In Evidenza

mercoledì 27 febbraio 2008

Finalmente PIAZZA ALDO MORO...

Sono giunti in fase di ultimazioni i lavori che hanno interessato la riqualifica di Piazza Aldo Moro.
Dopo molti, forse troppi anni, gli abitanti avranno a disposizione una vera piazza, e non solo un cartello storto a indicarne il nome. Polemica a parte, trovo la Piazza molto ben congegniata. Di sicuro rivaluterà tutta la zona. Mancano, è vero, gli ultimi dettagli (aiuole e panchine...), ma dall'aspetto ancora grezzo si evince un'ottimo progetto e un ottima lavorazione.
Anche se a dirla tutta non tutti la pensano cosi...Questo spazio è sopratutto rivolto a loro. Fate saper cosa secondo voi non va. Come al solito, vi daremo la giusta voce, anche se chi scrive non vede come si faccia ad essere contrari ad un lavoro di riqualifica...

francesco

lunedì 25 febbraio 2008

NOI RAGAZZI DI OGGI...

Lo so...esula un po dal blog...ma chi è bravo sapra' leggere tra le righe...
una catena che circola su msn...qualcuno ci si riconoscerà...io la dedico a tutti i miei amici e intanto ne preparo una ad hoc...e chi vuole mi mandi una sua frase...per noi...i ragazzi di MAGLIANO SABINA...
Noi che ci sentivamo ricchi se avevamo 'Parco DellaVittoria e Viale Dei Giardini'.
Noi che i pattini avevano 4 ruote e si allungavano quando il piede cresceva..
Noi che chi lasciava la scia più lunga nella frenata con la bici era il più figo.
Noi che il Ciao si accendeva pedalando..
Noi che suonavamo al campanello per chiedere se c'era l'amico in casa.
Noi che dopo la prima partita c'era la rivincita, e poi la bella, e poi labella della bella.
Noi che giocavamo a 'Indovina Chi?' e conoscevamo tutti i personaggi a memoria.
Noi che giocavamo a Forza 4.
Noi che giocavamo a nomi, cose, animali, città.. (e la città con la D era sempre Domodossola).
Noi che ci mancavano sempre quattro figurine per finire l'album Panini.
Noi che avevamo il 'nascondiglio segreto' con il 'passaggio segreto'.
Noi che ci divertivamo anche facendo 'Strega comanda colori'.
Noi che giocavamo a 'Merda' con le carte.
Noi che le cassette se le mangiava il mangianastri, e ci toccava riavvolgere il nastro con la bic.
Noi che avevamo i cartoni animati belli!!
Noi che litigavamo su chi fosse più forte tra Goldrake, Mazinga Daitarn3, Gundam, Astro-Robot e Daltanious.
Noi che 'Si ma Julian Ross se solo non fosse malato di cuore sarebbe piuforte di Holly e Mark Lenders'
Noi che guardavamo 'La Casa Nella Prateria' anche se metteva tristezza.
Noi che le barzellette erano Pierino, il fantasma formaggino o un francese, un tedesco e un italiano.
Noi che ci emozionavamo per un bacio su una guancia.
Noi che si andava in cabina a telefonare.
Noi che c'era la Polaroid e aspettavi che si vedesse la foto.
Noi che non era Natale se alla tv non vedevamo la pubblicità della Coca Cola con l'albero.
Noi che se guardavamo tutto il film delle 20:30 eravamo andati a dormire tardissimo.
Noi che suonavamo ai campanelli e poi scappavamo.
Noi che ci sbucciavamo il ginocchio, ci mettevamo il mercuro cromo, e più era rosso più eri figo.
Noi che nelle foto delle gite facevamo le corna ed eravamo sempre sorridenti.
Noi che quando a scuola c'era l'ora di ginnastica partivamo da casa in tuta.
Noi che a scuola ci andavamo da soli, e tornavamo da soli.
Noi che se a scuola la maestra ti dava un ceffone, la mamma te ne dava 2.
Noi che se a scuola la maestra ti metteva una nota sul diario, a casa era il terrore.
Noi che le ricerche le facevamo in biblioteca, mica su Google.
Noi che si poteva star fuori in bici il pomeriggio.
Noi che se andavi in strada non era così pericoloso.
Noi che sapevamo che erano le 4 perché stava per iniziare BIM BUM BAM.
Noi che sapevamo che ormai era pronta la cena perché c'era Happy Days.
Noi che il primo novembre era 'Tutti i santi', mica Halloween.
Noi che a scuola andavamo con lo zaino Invicta e la Smemoranda.
Noi che abbiamo avuto le tute lucide che facevano troppo figo.
Noi che all'oratorio le caramelle costavano 50 lire.
Noi che si suonava la pianola Bontempi.
Noi che la Ferrari era Alboreto, la Mc Laren Prost, la Williams Mansell, la Lotus Senna e Piquet e la Benetton Nannini e la Tyrrel a 6 ruote!!!!!
Noi che la merenda era la girella e il Billy all'arancia.
Noi che quando la mamma andava a prendere il pane volevamo l'ovetto kinder!!!
Noi che le macchine avevano la targa nera..i numeri bianchi..e la sigla della provincia in arancione!!
Noi che guardavamo allucinati il futuro nel Drive In con i paninari.
Noi che il Twix si chiamava Raider e faceva competizione al Mars.
Noi che giocavamo col Super Tele.
Noi che il tango costava ancora 5 mila lire e.. 'stai sicuro chequesto non vola....'
Noi che le All Star le compravi al mercato a 10.000 lire e c'erano le Nike Legend e le Clarck azzurre.
Noi che avere un genitore divorziato era impossibile (insomma, ndr).
Noi che tiravamo le manine appiccicose delle patatine sui capelli delle femmine..
Noi che le vacanze estive non finivano mai.
Noi che si usciva da scuola alle quattro e mezza e si andava a giocare a casa dell'amico del cuore.
Noi che a Carnevale ci mascheravamo sempre (e qualche volta anche ora).
Noi che quando eravamo in macchina guardavamo sempre fuori dal finestrino.
Noi che ci innamoravamo di una ragazza e non le dicevamo mai nulla.
Noi delle figurine nelle gomme americane (Volpi non ce l'aveva nessuno)
Noi di Ritorno al Futuro e Indiana Jones, di Guerre stellari, Ken il Guerriero e Doraimon.
Noi dei pantaloni della Coucou e Pickwick,della tuta dell'Adidas con i bottoni laterali.
Noi delle partite in piazza che torni a casa tutto sudato.
Noi dei delle prese in giro sulla lavagna.
Noi che abbiamo avuto tutti il bomber blu/verde con l'interno arancione e i miniciccioli nel taschino.
NOI CHE SIAMO ANCORA QUI E CERTE COSE LE ABBIAMO DIMENTICATE E SORRIDIAMO QUANDO CE LE RICORDIAMO. NOI CHE SIAMO STATI QUESTE COSE E GLI ALTRI NON SANNO COSA SI SONO PERSI!!!
francesco

