In Evidenza

giovedì 30 giugno 2011

Rubati 320 euro nelle colonnine dei parcheggi

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

Dove mangiare e dove dormire a Magliano

E' disponibile un nuovo servizio sul blog: scopri dove puoi mangiare e dormire a Magliano! In queste due nuove pagine (a cui è possibile accedere dal link fisso nella barra di lato) sono indicati gli Hotel, agriturismi, Bed and Breakfast, case vacanze del paese, nonché i ristoranti, le pizzerie, le trattorie e osterie per poter gustare i piatti del nostro territorio. Se sei un'azienda che opera nel comune di Magliano e vuoi aggiungere i tuoi dati, contattaci su sabinamente@live.it. 


vedi qui dove dormire








vedi qui dove mangiare

mercoledì 29 giugno 2011

Compra Maglianese!

Il tesoro di Pambianchi: anche terreni a Magliano

dal sito de "Repubblica"


Auto di lusso, case, conti correnti e imbarcazioni. Terreni sparsi tra la Toscana, il Lazio e l'Umbria. Sono questi i beni sequestrati agli indagati coinvolti nella mega evasione fiscale da 600 milioni di euro che ha portato in manette il numero uno della Confcommercio Cesare Pambianchi, il suo socio Carlo Mazzieri e altri 44 tra imprenditori, commercialisti, intermediari e faccendieri. Per raggiungere gli oltre 92 milioni di euro, cifra a cui corrisponde il debito erariale non pagato dalle società che si sono servite dei meccanismi messi in piedi dallo studio dei commercialisti, i pm hanno confiscato oltre centoquaranta tra beni mobili e immobili. A volte addirittura appartenenti a società create ad hoc per gestirli. [...] Nei confronti dei titolari del gruppo Visa, esposti col fisco per 3 milioni di euro, i pm Sabina Calabretta, Francesca Loy e Francesco Ciardi hanno disposto il sequestro di quattro immobili a Roma, terreni a Magliano Sabina e due auto [...].

martedì 28 giugno 2011

Sanità: Carducci va a Rieti. Si attende il nuovo direttore sanitario del Marini

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

lunedì 27 giugno 2011

Ceramiche sabine, con un omaggio a San Pietro


Un grande piatto con disegnato lo scorcio di Via della Repubblica, e in fondo la Chiesa di San Pietro (di cui in questi giorni si sta festeggiando la ricorrenza). Questo è uno dei molti lavori svolti dal laboratorio "Terre Cotte Sabine" di Eleonora Colletti, che nel 1980 apre a Torri in Sabina un laboratorio di ceramica. Nel 1989 inizia una interessante esperienza di insegnamento della ceramica a Poggio Mirteto. Oggi il suo laboratorio si trova a Torri in Sabina dove opera e insegna insieme alla sua collaboratrice Bruna Soldà.
Questo è il loro sito. Per vedere ulteriori lavori che ritraggono gli scorci della nostra terra Sabina, clicca qui nella photogallery.

Emergenza rifiuti nel Lazio: Magliano tra i comuni morosi

dal blog "9online.it"


Emergenza rifiuti dalle discariche laziali: stop ai comuni morosi. L’ultimatum di FederLazio scatta il 28 giugno e riguarda anche Roma. Intanto si cerca un sito per la nuova Malagrotta.

Per il Lazio si stanno profilando 48 ore decisive oltre le quali c’è il «rischio Napoli», con la spazzatura lasciata a marcire per strada come sta accadendo in questi giorni a Pomezia. Dal 28 giugno le discariche della Regione non accoglieranno la spazzatura dei comuni morosi. [...] Il 29 giugno scade inoltre la proroga per Malagrotta, la discarica piu’ grande d’Europa che raccoglie i rifiuti di Roma, Fiumicino e Ciampino. Tra le proteste di chi non vuole la discarica dietro casa si sussegue la riffa di ipotesi sulla localizzazione del nuovo sito di raccolta. Dopo Allumiere e Riano, Testa di Cane e Fiumicino l’ultima riguarda un terreno a nord di Roma, ai confini con Riano: Pian dell’Orto (ndr, 30km in linea d'aria da Magliano).

