In Evidenza

mercoledì 31 agosto 2011

Tre giorni di festa con l'Oratorio

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

Da domani parte la tre giorni di festa dell'oratorio parrocchiale "Giulia Annibaldi". 

(clicca sull'immagine per ingrandire)

martedì 30 agosto 2011

Arriva la galerucella dell'olmo ad infestare Magliano

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)


Il Comune ha richiesto un parere al Servizio Fitosanitario Regionale. Riportiamo quanto presente all'interno del sito stesso del Comune di Magliano Sabina, ricordando come accedendo a questa pagina si possa anche scaricare il parere in formato word.
In riferimento alla problematica dovuta alla proliferazione del coleottero Galerucella luteola, parassita dell'olmo, s'informa che sono in corso contatti con il Servizio Fitosanitario della Regione Lazio, organo competente in materia, ai sensi dell'art. 74 della L.R. 28 Ottobre 2002, n. 39, ad esprimere un parere sulle migliori strategie per contrastare il fenomeno. In ogni caso si informa che tale insetto, pur arrecando indubbi fastidi, non risulta dannoso per l'uomo.

Per ulteriori info vai sul sito del Comune di Magliano Sabina.


Mattatoio verso la chiusura

dal sito de "Il Corriere di Rieti"


(clicca sulle immagini per ingrandire)

lunedì 29 agosto 2011

Monterotondo dice no alla Provincia Sabina

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

Provincia Sabina


Da quando è esplosa la notizia dell'abolizione di alcune province, come misura contenuta contenuta all'interno della prossima manovra finanziaria, società civile e mondo politico vanno interrogandosi sui destini di quella reatina. Molto spesso abbiamo trattato questa tematica e la nostra opinione è ben nota.


Da qualche giorno è molto attivo un GRUPPO facebook, Provinica Sabina, all'interno del quale è possibile leggere cosa c'è dietro all'idea di una nuova provincia da sostituirsi a quela reatina, "annettendo" una serie di nuovi territori in base alle origini storiche. Approfondimeti legati al nuovo assetto territoriale, con scritti e riflessioni anche e soprattutto sulle questioni tecniche e costanti aggiornamenti sulle dichiarazioni di politici e interessati alla questione provenienti dagli organi di stampa locali.


Ma non solo facebook, difatti è anche attivo un canale youtube "Alla scoperta della Sabina", che contiene video con le immagini più belle provenienti dalla nostra terra.


Abbiamo avuto il piacere di dialogare direttamente con Alessio De Marco, responsabile del gruppo e gli abbiamo chiesto di darci maggiori informazioni sulla sua idea.


"Abolita la provincia di Rieti. Che fine faremo? Si parla di accorpamento a Viterbo o a Roma, tanto per dirne qualcuna ma... perche non creare una Provincia Sabina che ricalchi i confini della vecchia Sabina? Includendo Monterotondo, Rieti, Terni e Valnerina. Sarebbero oltre 700.000 Abitanti, una provincia solida ed un buon traino per il turismo di tutta la zona."


"L'idea iniziale di Rieti-Terni-Valnerina-SabinaRomana, sembra trovare sostenitori anche al di fuori del nostro gruppo, propendendo però verso la semplice annessione della Sabina Romana (orfana del distretto di Roma Metropolitana) alla provincia di Rieti, in modo da riunire la Sabina ed arrivare ai 300.000 abitanti."


"In questi giorni ho avuto modo di confrontarmi con Fabio Melilli sulla questione ma lui, da "politico" è piu orientato su una modifica generale della manovra,mentre io sono per una riunione di tutta la sabina per una conversione della stessa da agricola a turistica, visto che le possibilità ci sono ma nn vengono sfruttate (già solo con le foto di Giorgio Clementi  si potrebbe fare un bel libro fotografico di presentazione della Sabina)."


"Comunque credo sia fondamentale coinvolgere nella discussione le realtà "periferiche" della nostra provincia, da Magliano ad Amatrice, da Palombara al Cicolano, cercando di capire la posizione di Monterotondo/Mentana e dintorni e quella di Terni (destinata ad essere annessa a PG, non è molto felice!!! preferirebbe Rieti) e Valnerina."


Questo il pensiero in sintesi dell'amico Alessio. Parole che fanno riflettere e sulle quali torneremo con un post d'opinione. Per adesso la Provincia Sabina è presentata..voi cosa ne pensate?

sabato 27 agosto 2011

Torna il pub!



Forse già dalla metà del mese di Settembre, ma comunque la notizia è certa. Tornerà l'Adam Smith Pub nella nuova gestione di Paola e Francesco. I nuovi proprietari, che abbiamo incontrato di persona, ci hanno assicurato la loro ferma volontà di far tornare il locale ai fasti della gestione Morelli, e anche come "tributo" a questa il nome rimarrà invariato.