I soldi del bilancio partecipativo

Il comitato "Settimana Maglianese" è stato creato e da molto tempo ci stiamo impegnando affinché a maggio possiamo organizzare questa grande festa maglianese. Nel bilancio partecipativo approvato dall'ufficio comunale e votato dai cittadini maglianesi sono previsti 10'000 euro da mettere a disposizione dell'evento da realizzare. L'evento "Settimana Maglianese" avrà luogo dal 9 al 18 maggio. Invitiamo tutte le forze politiche ad approvare celermente il bilancio del 2008, affinchè la somma destinata alla festa sia presto disponibile.

Niccolò

domenica 24 febbraio 2008

Voglio il project financing... Per la piscina!

La primavera sembra fare capolino dopo il freddo della scorsa settimana e il corpo già spera nel bel tempo e nelle giornate calde. E allora, cosa c'è di meglio di una bella piscina? Nulla. Se non fosse per il fatto che quest'argomento è fritto e rifritto da molto tempo, neanche m'andrebbe di ritirarlo fuori. Tuttavia, a mio modesto parere, abbiamo una occasione da sfruttare: fare una piscina a costo zero con il project financing. Conosciamo tutti gli svantaggi e i vantaggi di questo metodo: daremmo in gestione ad un privato il posto (ma non ci sarebbe nessun problema di coscienza - un conto è la piscina, un conto il cimitero) e avremmo una struttura importante a Magliano non facendo spendere un euro al comune (che ovviamente potrebbe fare il progetto).

Niccolò

venerdì 22 febbraio 2008

Maglianesi...nel mondo


Apriamo una nuova rubrica, dove poter parlare di tutti quei nostri compaesani che si fanno sentire, con le loro attività, anche fuori dalle mura locali.
Iniziamo con il nostro amico Claudio Camigioli, meglio noto come Kim. Un ragazzo che con il suo lavor da vocalist oramai consolidato gira mezza Italia e tiene alto il nome di Magliano.

Vi posto la sua biografia ufficiale e il link dove potrete trovare tutte le informazioni che volete!
Aspettando che ci contatti per una intervista...vi consiglio poi il giovedi sera di sintonizzarvi su radio punto zero (http://www.radiopuntozero.net/) e ascoltare il programma radiofonico che conduce assieme all'amico Rossano Carotenuto. E' veramente da stiattasse da 'e risate...

"KimNasce a Magliano Sabina il 13 novembre del 1979 sotto il segno dello scorpione. La carriera da vocalist nasce più avanti, e quindi parte alla giovane età di 15 anni come disc-jockey con le prime esperienze lavorative alle classiche feste di compleanno, accompagnato da uno dei dj più noti del centro Italia, il dj Giorgio, creando un marchio di movimento chiamato kim and Giorgio show.Dopo vari anni di classica gavetta inizia a lavorare in uno dei primi disco pub in Italia chiamato deja vù al fianco di dj noti, ma già da questa esperienza inizia a familiarizzare con la sua vera e propria passione quella di trasmettere emozione tramite la sua voce.Andando avanti e iniziando ad avere vari successi nelle disco del Lazio, arriva il momento; incontrando uno dei dj più ammirati nell’ambito di produzioni e programmi Radio in Italia (dj Rossano Carotenuto) che decide di lasciare la parte del disc-jockey e dedicarsi alla sua vera passione quella del vocalist.Per diversi anni nel suo vero ruolo riscontra enormi successi lavorando con dj set del centro Italia già noti nel mercato dj Rossano Carotenuto(dj per 16 radio regionali in Italia) dj Fabio diMatteo (dj set tour) Cristian dj( from cyborg disco) dj Castello(electro boogaloo) dj Diego Coleman dj Daniele Ceccarini dj Paolo Projet dj Luca Esse dj Andrea Delle Monache (ADM) Matteo Milioni (hot show) dj Luca Abati dj Davide lo Conte(famoso anche per il suo style nel combinare dj e voce) dj Andrea de rosa(uno dei dj piu famosi di Roma) ecc. ecc. avendo possibilità di presentare(essendo la voce resident) dj a livello mondiale come : JOE T-VANNELLI, Gianluca Motta, dj Janet. Filippo Nardi, Tood Terry , Frank Nastri, Roberto Ferrari, Prezioso, Luca Agnelli, Emanuele Inglese, Giuseppe ex radio deejay…e moltissimi altri anche personaggi del panorama televisivo.Nella fine del 2004 inizia la sua prima esperienza radiofonica conducendo insieme al dj Rossano Carotenuto il programma THE HOUSE OF LOVE in onda ancora oggi su RADIO PUNTO ZERO.Nel 2005 entra a far parte del programma televisivo la Dolce Vita in onda sul canale Super Nova Amici (canale privato) al fianco di Marco Polidori uno degli intervistatori più importanti nel ramo delle televisioni private girando i locali più fashion in tutta Italia e anche di Ibiza.Da ricordare la performance nel capodanno 2005/2006 all’evento più grande d’Italia a Viterbo fiere avendo una presenza di più di 10000 persone. Agli inizi del 2006 entra a collaborare nel nuovo staff chiamato hot show, il quale riscontra enormi successi nel Lazio.NELLA FINE DEL 2006 ARRIVA FINALMENTE LA PROPOSTA DI ACCOMPAGNARE CON LA SUA VOCE UNO DEI DJ PIU IN VISTA DI m2o ALBERTO REMONDINI NEI SUOI SET MUSICALI IN TOUR IN TUTTA ITALIA E DA QUI STA CONTINUANDO L'ESPERIEZA NEI LOCALI PIU BELLI DELLO STIVALE.Per concludere ad oggi ha anche due marchi di moda (by madhouse) e (puppart) che lo accompagna nelle sue serate curando la sua immagine personale.Viene riconosciuto ad oggi per la sua grande umiltà. "