DA RIANO PRONTI AD «AZIONI CLAMOROSE» – Il sindaco della cittadina Marinella Ricceri ha gia’ espresso la sua contrarieta’ con una lettera alla Polverini. «Riano e i suoi cittadini oggi sono costretti ad affrontare già importanti problemi – afferma – come quello del presunto abusivismo edilizio, per cui aggiungerne un altro e di tali dimensioni sarebbe come uccidere il nostro paese. Non siamo disponibili ad ospitare nessuna discarica, tantomeno siamo disposti ad accettare decisioni prese sulle nostre teste. Le chiediamo, a tutela della tranquillità dei cittadini e della salvaguardia del nostro territorio, di chiarire la situazione e di scongiurare che Riano diventi la discarica di Roma. Se così non fosse, – conclude Ricceri – il Comune di Riano è disposto a schierarsi al fianco dei propri cittadini, pronti ad intraprendere azioni clamorose a difesa della propria qualità di vita».

ZINGARETTI: «NO A MAXI DISCARICA» – Getta acqua sul fuoco della polemica il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti: «Credo che non ci sarà mai una nuova Malagrotta e su questo le parole della Regione ci confortano e cioè mai più una discarica con quelle caratteristiche. Vedremo se con un ciclo integrato dei rifiuti ci sarà bisogno di piccoli luoghi provvisori». «Ne dobbiamo discutere – ha aggiunto Zingaretti – con grande senso di responsabilità. Il nostro compito è quello di evitare che si arrivi alla catastrofe napoletana. Noi non sappiamo nel merito le scelte della Regione che si stanno determinando. Con la Regione c’è una buona collaborazione fondata sulla necessità di lavorare insieme per risolvere i problemi in momenti delicati come questo. Ora dobbiamo continuare su questa strada e attendiamo le scelte della Regione».

L’ULTIMATUM DI CERRONI – Intanto gli imprenditori di Federlazio capeggiati da Manlio Cerroni, titolare di Malagrotta, vanno ribadiscono che «dal 28 giugno non verranno accolti in discarica i rifiuti solidi urbani provenienti dai comuni morosi del Lazio». La cifra reclamata – morosi sarebbero una quarantina di comuni, Roma in primis per una settantina di milioni di euro – si aggira in totale sui 220 milioni di euro.

LA CGIL: «POTENZIARE IL PORTA A PORTA» – Secondo il segretario della Funzione Pubblica Cgil del Lazio, Lorenzo Mazzoli, in occasione di un convegno sui rifiuti in corso all’Auditorium di via Rieti, a Roma «bisogna puntare sul porta a porta spinto in tutto il Lazio, tenendo presente che Roma produce il 75% dei rifiuti della regione. In alcuni quartieri di Roma, dove viene sperimentato il porta a porta si è passato dall’iniziale 70% al 30%, a dimostrazione del fatto che l’attenzione è tutta puntata sulla politica delle discariche».

