direttrice artistica Tiziana Cosentino e il maestro Filippo Proietti che hanno reso possibile l'evento. Un grazie particolare a questi artisti che hanno reso Magliano e Hwacheon cittadine distanti solo geograficamente, ma accomunate dalla passione per il belcanto". Alla delegazione asiatica sono stati offerti libri di pittori del '600 italiano e una bottiglia di vino e olio maglianese.
Sara Pandolfi

La foto della domenica


venerdì 27 novembre 2009

Si al mercato in piazza.

Bella idea quella lanciata dagli amici di incontri. Cerchiamo però di non farla scorrere come uno dei tanti post, perchè l'idea merita diffusione! I risvolti economici ci sarebbero eccome, e il nostro centro storico potrebbe giovarne anche di vitalità. C'è da esaminare bene una planimetria che non congestioni le zone limitrofe e che possa permettere con facilità l'accesso a tutti gli ambulanti, ma ripeto è una cosa che va fatta. Cosi come la soluzione del mercato interno al cortile delle scuole rimanga come PROVVISORIA!

mercoledì 25 novembre 2009

Gestione commenti

"Scrivere un commento è come parlare incontrandosi per strada. Saluti, rispetto, buona educazione sono la base per un confronto sereno, dal vivo come virtualmente.
Quando il commento rispetta tali parametri, la convivenza è buona e il commento rimane giustamente libero. Ma quando tali parametri, ripetutamente, vengono ignorati, non ha senso permettere a chiunque di sparlare, insultare, urlare, cialtrare, sia per strada che su un blog.
Per questo mettiamo in guardia i visitatori del blog che desiderano continuare ad usufruire di questo spazio libero.
Sarà da adesso richiesto assoluto rispetto e buona educazione. Se non verrà dimostrata tale capacità, o insultando, o mancando di rispetto, o non essendo pertinenti all'argomento, o scrivendo senza cognizione, Sabinamente si ritiene autorizzata a modificare le impostazioni di commento, permettendo solo agli utenti registrati la possibilità di commentare, senza dare ulteriore preavviso di tale decisione.
Invitiamo quindi tutti ad aver rispetto del lavoro dello staff, degli scritti altrui, delle opinioni non condivise, affinchè questo spazio continui a rimanere libero, cosa che di gran lunga preferiamo.
"

Quello che avevamo scritto qualche giorno fa si è purtroppo verificato. L'educazione non è stato criterio identificativo per tutti, e i commenti d'insulto e non attinenti ai post pubblicati sono stati cancellati.
Abbiamo provveduto a inserire i commenti registrati.

Sabinamente

martedì 24 novembre 2009

Workshop su energie rinnovabili e cohousing a Magliano

Workshop a Magliano Sabina 14-19 dicembre

Comune di Magliano Sabina
Centro per le energie rinnovabili
Ex Convento di Santa Maria delle Grazie

Workshop “Energie rinnovabili e cohousing a Magliano Sabina” (M.Bastiani, E.Mortola, F.Sartogo di EUROSOLAR Italia)

questo workshop è organizzato dal Master PISM

14-15-16 Introduzione all’workshop e lezioni di informatica a Roma

14 dicembre: ore 15 il caso del vecchio ospedale a Magliano S. (storia e cartografia)

15 dicembre: ore 15 il sito di Magliano Sabina, costruzione del sito web, programmi di fotoritocco e modelli 3d ( Baiocco, Mirabelli, Mortola)

16 dicembre: ore 15, indagini sociali, propensione al cohousing tra i giovani di Magliano S. (B.Iaccarino, E.Cerroni, A.Mazzitelli)

il 17, 18 e 19 a Magliano Sabina, la mattina visita agli edifici da trasformare in cohousing (Filabozzi, M.Sparacio e L.Tambella faranno una breve introduzione alla visita), il pomeriggio lezioni di F.Sartogo e M.Bastiani sulle “Energie Rinnovabili”

17 dicembre: ore 14,30 lezione di M.Bastiani sul Bilancio energetico

18 dicembre: ore 14,30 lezione di F.Sartogo

19 dicembre: ore 14,30 tavola rotonda (partecipano M.Filabozzi per le fonti di finanziament, docenti di Roma Tre, Eurosolar Italia, Ecoazioni, Ecoabitare, Energetica)

Concerto finale al Sabina Musica Festival


lunedì 23 novembre 2009

Ristorante degli Angeli tra le Osterie d'Italia


Anche quest'anno Slow Food International presenta "Osterie d'Italia, il sussidiario del mangiar bene all'italiana". E non poteva mancare anche in questa edizione "Il Ristorante degli Angeli" di Magliano Sabina. Il celebre ristorante è stato segnalato con la celebre Chiocciola, sinonimo di qualità eccezionale. Tra l'altro, è l'unico selezionato nel reatino e tra i 14 ristoranti selezionati nella regione Lazio, di cui solo 4 nella Capitale.