per maggiori informazioni
- www.myspace.com/vjkim
- http://www.radiopuntozero.net/

francesco

giovedì 21 febbraio 2008

Progetto "Risveglia il gemellaggio". Un'idea

Come ben sappiamo attraverso nostri vecchi post (primo post , secondo, terzo) Magliano è gemellata con Milovice, cittadina vicino Praga. Come sfruttare questo gemellaggio? A mio parere, si potrebbe organizzare innanzitutto uno scambio culturale tra le nostre scuole (liceo scientifico, geometri) e le scuole di Milovice, al fine di invogliare i nostri studenti ad apprendere e utilizzare l'inglese. Poi si potrebbe realizzare un progetto "colonia estiva", facendo venire alternativamente i ragazzi di Milovice da noi e i nostri ragazzi in Repubblica Ceca. Propongo inoltre di pubblicizzare le nostre imprese anche oltre confine, nel centro dell'Europa, realizzando un partenariato speciale con la città gemellata.

Niccolò

martedì 19 febbraio 2008

Adesso realizziamo le alternative

Ora che il pericolo di una privatizzazione del cimitero sembra scampato, è importante continuare sulla strada intrapresa e cercare di presentare all'amministrazione quelle idee alternative più volte esposte fino ad adesso. Sappiamo che le opzioni ci sono: mutui fondiari o per le opere pubbliche, chiamata a raccolta dei costruttori locali permettendo loro di lavorare in un ATI, raccolte finanziarie tra i cittadini, semplici residenti o residenti che richiedono un loculo. Ovviamente altre ipotesi sono ben accette nello spazio dei commenti.

Niccolò

lunedì 18 febbraio 2008

HA VINTO IL BUON SENSO

In occasione della conferenza dei capigruppo delle 19:00 è stato ritirato dal sindaco il progetto di ampliamento del cimitero.

A nostro parere è stata la scelta giusta. Giusta perché tutti i partiti di Magliano erano contrari al progetto; giusta sopratutto perché la popolazione maglianese aveva sempre dimostrato che non avrebbe mai accettato quella scelta.

In poche parole, ha vinto il buon senso. Il merito di tutto ciò va alla gente maglianese e a tutto l'arco partitico maglianese che s'è unito per uno scopo comune, a dimostrazione di come, anche a Magliano, se si è uniti si riesce a raggiungere il fine prefissato. Coraggio va riconosciuto anche al sindaco che, dopo molteplici sollecitazioni, ha compiuto il passo indietro che tutti si aspettavano, comprendendo finalmente le conseguenze disastrose di una tale decisione.

Sabinamente

Leggi gli altri articoli di Aprile, Magliano Insieme, Il Paese Che Parla.

domenica 17 febbraio 2008

Analisi articolo per articolo delle bozze sul cimitero

Che si sia favorevoli o contrari all'ampliamento del cimitero con il project financing, è necessario modificare la bozza di convenzione e lo schema di regolamento che l'amministrazione ha intenzione di approvare. Difatti questi documenti, nel momento in cui vengono approvati, andranno ad regolare il rapporto tra il comune di Magliano e il gestore del cimitero, chiunque esso sia. Per questo motivo ritengo necessaria un'analisi approfondita che permetta, comunque vadano le cose, di modificare i punti essenziali della bozza e possedere così un regolamento valido e funzionale per una eventuale gestione del cimitero (da chiunque venga effettuata), che non penda a favore del concessionario.

ANALISI DELLO SCHEMA DI REGOLAMENTO

1) art.6: "All'interno del cimitero non è consentita la lavorazione e il taglio dei materiali a secco i quali producano polvere e rumore eccessivi. [...] Tutte le opere, se realizzate dal Concessionario, sono escluse dall'applicazione del presente articolo".
Questo comma non permette alle ditte maglianesi di svolgere i propri lavori in regime di concorrenza. Per questo ritengo debba essere sostituito come segue:
art.6: "All'interno del cimitero non è consentita la lavorazione e il taglio dei materiali a secco i quali producano polvere e rumore eccessivi. [...] Tutte le opere, siano essere realizzate da terzi o dal Concessionario, sottostanno all'applicazione del presente articolo".

2) art. 10 Fosse per inumazioni: "E' consentito solamente apporre un cippo o croce in testa alla fossa".
Questa limitazione è immotivata. Casomai, per evitare che vengano costruite strutture eccessivamente grandi sopra la cassa inumata, si può sostituire come segue:
art. 10: "Oltre l'apposizione del cippo o della croce in testa alla fossa, non è consentito realizzare strutture che superino l'altezza di 20cm da terra".

3) Sezione 4: "Il titolare della concessione dovrà corrispondere un contributo alle spese di mantenimento del cimitero da calcolare annualmente per ogni loculo o posto salma".
Questo comma è ingiustificato. La remunerazione del concessionario avviene già attraverso il pagamento della tariffa del loculo. Non capisco perchè si debbano aggiungere ulteriori spese. Per questo in presente comma dovrebbe essere completamente rimosso.

4) Sezione 4: chi risiede a Magliano da meno di un anno o non è iscritto all'anagrafe di Magliano Sabina subisce un aumento tariffario che va dal 20 al 50%. Questo, a mio parere, non ha senso. La differenza deve essere fatta solo tra residenti e non. Creare differenze tra residenti da molto tempo e residenti da poco tempo è una distinzione arbitraria e ingiustificata.