ELENCO DEI COMUNI MOROSI (tratto da: AffariItaliani):
Affile, Agosta, Albano Laziale, Amatrice, Ariccia, Anticoli Corrado, Anzio, Ardea, Arsoli, Borbona, Borgorose, Camerata Nuova, Campagnano di Roma, Cantalice, Cantalupo in Sabina, Capodimonte, Capranica, Caprarola, Carbognano, Casperia, Castelgandolfo, Castel Madama, Castelnuovo di Farfa, Cerreto Laziale, Cervara di Roma, Ciampino, Ciciliano, Cittaducale, Cittareale, Civitella San Paolo, Colli sul Velino, Concerviano, Configni, Contigliano, Cottanello, Fiamignano, Fiano Romano, Forano, Frasso Sabino, Fiumicino, Fontenuova, Genzano, Gerano, Jenne, Lanuvio, Latera, Latina, Leonessa, Licenza, Longone Sabino, Magliano Sabina, Mandela, Manziana, Marano Equo, Marcellina, Marcetelli, Marino, Mazzano, Mentana, Micigliano, Montenero Sabino, Montasola, Montebuono, Monterotondo, Monteleone Sabino, Montopoli di Sabina, Montorio Romano, Moricone, Morlupo, Morro Reatino, Nazzano, Nemi, Nerola, Nespolo Sabino, Nettuno, Onano, Oriolo Romano, Orte, Palombara Sabina, Percile, Pescorocchiano, Petrella Salto, Piansano, Pisoniano, Poggio Bustone, Poggio Catino, Poggio Mirteto, Poggio Nativo, Poggio San Lorenzo, Pomezia, Ponzano Romano, Posta, Rieti, Rignano Flaminio, Rivodutri, Roccantica, Roccagiovine, Rocca Sinibalda, Roiate, Roma, Ronciglione, Sacrofano, Sant’Oreste, Saracinesco, Selci Stimigliano, Subiaco, Sutri, Tarano, Terracina, Tivoli, Toffia, Torricella, Torri in Sabina, Torrita Tiberina, Turania, Vacone, Valentano, Vasanello, Vicovaro, Villa S. Giovanni in Tuscia.

domenica 26 giugno 2011

Olio della Sabina, una delegazione internazionale per conoscerlo meglio

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

Mara Centro estetico tra le imprese eccellenti del Lazio

dal sito de "Il Tempo - Lazio Nord"


È stato presentato, nel corso di un evento realizzato nell'Hotel Radisson Blu a Roma, il Repertorio delle Imprese Eccellenti del Lazio. Cinque le imprese reatine incluse nel catalogo che ne comprende 23: Mara Centro Estetico di Magliano Sabina, Global Ecology Industria di Rieti, Vetro Sabina e Modoal di Fara in Sabina, Cartoleria Moderna di Rieti, ma anche due delle otto premiate: Cartoleria Moderna per l'innovazione dei processi e Modoal premio speciale per imprese in rete. L'iniziativa è stata sviluppata dalla Cna Lazio con Cna Innovazione Emilia Romagna. Grande la soddisfazione della Cna di Rieti (dirigente Enza Bufacchi) per le caratteristiche delle imprese premiate, per la qualità degli imprenditori e delle imprenditrici che le guidano, per la passione che mettono nello svolgimento del loro lavoro [...].

sabato 25 giugno 2011

Frana di Santa Croce, parte il risanamento

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

venerdì 24 giugno 2011

La contro-raccolta firme per la sanità sui giornali

Ricordiamo come anche il nostro vero secessionismo nacque da un articolo
provocatorio pubblicato sempre sul Corriere di Rieti e della Sabina, a firma dell'amico Paolo Di Basilio. Chissà cosa nascerà da questo articolo di Sara. Di certo, non siamo moderni Don Chischotte. Siamo pronti a mettere in piedi questaprovocatoria iniziativa di protesta, assieme a chiunque lo riterrà opportuno, magari utilizzandola come base di discussione per arrivare a un qualcos'altro .Mettiamo a disposizione la nostra mail(sabinamente@live.it) e tra una settimana faremo il punto della situazione. 

dal sito de "Il Corriere di Rieti"



Ringraziamo Sara per lo spazio datoci sul Corriere!

giovedì 23 giugno 2011

"Marini": la presa di posizione dei sindacati

Festa di Foglia: S. Serena e sagra della lumaca

dal blog "Fogliaonline"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

Rifiuti pericolosi abbandonati: sequestrata l'area

dal sito de "Il Tempo - Lazio Nord"


[...] A Magliano Sabina i carabinieri hanno sequestrato un appezzamento di terreno in località Collerampo. Qualcuno aveva infatti abbandonato sul posto rifiuti speciali pericolosi: eternit, pneumatici, materiale ferroso, plastico e vetro. L'area in questione è stata dunque circoscritta, in attesa che venga emessa l'ordinanza di ripristino dello stato dei luoghi da parte di Comune e Provincia.  El. Sar.

mercoledì 22 giugno 2011

Ministeri decentrati: e la sanità no?