Nuovi progetti per differenziata e biogas

dal sito de "Il Corriere di Rieti"
Da Ponte delle Alpi al viterbese per tutelare l'ambiente. Due viaggi che nei giorni scorsi hanno interessato due delegazioni del comune intrapresi con lo scopo di imparare a rispettare l'ambiente e produrre nuove forme di energia verde. La prima visita è stata quella fatta in provincia di Belluno dove, il vice-sindaco e assessore all'ambiente Fabio Di Giamberardino si è recato insieme al direttore dell' azienda municipalizzata per prendere visione del funzionamento e del metodo di attuazione della raccolta differenziata dei rifiuti che, a Ponte delle Alpi ha raggiunto punte dell'85 per cento. Nel 2010, infatti, ripartirà anche a Magliano la raccolta differenziata dei rifiuti. Altrettanto importante il viaggio fatto venerdì 20 novembre. I consiglieri comunali Stefano Tosti e Giulio Falcetta si sono recati in un'azienda agricola nel viterbese che ha realizzato un impianto per la produzione di biogas da reflui zootecnici con lo scopo di verificare la possibilità di realizzare di un impianto simile nel territorio comunale. L'impianto è completamente autonomo e ha risolto i problemi di smaltimento dei reflui zootecnici di un'azienda agricola di circa 170 ettari con un numero di bovini di circa 500 capi.

Sara Pandolfi

domenica 22 novembre 2009

La foto della domenica


sabato 21 novembre 2009

Montino: nessun pericolo per il Marini

dal sito de "Il Messaggero"

Gli ospedali Grifoni di Amatrice e Marini di Magliano, almeno per il momento non corrono alcun pericolo. Parole e musica di Esterino Montino, vicepresidente della Regione. «Al riguardo possiamo tirare un sospiro di sollievo anche rispetto al lavoro che sta facendo il commissario Elio Guzzanti», ha sottolineato ieri a Rieti l’amministratore di via della Pisana, durante l’incontro avvenuto a palazzo Dosi per sancire l’avvenuto trasferimento dei 550mila euro che permetteranno a 120 bambini portatori di patologie psicomotorie di curarsi gratuitamente, già a partire dal prossimo dicembre presso la struttura reatina del Riah. Un’affermazione, quella di Montino, che sembra sgombrare il campo da tutta una serie di congetture circolate in queste ore sulla possibilità, da parte del nuovo commissario ad acta designato dal governo, di stravolgere o comunque riscrivere il Piano sanitario che la giunta della Pisana, con il beneplacito della commissione sanità presieduta da Canali, aveva approntato in vista del voto finale, poi sfumato per gli accadimenti ormai noti riguardanti la vicenda Marrazzo (segue).

Settimana Maglianese Partecipata

Il comitato sta iniziando ad organizzare la prossima Settimana Maglianese 2010, e rinnova il proprio invito a tutti a partecipare direttamente e in prima persona. Può accadere che qualcuno desideri fornire una propria idea che ritiene valida, ma per motivi di tempo e lavoro non può essere presente in prima persona nella realizzazione. Ebbene, per quest'anno abbiamo deciso di utilizzare il sistema "partecipativo" per la realizzazione di un evento particolarmente voluto dai nostri lettori.

PROPOSTA: Utilizzando lo spazio commenti (o anche le nostre mail) scriveteci una vostra idea, un vostro progetto che volete inserito nella Settimana Maglianese 2010.

VAGLIO: Ricevuti tutti i progetti, realizzeremo un'analisi di fattibilità basata sui costi (che non devono essere proibitivi) e sulla logistica (affinché l'evento sia effettivamente realizzabile negli spazi disponibili).

VOTO: I progetti realizzabili verranno inseriti in un sondaggio sul blog. L'idea che riceverà più voti verrà realizzata nella prossima settimana maglianese.

Chi è interessato gestire anche organizzazione di questo processo partecipativo può prenderne parte contattandoci tramite mail.
Già da adesso, nello spazio commenti, è possibile lanciare le proposte. Sono ammesse anche idee proposte da anonimi.

giovedì 19 novembre 2009

Contributo del GSS per le scoperte di Narni

dal blog di "Incontri.cc"
Cerchi “dipinti” nelle cavità sotterranee. Fino a qualche tempo fa si riteneva che fossero delle formazioni rare nelle grotte. Ma poi, grazie alla segnalazione di Gianni Todini del Gruppo speleologico di Magliano Sabina in una grotta vicino Narni, il sospetto che si tratti di un intervento umano prende corpo. A riferirlo è “Terni in rete” che ricorda come i precedenti del fenomeno siano stati registrati a Grotta Imbroglita nel territorio di Veroli, quindi a Monte Piccolo a Sant’Oreste. La cosa che colpisce gli esploratori delle cavità è trovare sulle pareti una forma circolare talvolta così perfetta da far pensare all’intervento dell’uomo.
«Durante un esplorazione a ben 60 metri di profondità sul fondo di una strettoia, Gianni Todini del Gruppo speleologico di Magliano Sabina – si legge su “Terni in rete” – mi chiede di fotografare un curioso “disegno” stampato su di una roccia calcarea. I colori sono quelli dell’ocra e i cerchi sono concentrici. Il diametro è di circa 20/25 cm, ed appena sopra quei strani cerchi c’è un altro “disegno” che a me richiama la forma di un animale con tanto di occhio muso e corna. Qualcuno dirà che sono opera dell’uomo piuttosto che uno scherzo della natura?».

mercoledì 18 novembre 2009

Riceviamo e pubblichiamo

In relazione a questo articolo apparso su incontri.cc abbiamo ricevuto una mail da parte di Angelo D'Angelantonio, che volentieri pubblichiamo.