5) art. 13: la domanda per il loculo sociale è possibile solo in presenza di salma. Non capisco perchè le persone meno abbienti debbano attendere il momento della morte del proprio caro per avere a disposizione un loculo. In realtà ognuno dovrebbe essere in libertà di riservarsi un loculo quando vuole.

6) art. 17: "Il Gestore, in aggiunta al loculo per la salma, potrà assegnare un solo loculo per il coniuge in vita applicando la tariffa della classe C (dai 2'000 ai 4'000 euro)".
Non capisco il motivo per cui l'interesse di una moglie o di un marito di avere il proprio loculo vicino a quello del coniuge debba sottostare ad un notevole aumento della tariffa. Sostituirei invece come segue:
art. 17: "Il gestore, in aggiunta al loculo per la salma, potrà assegnare un solo loculo per il coniuge in vita applicando la tariffa normalmente applicata al loculo stesso".

7) art. 17: "Le fosse per l'inumazione saranno assegnate esclusivamente in presenza di salma ricedente nella fascia 1 (nda, ossia esludendo i residenti a Magliano per un periodo inferiore ad un anno).
Non capisco il motivo di tale discriminazione. Ritengo che l'inumazione debba essere concessa a chi ne faccia richiesta, indipendentemente dal tempo di residenza a Magliano.

8) art. 33: "Le spese postali sono a carico dell'utenza". Perchè? Le spese postali devono essere a carico di chi invia la posta.

ANALISI DELLA BOZZA DI CONVENZIONE

a) art. 3: "E' esclusa qualsiasi forma di tacito rinnovo, ma l'efficacia della presente convenzione potrà essere prorogata con accordo scritto tra le parti o per consentire il rientro dei capitali investiti e, in ogni caso, è prorogata di diritto, al fine di assicurare la continuità dei servizi cimiteriali, fino al subentro del nuovo gestore indicato dal concedente".
In questo modo viene permesso al concessionario di controllare il cimitero ben oltre il limite dei 30 anni. Sostituirei come segue:
art. 3: "E' esclusa qualsiasi forma di tacito rinnovo. L'efficacia della presente convenzione potrà essere prorogata solo con accordo scritto tra le parti".

b) art. 4 comma 6: "E' facoltà del concessionario: modificare in più o in meno il numero dei loculi e cambiare la tipologia delle sepolture".
In questa maniera si dà carta bianca al concessionario. Questo articolo deve essere modificato come segue:
"E' facoltà del concedente (il comune) chiedere la revisione del numero e della tipologia dei loculi, per soddisfare le richieste dei cittadini".

c) art. 4 comma 8: "Il concessionario si obbliga ad eseguire le manutenzioni ordinarie".
E quelle straordinarie? Ecco la modifica:
"Il concessionario si obbliga ad eseguire le manutenzioni ordinarie e straordinarie".

d) all'art. 10 l'importo delle penali è troppo basso. Così si incentiva la ditta a non rispettare il contratto.

e) art. 11 comma 4: "Il concedente si impegna a non realizzare nuovi cimiteri prima che siano state realizzate e assegnate e prenotate almeno l'85% delle sepolture".
Articolo da eliminare. Se il concessionario (che si trova in regime di monopolio) applicasse dei servizi troppo alti il comune non avrebbe nemmeno la possibilità di garantire ai propri cittadini altri loculi.

f) art. 14: "Il concedente conferisce al concessionario il diritto di superficie sopra e sotto il suolo delle aree [...]". Articolo ambiguo. Si deve aggiungere: "solo per la durata della convenzione".

g) art. 14 comma 2: "Il concedente (nda il comune) conferisce altresì al concessionario l'uso degli impianti, dei macchinari, delle attrezzature [...]". E se il comune non dispone di questi mezzi deve forse comprarli? Per evitare questo bisogna correggere l'articolo come segue:
"Il concedente (nda il comune) conferisce altresì al concessionario l'uso degli impianti, dei macchinari, delle attrezzature, solo se possedute dal concedente".

h) art. 21 comma 3: "La revisione della concessione può essere disposta nei seguenti casi: qualora si determinino incrementi o decrementi superiori al tasso di inflazione dei costi di costruzione, dei costi di gestione, degli oneri finanziari". Normalmente ogni anno i costi di costruzione superano quelli di inflazione. In questo modo si permetterebbe di rivedere sempre la concessione e le tariffe. Per questo tale clausola deve essere sostituita come segue:
"La revisione della concessione può essere disposta nei seguenti casi: qualora si determinino incrementi o decrementi maggiori del 10% sui costi di costruzione, gestione, degli oneri finanziari".

Niccolò

sabato 16 febbraio 2008

STIRPE SABINA SOFTAIR

Comunichiamo che ieri sera e' stata ufficialmente costituita l' Associazione Sportiva Dilettantistica "STIRPE SABINA SOFTAIR".
E' così stato raggiunto uno dei tanti obiettivi che Sabinamente si era prefissa di realizzare all' interno della Settimana Maglianese, ma che siamo certi proseguirà anche oltre.
Il gruppo si compone gia' di 15 elementi, ma chiunque si può iscrivere in qualsiasi momento, inoltre rinnoviamo l' invito per tutti a partecipare ai "Softair Day" che organizzeremo presso la Pineta.
Ribadiamo infine che trattasi di UN GIOCO, senza alcuna implicazione ideologica, senza alcun fine propagandistico pro bellico, solo un giorno di sole da passare all’ aperto, assaporando la bellezza della natura e della vita.
Per info contattate Paolo e Niccolo'.

venerdì 15 febbraio 2008

Premio "Ferrari" vinto da cinque maglianesi

Tratto dal sito de "Il Tempo"

MAGLIANO SABINA Si è svolta sabato scorso, nel Teatro Manlio, la cerimonia conclusiva del Premio Nazionale Franco Ferrari, concorso dedicato alla memoria del famoso reporter della RAI e dedicato quest'anno ad un tema di grande attualità: "Emergenza Acqua".