La Polverini si scaglia contro le richieste della Lega che vuole decentrare i ministeri per il territorio nazionale, chiedendo anche una raccolta firme diffusa su tutto il Lazio e diretta ai sindaci dei comuni della Regione. A tal proposito richiede anche l'intervento di Giorgio Napolitano che "può richiamare ciascuno di noi al dettato costituzionale: l’articolo 114 dice con chiarezza che Roma è la Capitale e che è sede di governo. Questo è un elemento importante". Aggiunge inoltre che essendo i ministeri parte del governo, i ministeri devono rimanere presso la sede del governo, cioè Roma.
A questo punto vorremmo chiedere anche noi l'intervento di Napolitano per avere chiarimenti sulla distribuzione dei servizi sanitari essenziali.
Perché gli ospedali, che non sono "parte del governo", bensì servizi essenziali, stanno tutti, e quasi soltanto, a Roma? La sanità, che è diritto inalienabile dei cittadini, non è prevista dalla Costituzione soltanto a Roma. Almeno questi (gli ospedali) sarebbe necessario distribuirli per il territorio. 


Questo post è inizialmente nato come "aggiornamento di stato" sul nostro profilo facebook., dove un paio di giorni fa abbiamo scritto: La Polverini si avvia ad iniziare una raccolta firme per impedire di farsi portare via i Ministeri da Roma... e se qui raccogliessimo firme per il motivo opposto? Giusto per fargli capire come sia deleterio togliere risorse ad un territorio...."

Quella che nasce come provocazione (lo fu anche il vero vento secessionista...), potrebbe tramutarsi in una azione dimostrativa che darebbe sicuramente eco e che potrebbe essere una ulteriore manifestazione dell'insofferenza, dello sdegno e dei disagi che questo territorio subisce dalla carenza di reali strutture sanitarie.
Se po fa?

martedì 21 giugno 2011

XXI Sagra degli strozzapreti

(clicca sull'immagine per ingrandire)

lunedì 20 giugno 2011

Prima vittoria per Simone Serinaldi, nel Campionato Italiano Minimoto


Prima vittoria in carriera per il giovanissimo maglianese Simone Serinaldi, che nel Campionato Italiano Minimoto (torneo di livello nazionale), sul circuito di Corridonia, nella giornata di domenica 19 giugno, è riuscito a salire sul gradino più alto del podio. Simone, che da anni si dedica alla guida di queste piccole due ruote, è riuscito ad aggiudicarsi la vittoria di tappa della propria categoria (SAV), classe dedicata agli esordienti, in una gara conclusasi al cardiopalma con un arrivo di ben sei piloti in otto decimi. Con questa vittoria Simone si avvicina, grazie agli 87 punti in carniere, a Fusco (99). Ma il campionato ancora non è finito: prossimo appuntamento a San Mauro Mare il 23 e 24 luglio. Possono essere altre le soddisfazioni che Simone potrà prendersi e far prendere al proprio paese.

Il Pd chiede un incontro sul Marini

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

domenica 19 giugno 2011

Ok dei sindaci alle richieste di Magliano sul Marini

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

La voce del Comitato sui giornali

fonte blog "Terra"
Aggiungiamo come nota che trattasi del "Comitato degli utenti" e non del "Comitato Salviamo il Marini".

sabato 18 giugno 2011

Avviati studi per un impianto di biomasse

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

venerdì 17 giugno 2011

Marini: la parola alla regione Lazio

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

giovedì 16 giugno 2011

Alla Regione la decisione sul Marini, al comune sulla medicina cinese

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

9° Sagra degli Gnocchi

Comune di Magliano Sabina
Pro Loco
Comitato Angeli

organizzano

9° Sagra degli Gnocchi


17-18-19 giugno 2011

Loc. Angeli - Magliano Sabina

Le serate saranno allietate da musica dal vivo:

17 giugno: Trio "Francesco Band"
18 giugno: Trio "Tris d'assi"
19 giugno: duo "Gilema"