L'11 novembre 2009 alle 16:55 una signora di Magliano Sabina è stata chiusa nel cimitero nonostantela sua auto fosse visibilmente parcheggiata davanti al cancello della nuova entrata. I giornali hanno riportato la notizia senza interpellare la diretta interessata e informarsi bene su come fossero andate realmente le cose.
Dall'articolo di Incontri sul sito internet la notizia riportata non rispecchia la realtà perchè non riporta l'antefatto ma si limita soltanto a descrivere le fasi susseguenti dell'accaduto.
Il custode si è scusato più volte, dispiaciuto dell'accaduto, riaprendo immediatamente il cancello.

Digitale terrestre anche a Magliano

Arriva il digitale terrestre anche a Magliano, ed il passaggio (il famoso "switch off") sarà completo per il 24 novembre. Ma il fatto che il nostro paese si posizioni ai margini della provincia ha comportato che il passaggio al digitale non sia per niente definitivo, permettendo a molti di poter continuare ad usufruire della vecchia tv analogica. Siccome sia il viterbese che le terre umbre, verso cui sono orientate molte antenne maglianesi, non hanno effettuato alcun passaggio (che per queste terre avverrà soltanto nel 2012) ancora molte famiglie possono continuare a vedere i canali nazionali utilizzando la tecnologia analogica.
Chiediamo direttamente ai lettori: quale è la vostra situazione a casa? Avete ancora l'analogico? Se sì, funziona? E dove è orientato? Oppure, avete compiuto il passaggio al digitale? Ci sono stati problemi?

martedì 17 novembre 2009

Idv e Pcl contro la privatizzazione della casa alloggio

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

No alla privatizzazione della casa alloggio. E' la netta posizione presa dalla sezione locale dell'Italia dei valori e dal Partito comunista dei lavoratori che, accanto all'associazione "Medici in prima linea" e al comitato per l'associazione "Un sorriso per Magliano", hanno diffuso nella giornata di ieri una lettera alla cittadinanza maglianese dove campeggia al centro dello scritto la formula: "No…Noi non ci stiamo". Un netto dissenso espresso dai movimenti nei confronti dell'ipotesi di privatizzazioni vagliata dall'amministrazione comunale per risolvere la questione della casa alloggio. Una voce che si schiera dalla parte di quegli anziani che attualmente possono usufruire del servizio, anche grazie, alla bisogna, ad un'integrazione da parte del Comune per coprire la retta, e che, con il passaggio al privato si vedranno precludere questa soluzione. "Una soluzione vergognosa - ammonisce lo scritto - che potrebbe essere ovviata spostando la struttura presso l'ex ostello della Madonna delle Grazie”.

domenica 15 novembre 2009

Atti on line, la voce del PD.

Nella giornata di domenica 14 Novembre, sia il Messaggero che il Corriere di Rieti hanno dato risalto comunicato che Rinnovamento Democratico e il Circolo PD di Magliano Sabina hanno diramato alle due testate, in relazione alla richiesta di pubblicare on line gli atti comunali.

L’informatizzazione del comune è un aspetto che sentiamo caro, in quanto passo in avanti verso una modernizzazione della burocrazia e dunque abbiamo chiesto informazioni direttamente al PD locale. Informazioni che andiamo di seguito a riassumere.

i 5 Consiglieri di Rinnovamento Democratico e il circolo PD di Magliano Sabina, in linea con il programma elettorale presentato alle scorse edizioni, hanno fatto al Sindaco una proposta di deliberazione per adottare un regolamento che permetta la pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Magliano Sabina di tutti gli atti Comunali , quali ad esempio delibere di giunta o bandi di gara.

Questa proposta trova, a detta dei promotori, le seguenti motivazioni:
- Aumento dell'informazione dei cittadini e dunque maggiore partecipacizione degli stessi alla vita politica e amministrativa del nostro paese

- Messa al passo con i tempi dellla struttura comunale, mediante un corretto utilizzo delle nuove tecnologie (esperienze già viste in comuni limitrofi quali Civita Castellana e Fara Sabina, che trovano il gradimento di cittadini e dipendenti)

- Si darebbe un ottimo segnale a tutti i cittadini facendo vedere con i fatti che li si vuole informare e far partecipare alla vita amministrativa del paese.

Dal circolo tendono a sottolineare come tali principi (trasparenza, informazione e partecipazione dei cittadini) erano presenti su entrambi i programmi delle liste che si sono presentate alle ultime elezioni amministrative, auspicano che in Consiglio Comunale su tale proposta ci sia un confronto sereno e costruttivo e non pretestuoso così come auspicano che su tale proposta si apra un dibattito serio nella società civile e nel mondo delle Associazioni. Il diritto all’informazione e alla partecipazione, dicono, per troppo tempo non e stato applicato, ed è una cosa che non si può più rimandare.

sabato 14 novembre 2009

Piazza Garibaldi dal basso.