Per la sezione nazionale hanno vinto a pari merito i reportage "Un'oasi all'inferno" di Enzo Franco (Napoli) e "Riserve di Roccia" di Vittorio Crobu (Sassari). Per la sezione Lazio ha vinto invece il video "L'acqua non aspetta", realizzato da 5 giovani maglianesi (Falcetta, Vivadio, Bulgarelli, Migliorati e Romoli), che seppure alla loro prima opera hanno saputo coniugare semplicità ad efficacia, colpendo nel segno.
Infine è stata conferita una Menzione Speciale al breve video "Goccina, gocciaccia, goccia", realizzato dagli studenti delle classi 3a e 4a dell'Istituto Tecnico Geometri di Magliano Sabina, assistiti dalle professoresse Piazza e Mariotti, del quale è stata apprezzata l'originalità.

giovedì 14 febbraio 2008

Assolti per non aver commesso il fatto

E' questa la sentenza emessa oggi a Poggio Mirteto nella causa tra Magliano Insieme e il sindaco. Magliano Insieme era imputata per di diffamazione. L'accusa era promossa partendo da alcune parole presenti in un manifesto del gruppo. Il giudice ha affermato che il reato non sussiste, poiché le frasi presenti nel manifesto non sono altro che legittimi atti di libertà di pensiero e di informazione.

Per altre info visita maglianoinsieme.blogspot.com

martedì 12 febbraio 2008


domenica 10 febbraio 2008

Lavoriamo insieme...


Posto di seguito un volantino, con abbozzata una sorta di proposta alternativa.


Riportaimo sia il solo testo sia una prova dell'impaginazione.




IL VOLANTINO E' APERTO A TUTTI. OGNUNO PUO' METTERCI MANO INVIANDOCI SEGNALAZIONI DI EVENTUALI ERRORI, MA SOPRATTUTTO SPUNTI ED IDEE ALTERNATIVE.




COM VEDETE, QUA OGNI COSA E' DI DOMINIO PUBBLICO.


COME VEDETE QUA SI CHIEDE IL CONSENSO E L'AIUTO DELLA GENTE.TUTTA.




Partiamo da un dato di fatto. Se non ci sono più loculi, vanno costruiti. Fin qui d’accordo con l’Amministrazione. Fin qui però. Perché l’idea di dare in mano le gestione di un opera dal carattere prettamente sociale ad un privato non ci piace proprio. Dati alla mano (ossia le parole dei nostri amministratori) il problema e’ prettamente di natura economica. Non si può costruire un cimitero perche all’Amministrazione costerebbe troppo. Ma cosa costerebbe troppo? Avete forse visto un progetto alternativo, una valutazione dei costi o un piano di spesa? Noi no. Niente di quanto fin’ora detto. Abbiamo solo visto un progetto. Un progetto assunto come soluzione di ogni male. Un progetto che non può avere alternative.



Le alternative allora ve le diciamo noi. Noi che ancora teniamo al bene del paese e che ancora non siamo caduti nel torpore del “tanto le cose vanno cosi”.

· PROGETTO:

Il progetto, con tutti gli annessi e connessi, dovrà essere affidato all’ UFFICIO TECNICO COMUNALE. Vantaggi? Nessun tipo di spesa.

· REALIZZAZIONE:

Qua davvero c’è da sbizzarrirsi: cooperativa dei cittadini che pagando una quota iniziale diventano soci dell’impresa di costruzione, affidamento dell’opera ad una cooperativa pro tempore formata da artigiani locali…
NB: parole testuali del Sig. Claudio Rosi parlano di 200 persone in lista d’attesa. Vendendo a costoro un loculo al ragionevole prezzo di 1000 euro cadauno, si avrebbe una base di partenza sostanziosa.

· GESTIONE

La parte burocratico amministrativa, nonché la manutenzione dell’opera, verrà affidata alla nuova azienda municipalizzata. Si potrebbero addirittura venire a creare nuovi posti di lavoro! e si avrebbe una gestione dell’opera a costo zero.

SI AL DIALOGO.
NO AD OLTRANZA ALL’AFFIDARE LE NOSTRE SEPOLTURE AD UN PRIVATO E A FARLO LUCRARE SULLA MORTE DI NOI MAGLIANESI




sabato 9 febbraio 2008

ASS.NE SPORTIVA SOFTAIR "LEGIO QUIRINA"


SABINAMENTE COMUNICA A TUTTI GLI INTERESSATI CHE IN DATA VENERDI'15 C.M. ALLE ORE 21.00, PRESSO I LOCALI DI PIAZZA DUOMO, AVRA’ LUOGO LA COSTITUZIONE DELL’ ASSOCIAZIONE SPORTIVA SOFTAIR “LEGIO QUIRINA”.
PROVIAMO A SVAGARCI UN PO', VISTA LA SITUAZIONE....

Cosa ne dite?

POSTIAMO SULLA HOME PAGE UN COMMENTO INTERESSANTISSIMO DI UN NOSTRO LETTORE.
E' UNA SOLUZIONE ALTERNATIVA CHE CI SEMBRA MOLTO VALIDA.
L'ENNESIMA DIMOSTRAZIONE CHE NOI DI SABINAMENTE TENIAMO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE AL BENE DI MAGLIANO SABINA.
AMMINISTRATORI SIETE VOI I PRIMI A DOVER RISPONDERE A QUANTO SOTTO SCRITTO.
"certo che ci sono delle alternative al project financing: Facciamo fare il progetto all'ufficio tecnico del comune,sarebbe a costo zero, il sindaco ai tempi del parcheggio coperto ne esaltava l'efficenza,in fondo si tratta di progettare un muro di recinzione le opere di urbanizzazione e di posare con un po di stile i prefabbricati dei loculi. Riapriamo le prenotazioni per i loculi, circa 200 ce ne sono già,cerchiamo di raddoppiarle, con 1000,00 euro a prenotazione raccogliamo 400,000 €. Con 400.000 € si può pagare l'espoprio del terreno circa 50,000 € ed iniziare la costruzione poggiando i loculi a ridosso del muro pericolante del vecchio cimitero ed evitare di spendere ,secondo il sindaco, 400,000 € per le opere di consolidamento.Programmiamo lo sviluppo in base alle vere esigenze del ns comune, considerando anche la possibilità di recupero, su base volontaria, dei loculi nel vecchio cimitero.Prendiamo in considerazione anche la possibilità di vendita dei loculi ai non residenti ai prezzi maggiorati di una percentuale da definire.Diamo la gestione del complesso alla municipalizzata, in fondo è nata per gestire i servizi del comune, O NO!!!!NATURALMENTE PER FARE TUTTO QUESTO SERVE INNANZITUTTO LA VOLONTA' POLITICA DEI NS DIPENDENTI...."
FACCIAMO GIRARE QUESTA IDEA!
IN QUESTO MODO NESSUN PRIVATO SPECULERA' SULLA MORTE!