Un locale pensato come su misura per gli avventori. Anzi a tale proposito i nuovi gestori ci hanno lasciato la loro mail (pubitorrioni@libero.it) per avere un filo diretto con i futuri clienti e sapere direttamente da loro cosa vorrebbero vedere, fare, ascoltare, provare all'interno del locale, ma anche per consigli sull'allestimento dello stesso.

Più volte ci hanno ribadito come la loro soddisfazione più grande sarebbe quella di creare nuovamente un punto di ritrovo per la gente del posto e non solo, un luogo dove andare e trascorrere un paio d'ore un assoluto relax, ascoltando buona musica, gustandosi una birra, parlando tranquillamente con gli amici di sempre.

Da parte nostra un grandissimo in bocca al lupo!




venerdì 26 agosto 2011

Le dichiarazioni del Sindaco Graziani, la protesta sugli alberi e una possibile via d'uscita.

 Articolo tratto dal Messagero, scansione ricavata da un post del blog Terra

Azione di protesta a mezzo di manifesto affisso direttamente sugli alberi oggetto della questione, foto prelevata dal blog Magliano Democratica.

LA QUESTIONE CONTINUA A RIMANESRE SULLA BRECCIA E FA DISCUTERE LARGA PARTE DELLA POPOLAZIONE. POTREBBE ESSERE UNA VIA D'USCITA QUELLA DI RICHIEDERE UNA CONSULENZA A PERSONALE INCARICATO DELLA GUARDIA FORESTALE?

franz

giovedì 25 agosto 2011

Ancora sui cedri di Viale San Lorenzo

L'amministrazione si faccia carico di una azione veramente forte. Non mi riferisco certamente al taglio. Ma all'opportunità di utilizzare quegli alberi come segnale alla comunità. In un periodo dove molti sentono il bisogno di una data zero, di mettere una riga e dare un taglio al modus operandi molto simile a ciò che c'era prima si faccia un passo indietro e si lascino quegli alberi li dove sono. Si approfondisca magari il discorso relativo ad una potatuta che possa mettere in SICUREZZA l'area, o interventi similari che assieme alla sicurezza garantiscano che un panorama, un arredo (passatemi il termine) sempre esistito, non venga meno.

Credo, amministratori, che dietro il taglio, anzi dietro il mancato taglio possa nascondersi qualcosa di ancor più grande che magari sfugge. Un segnale di distensione, un segnale che potrebbe dimostrare che "una cosa che si poteva evitare si è evitata".

Dopo il primo post scritto ho avuto modo di confrontarmi con un bel pò di persone. Abbiamo discusso sulla relazione, sulla pericolosità, sulla indubbia bellezza di quegli alberi e su come essi siano un biglietto da visita "storico" per la nostra Magliano. Credo che chi amministra debba fare lo stesso e tenere conto del polso della comunità e percepirne magari un segnale che possa far virare la rotta da una decisione presa oppure modificarla in parte. Si può prendere una decisone, e poi vedendone le reazioni si può benissimo tornare indietro, modificarla, adattarla e migliorarla, e pensare nuovamente al da farsi, e non ci sarebbe a mio avviso nulla di male. Contrariamente invece al prendere una decisone e portarla avanti per "tigna" o perchè si crede che il ripensamento sia una segnale di debolezza. A mio avviso no e lo scrissi anche a Lini nel caso del cimitero. Tutto ciò di pari passo con l'ovvia importanza che si deve dare all'aspetto relativo alla sicureza dell'area.

Il post a cui ho fatto precedente riferimento è stato in parte frainteso poichè io parlavo dell'esistenza di una relazione fatta da un tecnico, ma non per questo mi dichiaravo favorevole. Dicevo solo che essendoci una relazione, e ponendomi nel caso estremo di taglio, si sarebbe dovuto esegurie il tutto quantomeno conforme alla relazione stessa, ossia reimpianto contestuale e attenzione nel combustibile ricavato. Ma non torniamo su cose già discusse e che mi hanno dato modo di confrontarmi con alcuni persone e intrattenere piacevoli scambi di opinione.

Torniamo sull'oggetto di questo post. Chiedo e spero che si possa fare una ulteriore riflessione su ciò che potrebbe significare FARE UN PASSO INDIETRO. Passo indietro nel ridiscutere la questione, valutando le alternative. Dietro al porre di nuovo in discussione il caso, può a mio avviso nascondersi un segale di quela data zero che io, come molti altri, auspico.