In questo post vorremmo parlare della Piazza Garibaldi che verrà. Focalizzando l'attenzione su un punto specifico. Diamo per scontato che la nuova piazza avrà un fondo omogoneo e si presenterà come quella dell'immagine sovrstante.

Nei giorni scorsi il dibattito si era concentrato sulle varie soluzioni proposte da Stefano Rossi e poi riassunte dapprima su un post di incontri e oggi da un nuovo post sul blog aprile. Parlando con Stefano siamo convenuti su un punto importante. Le soluzioni da lui proposte potrebbero essere ancora valide semplicemente variando lo strumento realizzativo. Cerco di spiegami meglio. La soluzione esposta qua sotto in foto sarebbe una soluzione definitiva poichè frutto di una lavorazione con mezzi passivi (ossia elementi non provvisori ma definitvi quali materiali in laterizio).



E se per qualsiasi motivo essa risultasse scomoda, ad esempio agli abitanti di Piazza dell'Oca? Che fare? butare giu e rifare il fondale da capo? Certamente no.

Si potrebbe sfruttare l'omogeneità del fondo di piazza per cercare varie soluzioni, aree pedonali, parcheggi su un lato piuttosto che su un altro, semplicemente introducendo elementi di arredo urbano che non siano definitivi, ossia che possano essere smontati e rimontati.
Il senso di questo post vuole essere duplice: sensibilizzare all'interesse nei confronti di questo tema, che almeno per la mia generazione, stenta ad uscire dalle pagine della rete, e invogliare cittadini, ma anche professionisti del settore, a proporre soluzioni di arredamento della Piazza, mediante semplici arredi urbani (panchine, chiodi segna-parcheggi, fioriere).
Si potrebbe inoltre pensare di raccoglire tutte le varie soluzioni e presentarle all'interno di una pubblica assemblea.
Le soluzioni proposte da Stefano, cosi come il suo lavoro, potrebbe ancora essere utilizzato, semplicemente cambiando la forma di realizzazione. Adesso c'è bisogno di una discussione tecnica e non politica, e c'è bisogno dell'intervento delgli amministratori cosi come quello dei cittadini. Si lascino da parte le opinioni generali e si discuta nel merito della cosa: arrediamo la piazza, facciamo dei disegni e delle proposte, e a quel punto avremmo fatto il nostro lavoro da buoni cittadini.

giovedì 12 novembre 2009

Impresa maglianese scelta dalla FAO

dal sito "Ansa.it"
La Fao riduce imballaggi e rifiuti e sceglie l'azienda reatina Lorenzoni per fornire il bene primario, l'acqua, ai 2mila tra delegati ed ospiti in occasione del summit mondiale sulla Sicurezza alimentare che si svolgera' a Roma dal 16 al 18 novembre prossimi. ''Un successo per la nostra piccola azienda familiare di Magliano Sabina che ha registrato il marchio 'Acqua si'' con cui forniamo acqua alla spina - ha detto Massimo Lorenzoni, uno dei quattro soci dell'azienda -. Per la Fao abbiamo realizzato una soluzione particolare, installando alcune fontane per l'erogazione dell'acqua nelle aree ristorante ed in alcuni altri punti strategici del luogo dove si svolgera' il summit, e per i delegati ed altri ospiti abbiamo realizzato 2mila borracce cosi' non si useranno bicchieri e bottiglie di plastica e non si creera' alcun rifiuto''.

mercoledì 11 novembre 2009

Nuovo centro contro l'alcolismo al Marini

dal sito de "Il Tempo - Lazio Nord"

Grazie al finanziamento della Regione, da novembre anche il Distretto mirtense dispone di un Centro di consulenza per problemi alcol-correlati. Il nuovo servizio, che va a integrarsi con la rete territoriale già esistente, è situato presso il poliambulatorio dell'Ospedale Marini di Magliano Sabina in modo da estendere l'attività di consulenza anche ai pazienti ricoverati. Presso l'ambulatorio, aperto tutti i venerdì dalle 12 alle 14, è presente personale specializzato tra cui un medico, uno psicologo e un assistente sociale. L'accesso al Centro è gratuito e senza impegnativa. Un'offerta terapeutica più ampia, quindi, e un coordinamento maggiore degli interventi per aumentare la probabilità che le persone affette da dipendenza da alcol e i loro familiari intraprendano percorsi di cura. Quella dell'alcolismo è una piaga che si sta estendendo in ogni piccola realtà locale. Del resto gli ultimi dati forniti dal Centro alcologico del Policlinico di Roma, diretto dal professor Mauro Ceccanti, in collaborazione con il Servizio alcologico di Rieti, guidato dal professor Angelo Giuliani, parlano chiaro: su 870 studenti intervistati nella provincia di Rieti, di una età compresa tra i 13 ed i 19 anni, il 70% ha dichiarato di bere alcolici. Nello specifico il 60% degli intervistati afferma di bere birra, il 35% vino e il 35% superalcolici, mentre il 51% dichiara senza nessun problema di fare uso di soft drink (bevande dolci, gradevoli che hanno comunque un tasso di alcol del 5%).