venerdì 8 febbraio 2008

Esistono alternative al project financing? Sì

Sebbene i nostri amministratori non vedano nessun altro contratto oltre il project financing, è possibile per il comune aprire un mutuo fondiario o un credito alle opere pubbliche. Questi due contratti sono disciplinati agli artt. 38 e segg. del Testo Unico Bancario, decreto legislativo 385 del 1° settembre 1993. Con il credito fondiario è possibile un finanziamento a medio e lungo termine garantito da ipoteca di primo grado su immobili. Il comune ha immobili? Sì, per esempio l'ostello. Oppure: con il credito alle opere pubbliche il comune riceverebbe un finanziamento destinato alla realizzazione di opere pubbliche o impianti di pubblica utilità (cioè il cimitero). Una volta ricevuta la somma il comune, con semplice appalto di costruzione (non di concessione né gestione), impegna ditte di costruzione alla realizzazione di loculi che poi tornano al comune, che li gestisce.

Niccolò

E' ONLINE IL BLOG DELLA SETTIMANA MAGLIANESE

La Settimana Maglianese apre un proprio blog, accessibile da tutti attraverso il link a sinistra e il banner centrale o visitando l'url settimanamaglianese.blogspot.com. Potete trovarci tutte le indicazioni utili per iscrivervi ai vari eventi e rendervi disponibili all'organizzazione della festa.

Un grazie particolare va a Mattia che ha curato fin nei minimi dettagli questo nostro nuovo portale.

Visitatelo e partecipate, ne vale la pena! E soprattutto, facciamolo per Magliano!

"Non si vive di solo pane"

Rosi, Picciolini, Lini, Aguzzi questa sera formavano una difesa invalicabile. Come nelle migliori squadre di serie A questa solida retroguardia a 4 non s'è smossa, non ha fatto passare nessun pallone, e soprattutto, ha sempre usato il modulo del project financing. Nessun dubbio, nessuna remora. O il "progietfinansi" o la morte (già, proprio la morte).

Ma l'ironia finisce qua, cari amici miei, perchè guardando le cose sul serio c'è da piangere.

Questa sera, in sala consiliare (piena di gente) ci siamo accertati di una cosa: l'unico modo di allargare il cimitero (per l'amministrazione) è il project financing. E soprattutto, che alla gente non passi per la testa che ci siano altre modalità!! "Non ve la prendete" dice Picciolini "ma voi cittadini qua presenti siete un po' come il pilota di una monoposto con la visiera sporca: dovete togliervi questo strato di visiera sporca da davanti agli occhi". Già, noi abbiamo la vista sporca, la vista limitata. Come non si può cogliere l'occasione di un cimitero da 7 milioni di euro con tariffe da capogiro? Come non prendere la palla al balzo per farsi spellare anche l'ultimo centesimo in banca?

Ma su queste cose non si scherza, non si gioca. I maglianesi hanno detto che il cimitero deve restare un servizio sociale. PUNTO!!!

Eppure alla fine avevo provato a dire al sindaco: "Ma facciamo un mutuo per finanziare i lavori".
Pronta la risposta: "Beh, un mutuo non si può fare perchè poi le rate da pagare sono troppo costose per la popolazione". Ed io, di nuovo: "Ma scusi, abbiamo aperto un mutuo per il parcheggio delle fontanelle, non si può aprire un mutuo per il cimitero???"
Ed egli: "Non si vive di solo pane"...

Eeehhh??? Ma "non si vive di solo pane" normalmente significa che non dobbiamo pensare solo alle cose lussuose della vita, che dobbiamo pensare anche a Dio. Ma che c'entra???

Ah, già ora capisco: un loculo, tra pochi anni, diventerà proprio un lusso che pochi potranno permettersi. Dovremmo solo chiedere al Signore nostro di farci morire tutti alla fine della concessione.

Ma fatemi il piacere!

La verità, invece, è che non si vive di tanta caparbietà, di tanta testardagine, di tanta superbia!
Il prezzo che Magliano pagherà per questo scempio ricadrà sulle vostre spalle.


PS: Sabinamente continuerà questa battaglia con tutte le proprie forse, sebbene questa sera sia stata giornata vergognosa per la storia di Magliano. Andremo avanti informando la gente, chiamandola in piazza per manifestare il proprio dissenso, picchettando il cimitero come ultimo gesto. Dovranno spostarci con la forza. Noi non ci arrenderemo senza aver urlato fino all'ultimo giorno il nostro sdegno!


Niccolò

mercoledì 6 febbraio 2008

Commissione in sala consiliare

Domani, giovedì 7 febbraio, alle ore 19:00 in sala consiliare, commissione aperta ai cittadini sulla vergognosa privatizzazione del cimitero. Per bloccarla è necessaria la tua presenza.

Ma che colpa abbiamo noi?

Pensiero da libero ed autonomo cittadino.