Menu prezzo fisso 13 €:
Sfizio di gnocchi, grigliata mista di carne locale, insalata o patate fritte

mercoledì 15 giugno 2011

Gianani recidivo: rimandato l'incontro sul Marini

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

E' stato rimandato, a data da definire, l'incontro che sarebbe dovuto avvenire questamattina nel presidio sanitario "Marzio Marini" di Magliano Sabina tra il direttore generale della Asl Rodolfo Gianani e alcuni sindaci della Bassa Sabina. La comunicazione è arrivata via fax alla direzione sanitaria del Marini, nello stesso modo in cui era stata annunciata la riunione. E proprio come nella prima comunicazione poche sono le spiegazioni che cancellano l'incontro. La motivazione ufficiale parla di un rinvio dell'incontro che il direttore Gianani avrebbe dovuto invece avere in Regione ieri, al 3 giugno, e che sarebbe stato materia di discussione della riunione di oggi con i sindaci sabini.

martedì 14 giugno 2011

Contributo integrativo per il pagamento dei canoni di locazione


La Regione Lazio, con deliberazione di Giunta Regionale n. 321 del 8 maggio 2009, pubblicata sul B.U.R. Lazio n° 19 del 21 maggio 2009, ha approvato i criteri e le modalità di ripartizione del fondo regionale per la concessione di contributi integrativi ai conduttori meno abbienti per il pagamento dei canoni di locazione dovuti ai proprietari di immobili.

Le domande dei richiedenti possono essere presentate al Comune a partire dalla data di pubblicazione del presente bando e per i successivi 30 giorni dalla pubblicazione.

La domanda di partecipazione al bando dovrà essere compilata unicamente su modelli messi a disposizione dal competente ufficio comunale e dovrà pervenire a mezzo posta con raccomandata A.R. da inviare al Comune di Magliano Sabina (Rieti) entro e non oltre il termine perentorio del 15-6-2011 (farà fede la data di spedizione postale), pena l’esclusione dal contributo.

L'incontro sulla sanità al Manlio

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

lunedì 13 giugno 2011

Quorum raggiunto anche a Magliano


Mentre a livello nazionale è certo il passaggio del quorum con una percentuale che si assesta intorno al 57%, ed è certo anche il risultato positivo dei referendum (prime schede scrutinate con oltre il 95% di SI'), anche a Magliano è stato raggiunto il quorum con oltre il 55%. A livello provinciale l'affluenza è stata leggermente più alta al 56,7%.


Ecco qui di seguito i dati definitivi sull'affluenza per ogni scheda:
1) servizi pubblici locali: 55,53%
2) tariffa dell'acqua: 55,53%
3) energia elettrica nucleare: 55,53 %
4) legittimo impedimento: 55,50%

Premesso che a Magliano gli elettori aventi diritto sono 3007, riportiamo l'analisi dei voti del SI, NO, schede bianche e nulle:
1) servizi pubblici locali (1670 votanti): 1582 SI' (96,17%), 63 NO (3,83%), 14 Bianche (0,83%), 11 Nulle (0,65%);
2) tariffa dell'acqua (1670 votanti): 1581 SI' (95,70%), 71 NO (4,30%), 10 Bianche (0,59%), 8 Nulle (0,47%);
3) energia nucleare (1670 votanti): 1576 SI' (95,05%), 82 NO (4,95%), 6 Bianche (0,35%), 6 Nulle (0,35%);
4) legittimo impedimento (1669 votanti): 1556 SI' (94,88%), 84 NO (5,12%), 17 Bianche (1,01%), 12 Nulle (0,71).

domenica 12 giugno 2011

Referendum/Affluenza: a Magliano vota il 37,91%, alle 22

La giornata di domenica si chiude con una quota di affluenza leggermente inferiore alle percentuali nazionali. Mentre nel territorio della provincia i dati sembrano assestarsi intorno al 39%, nel territorio nazionale la percentuale si assesta intorno al 41%. La cifra definitiva per Magliano è quindi 37,91%, ma non per tutti i quesiti: difatti per il legittimo impedimento (scheda n.4) la percentuale è di poco più bassa, al 37,87%.