Saxari Ensemble nel Sabina Musica Festival


In arrivo un nuovo complesso residenziale


Anche a Magliano lo sviluppo edilizio sembra essere inarrestabile.


Infatti come si può apprendere da alcuni cartoncini pubblicitari in giro per il paese, sta nascendo in località Boccaperla (con ingresso su Vocabolo Madonna Grande, poco prima della cantina VI.CO.SA.), il nuovo mega complesso residenziale "VILLAGGIO DEI RE", composto da ben 94 unità abitative di diverse tipologie, villini singoli o appartamenti.

Il complesso che sorgerà alle porte di Magliano sarà inoltre arricchito da un suntuoso centro sportivo con piscina coperta, campo da tennis e da calcetto.




















martedì 10 novembre 2009

Il comune cerca terreni per il fotovoltaico

Ecco pubblicato il bando integrale per l'individuazione dei terreni sui quali installare il parco fotovoltaico

COMUNE di MAGLIANO SABINA
PROVINCIA DI RIETI

Oggetto: Comunicazione di procedura ad evidenza pubblica per l'individuazione di terreni da concedere in diritto di superficie idonei per la costruzione di impianti per la produzione di energia elettrica mediante il processo fotovoltaico.
L'Amministrazione Comunale intende procedere all'individuazione di terreni di cui avere la disponibilità mediante costituzione del diritto di superficie per il periodo di almeno 20 anni, idonei per la costruzione di impianti per la produzione di energia elettrica mediante il processo fotovoltaico.I terreni dovranno essere ubicati all'interno del territorio del Comune ed avere le seguenti caratteristiche minime:superficie minima 2,5 ettari (2,5 ha);
terreno pianeggiante o collinare con esposizione a sud senza fenomeni di ombreggiatura rilevanti (max 5% del terreno);
privi di vincoli paesaggistici/archeologici/ambientali/idrogeologici etc;con strada di accessibilità percorribile con mezzi di trasporto industriale;
posto in prossimità di cabina ENEL o palo di linea elettrica di media tensione;
I proprietari di terreni con le caratteristiche sopra indicate, qualora interessati a concederli al Comune per le citate finalità potranno presentare domanda, redatta secondo lo schema allegato al presente avviso, reperibile presso l’Ufficio Urbanistica del Comune e sul Sito internet del Comune di Magliano Sabina : http://www.comunemaglianosabina.rieti.it;
All'istanza, che dovrà essere sottoscritta da tutti i proprietari e/o titolari di altri diritti reali, dovrà essere allegata una planimetria catastale delle aree, con individuazione dei terreni oggetto dell'istanza e potrà essere presentata unitamente anche da più proprietari di terreni confinanti che abbiano le citate caratteristiche la cui superficie complessiva raggiunga le dimensioni minime sopra precisate.
La domanda, in busta chiusa indirizzata al Comune di Magliano Sabina, Piazza Garibaldi n. 4, dovrà essere recapitata entro le ore 12:00 del giorno20/11/2009 tramite A/R o consegnata direttamente all'Ufficio protocollo dell'Ente.
Sul frontespizio, oltre le indicazioni del mittente, dovrà essere riportata la dicitura "Individuazione terreni per costruzione di impianti fotovoltaici".I criteri di valutazione delle domande sono stati approvati con deliberazione di Giunta Comunale n. 176 del 23.10.2009.
Farà fede la data di arrivo al Protocollo Generale del Comune.

lunedì 9 novembre 2009

Il governo blocca i fondi contro il digital divide

Sono da giorni avviati i lavori per portare la banda larga a Magliano. L'iniziativa è realizzata dalla Provincia, che sta collaborando con l'azienda Infracom e la Telecom. Ma potrebbe frapporsi un ulteriore ostacolo ai maglianesi che desiderano dopo tanti anni la banda larga via fibra ottica: il governo ha bloccato i fondi destinati al superamento del divario digitale (per i dettagli clicca sugli articoli di Repubblica.it: link1, link 2). Tali fondi sono stati momentaneamente congelati presso il Cipe, e -afferma Gianni Letta- torneranno disponibili dopo la crisi. Ma la Provincia ha realizzato questi lavori basandosi sui fondi promessi dal governo? Se sì, c'è il rischio che questi lavori vengano sospesi? Sarebbe veramente il colmo dover subire un ulteriore stop nel complicato cammino del nostro paese verso la "liberazione telematica".

Niccolò

Lo sapevate che.....

Generalemente siamo abituati ad ascoltare i telegiornali e sentirli parlare di cifre e statistiche su larga scala.
Per una volta sarebbe interessante poter osservare invece i numeri riguardanti il nostro comune, per avere una visione più tangibile, più alla portata di tutti, magari più campanilistica!
In questo modo è possibile accorgersi anche di qualche aspetto che a volte sembra sfuggirci.

Per esempio lo sapevate che....