Franz


mercoledì 24 agosto 2011

I " cedri" e una vergognosa situazione di inciviltà ambientale, vista sulla stampa di oggi

fonte delle scansioni Terra



martedì 23 agosto 2011

Un punto di vista sui "cedri" di Viale San Lorenzo

Nel corso della giornata di ieri, grazie al blog Terra si è diffusa la notizia che i cedri di Viale San Lorenzo saranno abbattuti. Contestualmente alla diffusione via blog si è scatenato anche un piccolo tam-tam sul social network facebook. Cittadini indignati per il taglio che discutevano delle eventuali azioni sia di protesta che di sensibilizzazione volte ad impedire il taglio di alberi che fanno parte del panorama maglianese da almeno 50 anni.
Per capire ancora meglio la questione è però a mio avviso necessario leggere la delibera n° 145 del 03/08/2011 "Alberature in V.le S.Lorenzo: determinazioni", documento di pubblico dominio in quanto presento nell'albo pretorio on-line del sito comunale.
Dalla lettura di tale documento si evince come il taglio sia conseguente a segnalazioni di cittadini maglianesi e venga giustificato da una perizia di un tecnico laureato. E' altresi importante riportare, per una visione globale che c'è chi dice che sarebbe bastato uno studio accurato sulla potatura e ricorda le posizioni che assunse l'allora forza di opposizione MI per il taglio dell'ippocastano di Viale XIII Giugno.
 
La questione è dunque complessa perchè alla coscienza ecologista che tutti dovremmo possedere si aggiunge una perizia firmata che giustifica il taglio di alberi per motivi di sicurezza. Come comportarsi allora? Incatenarsi agli alberi? Dire che è per la sicurezza e lasciare fare?
Una soluzione, anzi una pretesa che il cittadino della strada deve fare sua secondo me è la seguente, anzi sono le seguenti:
- Trattandosi del parere di un tecnico laureato fondato su motiviazioni legate all'incolumità delle persone credo esso vada rispettato, perchè ognuno deve fare il proprio lavoro e rispettare quello degli altri. Ma come ad esempio letto anche sul blog Aprile, quello che si può chiedere è un reimpianto contestuale al taglio. Ok, quegli alberi sono un pericolo? Mettiamo l'area in sicurezza senza per questo lasciarla al solo cemento e parcheggi. Tale soluzione è presente nella delibera e l'Amministrazione dovrà però attuarla nell'imminente, per non lasciare spoglio uno scorcio al quale siamo da sempre abituati.
- Qualora non sia possibile un espianto che garantisca il proseguio della vita della pianta, giocoforza verranno creati alcuni metri cubi di legna. Che si "tracci" allora il destino di questo combustibile, e anzichè fargli prendere strade "alternative", essa potrebbe essere venduta dal comune stesso e il ricavato assegnato ad una destinazione d'uso "verde".
L'importante è che da una questione facilmente risolvibile e discutibile non si crei un ulteriore caso di incattivimento della situazione locale, cosa di cui non si sente il bisogno.

Franz

Ulteriori informazioni e punti di vista sono presenti sui blog Terra e Aprile, mentre copia della delibera è stata pubblicata dal blog Magliano Democratica.

Incendio minaccia la zona di Collecece

Ancora una notizia legata all'ambiente. Nel corso della giornata di ieri (22 Agosto) un incendio è divampato ai piedi di Collecece, precisamente nel lato che guardo verso l'abitato di Magliano Sabina. Sul posto, a seguito della segnalazione dei cittadini, sono intervenuti i vigili del fuoco di Poggio Mirteto e la Guardia Nazionale Ambientale. Per aiutare gli operatori i residenti oltre che dare una mano e contenere l'incendio con mezzi di fortuna in attesa dell'arrivo degli stessi operatori, hanno distribuito acqua per combattere calura e fumo. Sono stati attimi anche di paura in quanto l'incendio ha lambito le abitazioni, alcune delle quali dotate di cisterna del gas esterna. Fortunatamente tutto si è risolto per il meglio. Sulle origini dell'incendio c'è incertezza, ma data la calura non si esclude l'innesco "casuale", ma anche l'origine dolosa.

lunedì 22 agosto 2011

Riceviamo e pubblichiamo.

Alcune considerazioni sull'abolizione della Provincia di Rieti.