A volte sembra che le decisioni che sta prendendo questa amministrazione siano dettate da degli aut aut. Mi spiego meglio: la minoranza dice una cosa allora si fa l'opposto. La minoranza propone bianco, l'Amministrazione risponde nero.
Certo capisco e credo che a volte i toni si possano essere alzati anche oltre il normale livello di dibattito politico, che la ragione non sta sempre e solo da una parte e che questa amministrazione non sbagli a priori.
Però, se mi permettete credo anche che un paese non debba essere amministrato contro una fazione ma bensi a favore di una collettività. Credo che se qualcuno (chiunque esso sia) fa notare che si sta intraprendendo una strada sbagliata, non si debba andare avanti solo ed esclusivamente per partito preso, ma si debba, o tornare indietro oppure cercare di far capire con tutte le nostre forze che non stiamo sbagliando. Il trincerarsi dietro posizioni autoriatarie può si giovare al godimento personale ma mai al bene comune.
In questa mia modesta riflessione voglio poi rivolgermi a tutti i membri della maggioranza e voglio fargli un appello scevro, giuro, da facili ironie e sarcasticità. Per favore fatevi sentire, parlate con la gente, postate sui blog i vostri punti di vista perchè posso capire che magari a livello personale possiate sentirvi scottati da non so chi o cosa, ma ricordate che vi hanno eletto per governare un paese. E' un paese è formato da una totalità di persone che lo abitano, che lo vivono e che sperano di vederlo sempre migliore. E che soprattutto non debbono pagare vicende e beghe personali, ma devono essere le prime verso le quali si rivolga la vostra attenzione.
La gente è stufa di questo clima. E' stufa del distacco che parte della scena politica ha avuto verso di loro. La gente vuol sentire, la gente vuol capire. E cio lo si fa scendendo tra di essa. Scusate ma mi sento abbastanza stupido nel fare questi discorsi a chi dovrebbe essere l'erede di chi da sempre si dovrebbe battere per il popolo e le sue istanze.
Concludo. Ci sarà adesso sicuramente un grande dibattito sulla questione cimitero. Siete stati invitati ad un confronto. Fatelo. Quantomeno per dimostrare che non siete delle braccia alzate ma siete delle persone che hanno una coscenza. E per favore per una volta rispondete, anche solo per mandarmi a quel paese!

francesco.

DOSSIER CIMITERO: LA MORTE DI MAGLIANO

Consigliando a tutti di leggere il seguente post per comprendere fino a che punto Magliano cadrebbe in basso se permettesse la privatizzazione del cimitero, invitiamo tutti ad essere presenti domani alle 19:00 in sala consiliare dove verrà analizzata la bozza di convenzione da parte della commissione comunale competente. Vogliamo vedere le facce di coloro che approvano una cosa del genere!

Un'infamia, una vergogna, una schifezza.
Solo in questo modo è descrivibile la bozza di convenzione che il Comune ha intenzione di sottoscrivere con l'impresa Damiani Costruzioni s.r.l. per la concessione in "project financing" della progettazione, costruzione e gestione per almeno 30 anni del nuovo ampliamento del cimitero di Magliano Sabina.

Parlo di "almeno 30 anni" perchè è previsto che la concessione possa essere prorogata con accordo scritto tra le parti o "per consentire il rientro dei capitali investiti (?) e, in ogni caso sia prorogato di diritto fino al subentro di un nuovo gestore". Praticamente daremmo in mano ad un privato per almeno 30 anni il nostro cimitero, con grosse difficoltà a riappropiarci della concessione.

Facendo una somma delle varie fasi di costruzione, il tempo che la ditta impiegherebbe per terminare i lavori giunge, da contratto, fino al 25° anno della concessione. E' una menzogna quella che diceva che si sarebbero posseduti subito molti nuovi loculi! Inoltre, da contratto, è facoltà della ditta modificare sia il numero dei loculi che le tipologie dei loculi. Viene data carta bianca alla ditta.

Ma, sulla carta, quanti sono questi loculi? I loculi sono 1'954, dei quali solo 680 sono sociali, ossia solo il 34,80% di tutti i loculi costruiti. Secondo la bozza, nella prima fase dei lavori (che dura 4 anni) vengono consegnati solo 80 loculi sociali. Questi loculi sociali costano di media 1'870 euro grezzi più IVA più indice ISTAT. Tra i loculi sociali, nella prima fase, vengono costruiti solo 16 loculi al costo di 1'200 euro più IVA, ISTAT, lapide etc (questi loculi sono tra l'altra in quinta fila, in alto).
Riassumendo, in 4 anni di lavori si riescono a consegnare solo 16 loculi sociali a 1'200 euro (più tutto il resto da pagare)!
Sapendo che normalmente ogni anno a Magliano muoiono più di 50 persone, in 4 anni ben 186 famiglie si trovano a sborsare più di 2'000 euro per il solo loculo!

In realtà il grosso dei loculi sociali (270) viene costruito solo nell'ultima fase, ossia dopo venti anni dall'inizio della concessione. Ma dobbiamo anche aggiungere che ogni anno le tariffe vengono aggiornate dall'indice ISTAT. Inoltre, la ditta concessionaria ha la facoltà di modificare le tariffe "se ci siano variazioni eccessive dei costi di costruzione o gestione, se ci sia morosità dell'Amministrazione nel rilasciare provvedimenti".

S'era promesso che si sarebbero abbassati i prezzi dei loculi. Prima i loculi costavano 1'950 con lapide. Adesso costano 1'870 grezzi, senza lapide. Ma ci state prendendo in giro??

E ancora:

- i servizi affidati alla ditta sono illuminazione votiva, manutenzione ordinaria, arredo funerario ed epigrafi. Cosa ne pensano i nostri marmisti, fiorai, pompe funebri?

- perchè nel cimitero non sarebbe permessa la lavorazione e il taglio dei materiali a secco da parte dei muratori o marmisti di Magliano mentre per la ditta concessionaria queste norme non sarebbero applicate?

- perchè nelle tombe interrate è consentito solamente, come ornamento, apporre un cippo o una croce in testa alla fossa?

- perchè i titolari dei loculi, oltre il pagamento della dovuta tariffa, devono corrispondere un contributo annuale per le spese di mantenimento del cimitero?