Referendum/Affluenza: a Magliano vota il 27,83%, alle 19

Magliano segue la media provinciale (che naviga attorno al 28%), ma rimane sotto quella nazionale (più alta attorno al 30%). A Magliano stessa percentuale per tutte e 4 le schede: 27,83%. Si sono riscontrate, nelle ore di punta pomeridiane, anche qualche fila fino a 10 persone nel seggio n.° 2, presso le scuole.

Mercoledì colloquio Graziani-Gianani sulle sorti del Marini

dal sito de "Il Corriere di Rieti"


(clicca sull'immagine per ingrandire)

Referendum/Affluenza: a Magliano vota il 10,77%, alle 12

Affluenza in linea con la provincia, e leggermente più bassa del trend nazionale per i seggi di Magliano. Alle ore 12 è stata raggiunta una affluenza del 10,77% per tutti i 4 referendum.

Qui il quadro della provincia (da "Il Giornale di Rieti")

Superata anche in provincia di Rieti la soglia delle due cifre per quanto riguarda l'affluenza alle urne alle ore 12 di oggi, relativamente a tutti e quattro i quesiti. Secondo i dati della prefettura di Rieti, è stata pari al 10,10% per i primi tre quesiti e pari al 10,09% per il quarto quesito la percentuale media di reatini che si è recata alle urne a fronte di un dato che va dall'11,56 al 11,63% registrato a livello nazionale.

Il capoluogo reatino si ferma al 9,67% per i primi tre quesiti (due sull'acqua e uno sul nucleare) ed al 9,66% per il quarto (legittimo impedimento), mentre a tirare su la media sono i cittadini dei tre comuni di Borbona (15,43%), Casperia (15,51%) e Collegiove (15,11%). Tra i comuni che hanno registrato finora la minore partecipazione della cittadinanza all'appuntamento referendario spiccano Colli sul Velino (5,54%), Posta (5,75%), Vacone (5,75%) e Poggio Moiano (8,66%).

Le urne rimarranno aperte fino alle 22 di oggi e poi domani dalle 7 alle 15. A livello nazionale, era dal 1985 che non succedeva che l'affluenza alle urne superasse le due cifre alle ore 12 del primo giorno di votazione.

sabato 11 giugno 2011

Oculistica e diabetologia restano al Marini

dal sito de "Il Corriere di Rieti"


(clicca per ingrandire)

La visita furtiva del sub commissario e di Gianani sui giornali




dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sulle immagini per ingrandire)

dal sito de "Il Tempo - Lazio Nord"

Nelle ultime settimane i segnali positivi provenienti dalla Pisana sono stati molti e ieri si è avuta la conferma che, per Magliano e l'ospedale Marzio Marini, le cose potrebbero migliorare a breve. La struttura è stata visitata infatti dal sub commissario alla sanità della Regione Giuseppe Spata, il quale, in compagnia del consigliere regionale Lidia Nobili, del Sindaco Alfredo Graziani e del direttore generale della Asl Rodolfo Gianani, ha effettuato un attento sopralluogo. Durante l'incontro il vicepresidente della commissione regionale sanità Lidia Nobili ha fatto proprie le richieste più volte inoltrate alla Regione dal Sindaco Graziani, in sostanza il mantenimento di un punto di primo soccorso con medici ospedalieri 24 ore su 24, l'attivazione della day surgery e di alcuni posti letto per acuti. Contestualmente l'obiettivo dei maglianesi è quello di mantenere inalterata l'attività ambulatoriale, evitando ridimensionamenti o trasferimenti, cosa che sta accadendo proprio in questi giorni in virtù dei decreti di riorganizzazione della rete ospedaliera. Quest'ultima richiesta, secondo quanto riferito proprio dalla Nobili, avrebbe trovato il consenso del sub commissario Spata che si sarebbe impegnato a mantenere l'attività ambulatoriale. «Sono certa che l'assessorato alla sanità regionale - ha dichiarato Nobili - saprà interpretare l'amarezza e la protesta della popolazione di Magliano Sabina offrendo le opportune e necessarie risposte».