A proposito dell'abolizione delle piccole Province, Sabina Radicale ritiene la misura solo uno specchio per le allodole, fatto luccicare da un governo morente ed impotente, di fronte al risorto interesse dei cittadini per i "costi della politica". Come per lo scorso anno, il più probabile esito sarà un fuoco di paglia estivo.
Tutt'altra cosa, a nostro avviso auspicabile, sarebbe una abolizione di tutte le province e la redistribuzione delle loro competenze tra comuni e regione. A proposito di questa redistribuzione, il terzo comma del decreto apre questa strada: esso prevede che se i comuni non eserciteranno l'opzione di chiedere il passaggio a Roma ("nel principio della continuità", il che significa che Accumoli dovrebbe aspettare l'iniziativa di tutta una catena di comuni che le diano una striscia di continuità territoriale necessaria!) allora le funzioni saranno attribuite alla Regione, che potrà trasferirle, anche parzialmente, ai Comuni. E' quest'ultimo un quadro molto interessante, che il nostro territorio potrebbe cogliere, d'intesa con la Regione; cosa dice su questo l'assessore Sentinelli? Ci può stare, nel suo chiedere un "ragionamento specifico per il territorio di Rieti"? O il ragionamento è solo sul mantenimento dello status quo abbassando i parametri fissati pro-Sondrio?
Detto questo, vanno fatte comunque alcune considerazioni. La prima è politica: la responsabilità di questa scelta è del governo e di chi lo sostiene, con buona pace di Costini che peraltro da tempo sembra cosciente di quel che gli combinano i suoi eletti, pur senza riuscirne a trarre conseguenze. Peraltro, nella lunga sequenza di prese di posizione, avrà un significato il silenzio del Senatore Cicolani? Speriamo non siano i suoi doveri di Questore del Senato a distrarlo dalla cura del territorio; a nostro avviso, delegare questi importanti compiti "di aula" all'unico rappresentante di un territorio è stato un errore, ed un abbaglio per la comunità l'accettarlo con orgoglio. 
La seconda è che negli ultimi tempi è maturato da parte di molti il convincimento della perdita completa di una ragione di appartenenza di questo territorio al Lazio, che questo comprenda Roma o meno, e questo episodio rafforza questo convincimento. Già adesso questo territorio (e quello sabino in particolare) è sotto gli occhi della speculazione romana; diventare parte della provincia di Roma va assolutamente evitato e da domani si dovrebbe lavorare per aggregarsi all'Umbria, con cui sicuramente abbiamo più comunanze che con Latina e Frosinone e meno da temere che da Roma.
La terza è che se dovessimo rimanere nella Regione Lazio e nella sua Circoscrizione elettorale, la nostra irrilevanza politica andrà a crescere, visto che il decreto governativo contiene la previsione
prossima (strano per un decreto, ma tant'è!) di una diminuzione del numero di parlamentari, auspicata anche dal PD come addirittura "l'unica strada per migliorare la qualità della legislazione e per diminuire consistentemente i costi della politica". Una tale diminuzione, nell'attuale concetto che lega gli eletti non ad una complessità di territorio da preservare, valorizzare e governare ma al puro numero di teste che lo abitano, non potrà che annullare definitivamente la già misera rappresentanza politica di questo territorio. Ancor più di oggi, rimarremmo ostaggi di una classe politica amministrativa chiusa nei suoi giochi fra Ente Provincia ed 2-3 comuni e distantissima sia dal livello
regionale che da quello centrale. Va comunque anche notato che la provincia di Rieti sarebbe rimasta sopra la asticella fissata (dei 3mila kmq, non certo quella dei 300mila abitanti) se, come si auspica da 30 anni, essa si fosse allargata alle Sabine "eretina", "lucretile" e "tiberina". Sono passati quattro anni
da dichiarazioni epocali del Presidente della Provincia, ed appena uno dall'ultimo tentativo di abolire le "piccole province" e da qualche altra dichiarazione. Purtroppo non si è mai visto un impegno concreto e conseguente.
L'ultima notazione è che traspare in controluce di molte dichiarazioni una visione della Provincia come "datore di lavoro" e non come "offerente di servizi". E' tempo che Rieti città si ripensi ed abbandoni la fin qui comoda rendita di paese-di-uffici-in-cui-altri-sono-obbligati-a-venire per invece meritare  di essere un centro di riferimento per servizi, iniziative, progetti nei confronti di un territorio che ad essa voglia liberamente far riferimento, così come accade per città qui intorno, che a Rieti non sono certo inferiori, benché non capoluoghi di provincia: pensiamo ad Avezzano, Orvieto, Sulmona, Cassino, Spoleto, San Benedetto del Tronto.Del resto, in un quadro di abolizione di tutte le province (che verrà e che non è affrontato dal decreto solo perché richiederebbe modifica costituzionale) gli uffici territoriali saranno comunque da organizzare su qualche base e qui Rieti dovrà dimostrare di essere realmente al servizio di un territorio.
Crediamo che questo tema, forzosamente messo sul piatto dal governo,  debba essere uno dei temi principali della prossima campagna elettorale,  nello sforzo di immaginare una Rieti diversa, più "attiva" e meno "parassita".

Marco Giordanisegretario Sabina Radicale

mercoledì 17 agosto 2011

Avviso ai lettori

Avvisiamo tutti gli amici lettori che le pubblicazioni riprenderanno con regolarità a partire dal 25 di Agosto. In questi giorni abbiamo provato a continuare con l'attività in diretta dalla villeggiatura, ma non potendo assicurare una connessione costante e giornaliera preferiamo darvi appuntamento al ritorno dalle vacanze e vi salutiamo con il post sull'argomento "abolizione Provincia e comuni del reatino". Ci scusiamo per tutte le notizie che abbiamo bucato in questi giorni! A presto!