Magliano Sabina con i suoi 3.920 abitanti distribuiti su un territorio di superficie di 43,69 km2, per una densità di 89,72 abitanti per km2, Magliano si colloca al 6° posto della classifica dei comuni della provincia di Rieti, alle spalle di Borgorose (4.524 abitanti) e staccando, seppur di poco, Montopoli di Sabina (3.698 abitanti).

Attualmente sembrano essere 1.272 i nostri compaesani con un contratto di lavoro, il 32,44% rispetto al totale della popolazione, distribuiti al primo posto in industrie (22,48%), seguite dai servizi (21,15%), dalla pubblica amministrazione (28,22%) e in altri settori il restante 28,14%.

Per concludere un'altra piccola curiosità...
vi sono 1.405 famiglie (per una media di 2,16 componenti per nucleo familiare) e la classifica dei cognomi più presenti vede al 1° posto intoccabile i "Nesta" (74) che distanziano di 14 unità i "Marciani" (56); gradino più basso del podio per i "Proietti" (45). Quarta piazza per i "Toni" (37) che beffano di pochissimo gli "Urbanetti" (34).

ulteriori info fornite da un attento anonimo nei commenti

Gali

domenica 8 novembre 2009

La foto della domenica


Avete mai visto un cielo di fuoco?

Questo è lo spettacolo che sono riuscito ad immortalare qualche settimana fa dal balcone di casa mia, un´esibizione della natura degna di venerazione. Ricordo che al momento dello scatto il mio pensiero fu rivolto spontaneamente a quei popoli dell´antichità che abitavano la nostra Terra ancora incontaminata; riflettei inoltre sullo stato di estasi ed immacolata confusione nel quale i nostri stessi antenati erano coinvolti durante una tale espressione del firmamento: lo credo bene che era assai facile per loro dare vita a miti, leggende o addirittura varie divinità!

A dire la verità, anche io, ancora oggi, non mi vergogno affatto di ammettere che una visione del genere concretizza nella mia mente alcuni indizi i quali non posso fare a meno di attribuire ad una qualche forma di misticismo, ad una sorta di attività esoterica o trascendentale che ci rimembra ogni giorno la nostra appartenenza, ossia il fatto che rappresentiamo minuscoli esseri al cospetto di enormi fenomeni: la bellezza di questa immagine può appurare le mie parole?
Mau A

venerdì 6 novembre 2009

L'influenza A arriva anche a Magliano

dal sito de "Il Messaggero"

Influenza A/H1N1: sale l’allarme pandemia anche a Rieti. E a far suonare insistentemente la sirena è il caso di un giovane di 27 anni di Magliano, ricoverato ieri mattina al De Lellis con una grave forma di polmonite. La notizia l’ha diffusa lo stesso direttore sanitario del nosocomio reatino, Pietro Manzi. E altri due casi, seppur non gravi, sono segnalati al liceo classico Varrone. Gli studenti, contrariamente al ventisettenne di Magliano le cui condizioni sembrano comunque in progressivo miglioramento, sono stati contagiati nei giorni scorsi dal virus senza particolare gravità (segue).

Desidero comunque tranquillizzare i cittadini. Dai dati recepiti dal Ministero del Salute l'influenza non è assolutamente più pericolosa della norma febbre stagionale, e i casi di malattia e decessi sono decisamente inferiori alla norma. A mio modesto parere, questa storia è frutto più di un'eccessiva attenzione massmediatica che di una reale esigenza sociale. Se veramente l'influenza stagionale fosse grave, non capisco perché gli anni passati non sono stati fatti servizi e scritte pagine e pagine come accade adesso, quando i morti da influenza erano anche maggiori di quelli di oggi. E anche dove non si trattava di influenza, il tamtam mediatico è andato veramente oltre la realtà (vedi le varie Sars, mucca pazza, aviaria etc.).

Niccolò

Scavi per la fibra ottica

Sono iniziati i lavori di scavo per portare (finalmente) la fibra ottica e quindi la banda larga a Magliano! Gli scavi sono necessari per allacciare le cabine Telecom di Magliano alla grande dorsale di fibra ottica Milano-Roma, che corre parallela all'autostrada A1. In un giorno non troppo lontano, potremo finalmente uscire da quel divario digitale da sempre patito, e al quale ciascuno ha cercato di porre rimedi individualmente per mezzo di connessioni wi-fi o con operatori telefonici.
L'iniziativa è stata realizzata su pressione della Provincia e con la collaborazione dell'azienda Infracom, nel quadro del piano regionale proposto tempo addietro. Sarà realizzato, oltre agli scavi, anche un collegamento aereo di tralicci che dal mattatoio scende fino alla piana.
La realizzazione dell'opera non significherà automaticamente connessione veloce. Bisognerà, come ultimo atto, attendere l'intervento della Telecom per l'aggiornamento e la messa in funzione delle cabine.

Niccolò

Maglianesi in difesa della natura

Tre nostri concittadini (Maurizio ed Irene Antonelli e Martina Frale), stanno partecipando alla raccolta firme indetta dalla sezione della bassa sabina di Lega Ambiente, volta a creare un'area protetta nella zona del fiume Farfa. Straordinaria la risposta con oltre 100 firme raccolte!