- perchè i residenti da meno di un anno a Magliano devono pagare un surplus che va dal 20 al 50% in più rispetto ai residenti che vivono a Magliano da più di un anno?

- perchè la domanda per la concessione di un loculo sociale non si può fare se non in presenza di salma?

- perchè si deve pagare un surplus per assicurarsi il loculo del coniuge vicino (neanche tanto)  al proprio?

- perchè chi risiede a Magliano da meno di un anno non può chiedere la tomba sotto terra?

- perchè bisogna pagare tutto subito e massimo entro cinque giorni dall'assegnazione del loculo anche se non si utilizza il loculo stesso?

- perchè le spese postali che effettua la ditta concessionaria verso i titolari del loculo devono essere a spese degli utenti?

- perchè le tombe a terra vengono a costare 1'150 euro?

- perchè in 30 anni il comune può concedere ai meno abbienti solo 6 loculi gratuiti (ovvero solo 1 loculo ogni 100 tra quelli sociali)? E se esistono più persone che non possono permettersi la tomba?

Inoltre:

Magliano non potrebbe costruire altri cimiteri a meno che non siano stati concessi almeno l'85% dei loculi del progetto. Infine, il comune di Magliano dovrebbe pagare l'energia elettrica e l'acqua che usa la ditta concessionaria durante i lavori. Perchè?

Fin quando non avremo le risposte a queste nostre domande, fin quando non verrà affermato dall'Amministrazione che
il cimitero è e deve rimanere un servizio sociale senza permettere a NESSUNO di poter LUCRARE, Sabinamente alzerà gli scudi e proteggerà in ogni modo il diritto di ogni cittadino maglianese, di ogni anziano che non può permettersi questi prezzi da usurai, di poter riposare in pace.

Sabinamente non accetta questa privatizzazione, questa concessione ad un privato della cura dei nostri cari. Questa bozza di convenzione è da bruciare. Bruciamola adesso, per il bene di tutti  i maglianesi, vivi e morti.



Niccolò

martedì 5 febbraio 2008

Noi...felici pochi

Come ogni anno il nostro gruppo mascherato, oramai ribattezzato "gruppo storico tresette Monkey's Bar", ha cercato di animare il carnevale maglianese.
Abbiamo passato delle belle serate ad "acchittare" la macchina e preparare i vestiti.
Tormentone l'oramai celebre " et'è perfetta fume nun ne fa e poi et'era mia!"
Moltissime le birre consumate durante le ore trascorse al freddo gelido di Colle Micotti, sede del nostro storico bunker.
Un modo come un altro di rinsaldare sempre piu' la nostra amicizia!

P.S. Se vuoi vedere pubblicata la tua foto di carnevale mandala all'indirizzo francesco@sabinamente.info

Autovelox recidivi

I display degli autovelox sono tornati spenti. Di nuovo. Già ad agosto avevamo segnalato il loro non funzionamento con un nostro post. E torniamo a chiederci: sono disattivate anche le macchine fotografiche? Le multe eventuali sono valide?

Ma aggiungo: i display o dissuasori elettronici non servono praticamente a nulla. Una volta che ci si accorge che oltre il display non c'è l'autovelox, è pressoché inutile la presenza di questo costoso apparecchio. Se questi apparecchi sono stati comprati, ormai è acqua passata; ma se sono in affitto o comunque sono un servizio da pagare continuamente per la collettività, allora è inutile tenerli.

Niccolò

lunedì 4 febbraio 2008

RIUNIONE PUBBLICA MAGLIANO INSIEME

TRATTO DAL BLOG DI MAGLIANO INSIEME:

Martedì 05 Febbraio 2008 alle ore 21,00 è convocata una riunione nella nostra sede in Piazza Vittorio Veneto. L'ordine del giorno verterà principalmente sulla nuova bozza per la privatizzazione del Cimitero che verrà discussa Giovedì 7 Febbraio nella seduta della Commissione Consiliare Politiche del Territorio e sul Consiglio Comunale del 6 Febbraio. Sono state invitate tutte le Forze Politiche che hanno condiviso con noi la contrarietà alla cessione a privati del cimitero (UdC, PSI, Sinistra Democratica, Rifondazione Comunista, Alleanza nazionale, Verdi e Forza Italia) e l'Associazione Sabinamente. Estendiamo l'invito a tutti i cittadini che hanno a cuore il futuro del nostro paese. Vi aspettiamo.

domenica 3 febbraio 2008

Vogliamo sentire tutte le campane

Il web è uno spazio aperto a tutti e tutti hanno l'occasione di dire la propria, di fare un sito, di creare un blog, di commentare. A Magliano, sebbene i mezzi tecnologici presenti non giovino alla causa, è rifiorito il gusto del blog, e non possiamo che esserne contenti. Tanti blog significa tante voci, e tante voci significa avere molte più occasioni per comprendere la verità. Navigando abbiamo scoperto questo blog: maglianoperilpartitodemocratico.blogspot.com. Ci piacerebbe conoscere il loro punto di vista su Magliano e il punto di vista di tutti gli altri gruppi di Magliano, partiti, liste, associazioni o semplici cittadini. Alcuni gruppi già compiono questo lavoro e apprezziamo il loro impegno, indipendentemente dalle idee, condivisibili o meno. Crediamo che per implementare ancor di più queste nostre riflessioni, sentire tutte le campane non possa che giovare alla causa di una Magliano migliore.

Niccolò

sabato 2 febbraio 2008

Prima riunione del softair

Ieri sera nei locali del CIS ha avuto luogo la prima riunione del circolo Softair di Magliano. Molti gli appassionati che hanno deciso di aderire a questo nuovo progetto. Sono state presentate le armi già a disposizione del gruppo e l'equipaggiamento necessario per prender parte alle future "battaglie". Con la disponibilità economica degli sponsor e delle iscrizioni si cercherà il prima possibile reperire almeno una decina di fucili.
Comunicheremo successivamente sul blog il giorno della seconda riunione del circolo.

Niccolò
Related Posts with Thumbnails