I comuni aboliti della (ex) provincia di Rieti

(clicca sull'immagine per ingrandire: i comuni in giallo sono accorpati)


Ecco la lista dei comuni che dovranno essere accorpati ad altri comuni contigui per superare la soglia dei mille abitanti (o, se concesso dalla bozza di legge, di unirsi tra loro per superare tale soglia). Sono ben 37, ossia la metà dei comuni dell'ex provincia di Rieti:


Montebuono (938 abitanti)
Rocca Sinibalda (844)
Casaprota (774)
Monte San Giovanni in Sabina (772)
Posta (724)
Frasso Sabino (709)
Accumoli (708)
Configni (692)
Belmonte in Sabina (677)
Borbona (660)
Roccantica (627)
Longone Sabino (604)
Poggio San Lorenzo (589)
Cottanello (572)
Salisano (565)
Mompeo (546)
Colli sul Velino (513)
Cittareale (485)
Orvinio (472)
Collalto Sabino (458)
Montasola (420)
Colle di Tora (380)
Morro Reatino (371)
Labro (370)
Pozzaglia Sabina (368)
Concerviano (319)
Castel di Tora (310)
Montenero Sabino (310)
Nespolo (281)
Ascrea (279)
Vacone (265)
Turania (247)
Varco Sabino (221)
Collegiove (190)
Paganico Sabino (180)
Micigliano (142)
Marcetelli (111)

domenica 14 agosto 2011

Costo illuminazione: Pd ai ferri corti con Graziani

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

sabato 13 agosto 2011

22° Trofeo Gianni Pepe

Pubblichiamo alcuni scatti del 22° Trofeo Gianni Pepe, che come di consueto si è svolto in concomitanza della Festa Democratica, presso gli impianti sportivi di Magliano Sabina.

 I familiari dei compianti concittadini ai quali il Torneo viene dedicato (Gianni Pepe, Armeni Rinaldi, Ignazio Schirru), assieme agli organizzatori del torneo stesso e della Festa Democratica.

 Alessandro Marsi, giocatore più giovane del torneo.

 Luciano Romei, giocatore più anziano del torneo.

Alfonso Santoni ritira dal responsabile dei direttori di gara il premio per la squadra più disciplinata. 

 Francesco Di Basilio, segratario del PD maglianese premia Manuel Natili come miglior giocatore del torneo.

Simone Scaricamazza premiato da Daniele Schirru come capocannoniere del torneo. 

Andrea Del Vescovo ritira il premio per la quarta squadra classificata. 

Simone Conti ritira il premio per la terza squadra classificata.

Tutti i ragazzi di Magliano e Civita sul palco assieme a Flavio Rinaldi per il secondo posto.

La squada vincitrice dell'edizione 2011 del Trofeo Gianni Pepe.





venerdì 12 agosto 2011

Abolita la provincia di Rieti!


ULTIM'ORA:  (dalle prime indiscrezioni del Consiglio dei Ministri)
Dalle prossime elezioni è prevista la soppressione delle Provincie sotto i 300.000 abitanti e la fusione dei Comuni sotto i mille abitanti, con sindaco anche assessore, e la riduzione dei componenti i Consigli regionali.

Rieti è abolita.
Segnaliamo anche Terni tra le province che alle prossime elezioni non verranno rinnovate.

Trentaquattro province su 110, quelle al di sotto dei 300mila abitanti: tante ne saranno tagliate in base alla manovra che il governo si appresta a varare. Nella manovra sarà anche previsto il taglio di 1500 comuni, quelli sotto i mille abitanti. Province e comuni saranno accorpati con altri a partire dalle prossime elezioni, e nei consigli regionali il numero dei consiglieri sarà tagliato. Nella bozza della manovra c'è anche la conferma che gli stipendi dei dipendenti pubblici non saranno tagliati e i disincentivi per le pensioni di anzianità. Il tutto sempre se la manovra dovesse essere realizzata come prevista.

Berlusconi annuncerà anche un taglio di 6 miliardi nel 2012 e di altri 2,5 miliardi nel 2013 delle spese dei ministeri. Agli enti locali è stato imposto un taglio di 6 miliardi nel 2012 e di altri 3 nel 2013 (così ripartiti: nel 2012 1,7 miliardi di tagli ai Comuni, 0.7 alle Province, 1.6 alle Regioni a statuto ordinario e 2 alle Regioni a statuto speciale, tagli che si dimezzano nel 2013). I tagli, hanno assicurato dal governo, non riguarderanno la sanità. Confermato il varo di una tassa di solidarietà per i redditi superiori ai 90mila euro e l'aumento al 20% delle rendite finanziarie (tranne i Buoni del Tesoro), dal 12,5% attuale.

Ecco le province che hanno meno di 300mila abitanti: Aosta, Ascoli, Asti, Belluno, Benevento, Biella, Caltanissetta, Campobasso, Carbonia-iglesias, Crotone, Enna, Fermo, Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, La Spezia, Lodi, Massa Carrara, Matera, Medio Campidano, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Piacenza, Pistoia, Prato, Rieti, Rovigo, Savona, Siena, Sondrio, Terni, Trieste, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Vibo Valentia.