Maurizio ci ha inviato una copia del documento e con piacere la pubblichiamo.

www.legambientebassasabina.it

Poggio Mirteto 29 settembre 09

LETTERA APERTA ALL´ASSESSORE ALL´AMBIENTE DELLA REGIONE LAZIO

CONS. FILIBERTO ZARATTI

Oggetto: Istituzione del Monumento Naturale `Basso corso del fiume Farfa´

Gentile Assessore,

e´ ormai trascorso più di un anno da quando l´Associazione ONLUS Giardino faunistico Piano dell´Abatino ha presentato, maggio 2008, all´ Assessorato da Lei presieduto, la richiesta formale di creazione di un Monumento naturale sul basso corso del Fiume Farfa ricadente nei comuni di Castelnuovo di Farfa, Montopoli sabino e Fara in Sabina. Alla richiesta è allegata una proposta di perimetrazione della nuova area protetta che comprende sia il corso del fiume, sia alcune aree limitrofe, con la finalità di inserire zone di rilevante pregio naturalistico, ovvero aree problematiche che, per gli impianti o le attività esistenti, pregiudicano il delicato equilibrio ecologico del fiume Farfa.

Si tratta di una proposta di grande rilevanza poiché tende a costruire, per la prima volta nella regione Lazio, un corridoio ecologico tra la Riserva naturale Tevere Farfa ed il parco Regionale dei monti Lucretili.

Nella consapevolezza che agire su terreni privati comporta una attenta valutazione delle problematiche locali, riteniamo che le amministrazioni comunali abbiano avuto tutto il tempo per dare risposta alle questioni emerse in questo periodo, da quando cioè sono state chiamate a partecipare alla creazione di questa nuova area protetta.

Le ricordiamo, inoltre, che gli stessi comuni, in anni precedenti, hanno ottenuto il contributo di 800.000.00 euro per la realizzazione di opere di fruizione di una parte di questa area, sottoponendo all´Assessorato da lei presieduto, un progetto di Monumento Naturale di cui, le opere, venivano presentate e sono state pubblicamente presentate, quali propedeutiche all´istituzione del Monumento naturale.

Ad oggi non ci sembra siano stati fatti passi avanti in questa direzione anzi, alcune attività legate all´esercizio della caccia hanno, legittimamente, dato corso, tra i propri iscritti, ad una raccolta di firme poiché, ovviamente, contrari all´istituzione del Monumento naturale. A questo proposito ci sembra doveroso segnalarle che gli iscritti a tale azienda agrituristico venatoria, che è stata strutturata sulle proprietà della famiglia Salustri Galli, non sono tutti residenti nei comuni interessati da tale progetto di area protetta, ma difendono unicamente i propri interessi legati ad una attività che definiscono sportiva con evidenti riscontri economici. Pur nella legittimità di questa azione noi riteniamo che non si tenga in alcun conto non soltanto la giusta tutela di uno dei territori e paesaggi più suggestivi dell´intera provincia di Rieti, ma non si voglia neanche guardare alla realtà locale nel suo complesso. E´ quella del Farfa, infatti, un´area prevalentemente agricola dove già insistono grandi aziende di agricoltura biologica, piccoli allevamenti di pregio, nonché attività agricole che hanno creato strutture dedicate al turismo rurale.

Sottoscrivono questa lettera:

Arci Nuova Associazione comitato territoriale Rieti,

Fondo per l´Ambiente Italiano ( FAI )sezione territoriale di Rieti,

Italia Nostra, sezione territoriale Sabina,

Legambiente Bassa Sabina, Poggio Mirteto (RI)

Arci Nuova Associazione circolo di Poggio Mirteto, (RI)

Giardino Faunistico Parco dell´Abatino, Poggio San Lorenzo (RI)

Associazione Culturale Germogli, Toffia, (RI)

Associazione Teatro delle Condizioni Avverse, Montopoli Sabino, (RI)

Associazione Culturale l´Isola che non c´è, Fara Sabina, (RI)

Riceviamo e pubblichiamo

giovedì 5 novembre 2009

Masan: un punto di vista interno

Riportiamo l'intervento di Pietro per darne pieno risalto riguardo la vicenda Masan.

Ho fatto diverse volte all'ex sindaco Lini la domanda: "sono stati sversati quelli ammendanti agricoli sul territorio di Magliano e, se sì, si possono circoscrivere per evitare che gli allevatori onesti che non si sono lasciati corrompere, ne escano puliti da questa situazione "di merda tossica"? Ho sempre chiesto di fare gli interessi di chi onestamente produce prodotti di qualità, ma non mi è stato mai risposto, allora e ancora oggi alle mie domande nessuno risponde. Io sono in possesso di verbali dei Vigili e anche della Forestale in cui si evince che sul territorio di Magliano sono stati scaricati quintali e quintali di quel compost, ma tutti tacciono, cosa succederà se poi si leggerà sui giornali, quando saranno condannati? Per fare l'interesse di pochi si rovina la reputazione di tanti.
L'importante è fare accordi, accordi. Io che sono stato socio su carta con quel Dami, non ho mai avuto niente da spartire con lui, neanche una fattura o bolla di accompagnamento, quando nel 1997 dopo qualche mese di società nella Byomas di Corchiano, (deposito per smaltimento di eternit, mai avviato), ho capito che si voleva trattare "merda", ho subito abbandonato. Ho saputo qualche anno dopo, quando già avevo la residenza a Magliano, che i furbi dell'ex amministrazione avevano sentito puzza di "merda" e perciò hanno subito acconsentito a farli istallare all'ex fornace. All'epoca lo scemo ero soltanto io, tanti in questo paese si sono adoperati per "Reciclaggio e rifiuti, un'opportunità per il futuro". Adesso sono tutti "anonimi" mah.