Festa della Madonna degli Angeli

Comitato Angeli
Comune di Magliano Sabina
Ass. Pro Loco
Parrocchia S. Maria degli Angeli

Festeggiamenti in onore della 

MADONNA DEGLI ANGELI


Loc. Angeli - Magliano Sabina
12-13-14 agosto 2011

Domenica 14:
ore 18:00 Arrivo della Banda musicale di Magliano Sabina
ore 19:00 Solenne Processione per le vie del borgo, accompagnata dalla Banda musicale di Magliano Sabina
ore 23:30 Spettacolo pirotecnico

DALLE ORE 21:00 si balla:
venerdi 12 con il Duo Proietti
sabato 13 con Liscio e Gasato
domenica 14 con Amici del Cuore

Tutte le sere dalle ore 20:00 STAND GASTRONOMICO

giovedì 11 agosto 2011

Il sindaco replica al Pd: "Questi sono i fatti"

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

Fogliani rispondono alle accuse dell'assessore Ruggeri

dal blog "Fogliaonline"

Premesso che, quest’articolo è stato pubblicato da Leonardo per questione di account, poiché non ne abbiamo ancora creato uno comune, ma avallato dalla stragrande maggioranza dei Fogliani, alcuni dei quali si sono fatti portavoce. 

Caro Antonello, per replicare al tuo articolo sul Corriere di Rieti ti volevamo dire che i primi ad essere “avviliti” sono tutti quei Fogliani che tra loro si sono sempre rispettati e adesso devono sentirsi accusare da te ingiustamente. Ricordati caro Antonello che, hai puntato il dito verso dei cittadini di Foglia, ed ora ti devi assumere la responsabilità di questo e farci i nomi, così chi è stato accusato di parlare senza fare nulla, potrà replicare. Poi facci sapere chi ti ha suggerito tali frasi, perché si capisce bene che ti sei consultato con il tuo amico Fogliano (forse un po’ offeso dagli ultimi eventi), che ama parlare alle spalle. Certo è, che se fosse per il sudore delle persone (definite da te volenterose) che difendi ora, Foglia sarebbe bella che morta! 

 Abbiamo sopportato questo sopruso dei giochi fino a quando la “nuova detentrice” degli stessi ha avuto la faccia di muovere accuse ingiuste e infamanti contro i Fogliani sulla questione, e soprattutto contro chi si è sempre adoperato per Foglia, a quel punto non ci siamo stati più e in tanti abbiamo reagito (vedi sulle pagine di facebook).

A nostro modo di vedere ci dovresti ringraziare che non abbiamo interpellato le autorità competenti per fare luce sulla vicenda, e te la dovresti prendere con la diretta interessata e nuova proprietaria, che se avesse tenuto la lingua a freno in un dibattito iniziato con un’adolescente del borgo, non sarebbe sorta nessuna questione. 

Inoltre abbiamo cercato di mettere a tacere la questione chiedendovi di ricollocare i nuovi giochi al più presto (chiedi al Sindaco o a Giulio Falcetta), questo come lo chiami?...per te collaborare cosa significa? 

Ci puoi rimproverare che non abbiamo contattato te direttamente, forse non l'abbiamo fatto perché il rapporto con te si era raffreddato da quando ci risposi male per le buche sulla strada per te “sollecitazioni banali”, dove ti dicemmo “se non hai personale per chiudere le buche, mandaci un po' di asfalto che ce lo mettiamo da soli”,… capiamo che sicuramente avevi altre priorità, ma penso che “domandare è lecito e rispondere è cortesia”. Ma poi scusa, non dovrebbe spettare a voi avvertire anticipatamente dell’intervento, o veniamo chiamati solo per le manifestazioni? 

Dall’inizio della nostra collaborazione con voi ad oggi, (che abbiamo saputo da te che è finita), ti chiedo: quante volte noi ci siamo posti in malo modo nei confronti dell'amministrazione? Se ciò fosse accaduto, ci scusiamo prontamente, ma non crediamo ce ne sia il bisogno! 

Le nostre “ragioni sono opinabili”? …Anche Alfredo e Giulio ci dissero che non ne sapevano nulla e che i giochi andavano tolti (se fosse stato il caso) quando arrivavano i nuovi, inoltre ci siamo sentiti ingannati e traditi da coloro che da compaesani, senza dire nulla alla popolazione e di soppiatto hanno sradicato i giochi e ….alla faccia della sicurezza, hanno lasciato dritto e conficcato nel terreno un ferro di 50 cm (dello scivolo) per settimane, a rischio e pericolo dei nostri figli, tolto poi da Lamberto.

“Mai si sono proposti a collaborare alla soluzione dei problemi”, non ci sono parole!!! Come le chiami le partecipazioni alle manifestazioni dell'ospedale, al picchettaggio con la roulotte davanti al pronto soccorso, all'affissione dello striscione ai “pisciarelli”, ai vari consigli comunali e gli incontri pro-Marzio Marini al teatro Manlio, agli incontri e alla stesura delle lettere per la questione dell’installazione delle barriere anti-rumore sull'autostrada, macchina dell'acqua alla spina (con pranzo annesso), l'erba tagliata sul lato ovest del borgo a maggio e quella sulla strada per la festa di luglio dove avevate solo potuto tagliare quella presso le curve, e a testimonianza di ciò trovi tutte le foto e gli articoli di questi fatti che seguivamo puntualmente sul nostro blog (come vedi noi abbiamo anche le prove a testimonianza di quello che diciamo!!!) e questo soltanto da un anno a questa parte!

Tutte queste cose sono state fatte dalle persone tue amiche (così pensavamo) a cui tu oggi stai gettando del fango addosso. Molte persone (a parte i soliti del blog) hanno provato a chiederti pulizie e tagli dell’erba, normale amministrazione e non così banali, visto che non venivano effettuati da mesi e mesi, ma la tua risposta era sempre (molto sgarbatamente) “fatevelo da soli”. Anche se uno vuole collaborare, questa non è una regola!! Non attaccarti a quello che ti viene suggerito dal tuo amico, il vento a Foglia è cambiato, tu ed il tuo amico dovete farvene una ragione e dovrete avere a che fare con noi, quelli che le cose le fanno alla luce del sole e nel rispetto della comunità, al contrario di chi fino ad oggi ha solo finto di farlo per la loro bella faccia!

La manutenzione dei giochi è stata fatta dai nostri padri e se nel 2011 non sono state prese iniziative è stato solo perché si aspettavano i giochi nuovi, promessi da qualche tempo e comunque lo scivolo e l'altalena erano perfettamente funzionanti e dunque (come diceva Alfredo) si doveva aspettare l'arrivo dei nuovi e poi decidere il da farsi.

E non venirci a parlare di “normative vigenti in materia di sicurezza”, che neanche sapete quali siano, altrimenti non avreste potuto collocare neanche quelli nuovi (se vuoi, te le forniamo noi, come le leggi contro l’inquinamento ambientale da rumore).

Prima di parlare informati, non esistono solo i giochi per quanto riguarda la manutenzione del parco e dintorni, prova a chiedere chi c'era tra le persone che quest’anno hanno potato le piante, le hanno ripiantate di nuove, il rifacimento della zona cucina e gli impianti tecnologici annessi, i tagli d'erba del parco, l'erba sotto la zona castello, ecc... vedi se c'era il tuo dispensatore di servizi gratuiti!!!

Nessuno ha mai detto che i giochi sono stati rubati, questo perché voi siete stati passivamente compiacenti e ne avete autorizzato la rimozione e comunque almeno tu e Daniele sapevate tutto; ma la più grande falsità che hai detto è: “....qualche volenteroso ha aderito alla richiesta dell'amministrazione di rimuoverli....”, qualche giorno dopo che sono stati tolti, quando ce ne siamo accorti, ti abbiamo chiamato per avere spiegazioni e per sapere di chi era opera, ma tu ci hai risposto che non sapevi nulla tranne che Daniele ti aveva chiesto se poteva toglierli e che tu hai autorizzato verbalmente l'espianto; chi li ha tolti e se li è presi insieme con Daniele se ne sono fregati del resto della popolazione, soprattutto di chi aveva i figli che ci giocavano. Aggiungiamo anche il fatto che, questo crea un precedente, tutti coloro che noteranno proprietà comunali un po’ rovinate, potranno farsi autorizzare da voi due e portarsi a casa tutto quello che vogliono. Venite Signori e Signore, il comune di Magliano regala i suoi beni o quelli della comunità, basta dire che sono rovinati e non ci saranno problemi.

Si evince che la richiesta è stata inoltrata da chi li ha presi e non dall’amministrazione, ma a te per salvare la faccia e non solo, ti fa comodo dire così!

…per sicurezza fai pure una nota di dismissione alla data di marzo, non si sa mai!!!

E’ bene che tutti sappiano la verità, …tra noi ci sono solo onesti, ricordatelo!!!

Ps. Nel caso più remoto volessi chiarire con noi, sai dove e come trovarci!

mercoledì 10 agosto 2011

Questione giochi pubblici a Foglia

Dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

martedì 9 agosto 2011

Festa della birra 2011

Associazione Solo Birra
Comune di Magliano Sabina

Solo Birra

12-13-14-15 Agosto 2011

Viale XIII Giugno - Piazzale Scuola Elementare

(clicca sull'immagine per ingrandire)

Pd lancia la sfida per tornare a governare

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

lunedì 8 agosto 2011

Un Curriculum di tutto rispetto

E' di tutto rispetto il CV del direttore Asl di Rieti. Come ben visibile in questo link, che consta di 11 pagine, si può scorrere il curriculum di Gianani, che contempla specializzazioni interessanti, che elenchiamo:

- Incarico di Direttore Dipartimento Ricerca, sanità e formazione con la Cina. Decorrenza settembre 2006 fino a settembre 2007 (pag. 3)

- lingua cinese, livello di conoscenza buono. Studi condotti con docenti dell'Istituto ISIAO e dell'Università orientale di Napoli (pag. 5)

- Attività, consulenza, studio e ricerca sulla tematica: "Integrazione tra la Medicina Occidentale e la Medicina Tradizionale Cinese", con particolare riferimento alle tematiche formative, e attività, consulenza, studio e ricerca su obiettivi Dipartimentali, con particolare riferimento a temi di sanità pubblica complessi (pagg. 9 - 10).



domenica 7 agosto 2011

Magliano Sabina: oggi Michele Meta a chiusura Festa provinciale Pd

«Per la chiusura del programma politico della Festa democratica provinciale, domani , dalle ore 21 presso lo spazio dibattiti, si terrà un’incontro pubblico con l’on. del Partito democratico Michele Meta, il consigliere regionale Mario Perilli, il segretario provinciale Vincenzo Lodovisi, e i coordinatori di circolo Pd Francesco Di Basilio (Magliano Sabina), Mauro Benedetti (Collevecchio), Giorgio Scarinci (Stimigliano)».Lo comunica il circolo Pd di Magliano Sabina
 

100 volte complimenti

I complimeti del blog sabinamente a Federica Bellerba e Andrea Barbaresi per l'ottimo risultato conseguito negli ultimi esami di maturità (a.s. 2010/2011), con l'augurio di un proseguio di studi altrettanto proficuo!
BRAVI!!!

sabato 6 agosto 2011

La Provincia incontra i cittadini a Magliano Sabina

Dal sito del "Il giornale di Rieti"
In programma un confronto pubblico attorno al tema del lavoro

Nell’ambito della Festa Democratica Provinciale organizzata dal Circolo PD di Magliano Sabina, domani (OGGI n.d.r.) Sabato 6 Agosto, ore 21 presso lo spazio dibattiti, l’Amministrazione Provinciale di Rieti incontrerà i cittadini in un confronto pubblico attorno al tema del lavoro svolto sui territori dalla giunta guidata dal Presidente Melilli.

Prenderanno parte all’evento il Segretario Provinciale del Partito Democratico Vincenzo Lodovisi, l’ assessore alle politiche turistiche Alessandro Mezzetti, l’assessore a viabilità e trasporti Antonio Ventura e l’assessore a urbanistica e attività produttive Giancarlo Felici.

"Un medico di base non basta per le emergenze"

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

venerdì 5 agosto 2011

魯道夫, 魯道夫...

Giornalista: "Cosa c'è di vero rispetto allo scambio epistolare tra lei e il governo cinese?"

Gianani: "Esistono le carte. Ho già inviato una informativa alla Presidente Polverini e al subcommissario Spata sui rapporti intercorsi con il governo cinese".

(foto di Gianani da Google)

giovedì 4 agosto 2011

Codice rosso al Marini: manca il medico

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

Il futuro del Marini? Ne parla Gianani in un intervista

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

mercoledì 3 agosto 2011

Il senatore Vannino Chiti «star» alla Festa Democratica

Dal sito de "Il Tempo"

MAGLIANO SABINA - Il senatore Vannino Chiti a Magliano Sabina.

Nell'ambito della Festa Democratica Provinciale organizzata dal Circolo Pd di Magliano Sabina, oggi, mercoledì 3 agosto, alle 21presso lo spazio dibattiti, Simone Fioretti intervista Vannino Chiti, senatore del Pd e Commissario straordinario del Partito Democratico del Lazio. L'incontro, aperto alla partecipazione di tutti, verterà su tematiche di stretta attualità locale e nazionale, a partire dalla Sanità, il cui piano di riordino regionale voluto dalla Polverini ha privato Magliano Sabina del suo presidio ospedaliero, fino alla crisi economica e politica dell'Italia, ed il ruolo che il Partito Democratico, sui territori e a livello nazionale, vuole svolgere in un momento delicato come quello che stiamo vivendo.

martedì 2 agosto 2011

SCUOLA CALCIO 2011/2012 - Aperte le iscrizioni


Sono aperte le iscrizioni alla SCUOLA CALCIO per l'anno 2011/2012. Le categorie presenti saranno:

ALLIEVI -nati 1995/1996
GIOVANISSIMI -nati 1997/1998
ESORDIENTI - nati 1999/2000
PULCINI -nati 2001/2002/2003

PICCOLI AMICI - nati 2004/2005/2006

PER TUTTE LE ALTRE INFORMAZIONI CLICCA QUI E ACCEDI AL SITO DEL SETTORE CALCIO DELLA POLISPORTIVA MAGLIANESE!

Dibattito sulla regione Lazio alla festa democratica

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

lunedì 1 agosto 2011

Marito denunciato per molestie

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)
Related Posts with Thumbnails