Pietro Galadini

martedì 3 novembre 2009

Masan chiesti 50 anni di carcere.

Da Il Messagero.

Due ore per ricostruire tutti i passaggi del traffico di rifiuti al centro del quale c’era la Masan, lo stabilimento di Magliano Sabina dove, secondo l’accusa, rifiuti pericolosi venivano riciclati come fertilizzante utilizzato nelle coltivazioni agricole. Alla fine sono arrivate le richieste di condanna per 16 dei 19 imputati (altri due erano stati già condannati in precedenza con i riti alternativi) sollecitate dal pubblico ministero Cristina Cambi, per un ammontare superiore ai 50 anni di carcere... LEGGI TUTTO

Bilancio partecipato 2010?

Negli anni passati questo era il periodo in cui veniva organizzato il bilancio partecipato. Nel primo anno, grazie a questa iniziativa, è stato possibile dare impulso alla Settimana Maglianese, mentre l'anno scorso sono stati realizzati laboratori doposcuola per i ragazzi. L'anno passato era stato attivato anche un secondo livello di bilancio partecipato, quello per le infrastrutture, che aveva come scopo quello di indicare le opere pubbliche necessarie. Il meccanismo del bilancio condiviso è stato apprezzato da moltissima parte della popolazione, ed ha avuto un discreto successo anche di pubblico. Tuttavia, per il 2010, l'attività sembra non essere prevista. Negli anni passati i fondi per la realizzazione del progetto venivano dalla Regione e dal Comune, e il fatto che quest'anno la regione non abbia riproposto i fondi può essere sicuramente svantaggioso; ma l'attività poteva essere riproposta anche quest'anno, seppur con un fondo minore, di derivazione soltanto comunale.

Niccolò

lunedì 2 novembre 2009

Libera Nos Domine

Oggi è il giorno in cui la memoria di tutti va ai nostri amici e parenti che non sono più tra noi. Non so perchè, ma mi è venuto in mente questo stralcio di canzone di Guccini...leggendo tra le righe si vede ancora l'attualità di queste che più che parole sono versi di una poesia.
Da morte nera e secca, da morte innaturale, da morte prematura, da morte industriale, per mano poliziotta, di pazzo generale, diossina o colorante, da incidente stradale, dalle palle vaganti d' ogni tipo e ideale, da tutti questi insieme e da ogni altro male, libera, libera, libera, libera nos Domine!
fs

Maglianese, pari di rimonta.

E' un punto che non si fatica a definire guadagnato, se non insperato, quello che la Maglianese porta a casa dal difficile campo di Soriano. Questo perchè, malgrado un primo tempo ordinato seppur avaro di occasioni significative, la Maglianese torna negli spogliatoi sotto di un gol a fine primo tempo, preso in occasione dell'unica vera palla-gol sorianese. Pronti via ed ecco il raddoppio dei padroni di casa che forti del doppio vantaggio iniziano a rendersi più volte pericolosi, colpendo in contropiede una Maglianese con poche idee. Poi la svolta che non ti aspetti: Boccia si esalta in una grande parata che evita il tracollo e Cruciani, appena entrato, trova il diagonale vincente per riportare la Maglianese in partita.Gli ultimi cinque minuti sono per cuori forti e terminano con un sacrosanto rigore per gli ospiti (parata di mano del difensore su testa di Meraglia) che Del Frate realizza con la solita freddezza facendo partire i festeggiamenti maglianesi e la rabbia(eccessiva) della squadra e della tifoseria locale che costringe l'arbitro ad una "complicata" fuga negli spogliatoi.
Migliore in campo: Cruciani
msa

domenica 1 novembre 2009

La foto della domenica


Il ritorno sui propri passi a volte può sorprendere; la zona rappresentata nella foto, infatti, l´ho già proposta su questo blog in passato, stavolta però si tratta di un contesto autunnale, dove i colori mutano, il clima si irrigidisce ed i paesaggi tendono a risultare sempre più suggestivi. Man mano che mi inoltro nella progressiva conoscenza del paesaggio Sabino, scopro (compiaciuto) scorci che susciterebbero invidia anche al mondo intero, infatti, spesso non è sufficiente dare un´occhiata in un qualsiasi giorno dell´anno, bensì, per fare in modo di enucleare il senso di un determinato luogo, subentra l´assoluto bisogno di assaporarlo con frequenza, devozione e pazienza: soltanto in tal modo si riesce a captarne anche il retrogusto.

Mau A

per vedere altri scatti clicca qui
Related Posts with Thumbnails