venerdì 10 giugno 2011

2° Sagra della Pasta all'uovo a Berardelli

Associazione ricreativa culturale Berardelli
Comune di Magliano Sabina

organizzano 

la 2° Sagra della Pasta all'Uovo

Berardelli, Magliano Sabina (RI)

10 - 11 -12 giugno 2011


VENERDI 10:
ore 19:00 - Torneo di calcio a 2
ore 20:00 - Apertura stand gastronomico
ore 21:00 - orchestra Andrea e Gianni
ore 23:00 - Pizze fritte

SABATO 11:
ore 19:00 - Torneo di calcio a 2
ore 20:00 - apertura stand gastronomico
ore 21:00 - I Gilema
ore 23:00 - Pizze fritte

DOMENICA 12:
ore 20:00 - apertura stand gastronomico
ore 21:00 - Duo Proietti
ore 21:30 - Finali del torneo di calcio a 2

MENU FISSO: Antipasto, primo a scelta, grigliata o straccetti, contorno - 15 €
o MENU A SCELTA

Nominato nuovo vescovo della diocesi Sabina


Il Papa ha nominato vescovo di Sabina-Poggio Mirteto (Rieti) monsignor Ernesto Mandara, finora vescovo titolare di Torre di Mauritania e ausiliare della diocesi di Roma. Nato a Positano (Salerno) il 24 luglio 1952, ordinato sacerdote il 22 aprile 1978 per l'arcidiocesi di Amalfi-Cava de Tirreni, mons. Mandara è stato assistente del Pontificio Seminario Romano Maggiore in Roma, dal 1979 al 1983. Nel 1983 è stato nominato Vice-Rettore, ufficio che ha ricoperto fino al 1990. E' stato parroco di S. Maria delle Grazie al Trionfale in Roma dal 1990 al 2002.

Dal 2002 ha diretto l'ufficio Edilizia Culto e ed è stato segretario dell'Opera Romana per la Preservazione della Fede e la Provvista di nuove Chiese presso il Vicariato di Roma. Eletto alla Chiesa titolare di Torre di Mauritania e nominato Vescovo Ausiliare di Roma il 2 aprile 2004, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 5 giugno dello stesso anno.

Altre info: Romasette, Cei

Si cercano soluzioni per l'arsenico nelle tubature

dal sito de "Il Corriere di Rieti"


(clicca sull'immagine per ingrandire)

giovedì 9 giugno 2011

La Uil lancia una class action contro la Regione per il recupero dell'Irpef

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

Al teatro Manlio di Magliano Sabina un incontro sui temi caldi della sanità. La Uil-Fpl: “Chiediamo indietro i soldi dell’Irpef”

Lavoratori, cittadini, sindacati, sindaci dei Comuni della Sabina e politici (“ma questi come ospiti”). Tutti insieme per un confronto sui temi della sanità e dei servizi sottratti al territorio dalla riorganizzazione messa in atto dal commissario Polverini, in programma per le 18 di oggi al teatro Manlio di Magliano Sabina. Le ultime, note vicende finite sulle cronache locali i temi dell’incontro organizzato dalla Uil (presenti il segretario regionale della Fpl, Biserna, della Uilp pensionati, Crostella, il segretario provinciale Uilp, D’Andrea, il segretario generale della Uil Rieti, Paolucci, e Formichetti della Uil-Fpl): dal decreto 80 alla paventata chiusura del servizio di oculistica (sventata grazie alla mobilitazione sindacale e all’intervento della Regione) passando per la diabetologia, il pronto soccorso e gli altri nodi irrisolti della sanità maglianese e del territorio tutto (segue sotto tutto l'articolo, clicca sull'immagine per ingrandire).


mercoledì 8 giugno 2011

I 4 referendum: cosa realmente andiamo a votare


Il referendum è uno strumento di democrazia diretta popolare garantito dalla Costituzione. I referendum che verranno svolti nei giorni del 12 e 13 giugno sono di natura abrogativa, ossia richiedono l'eliminazione dall'ordinamento di norme, articoli o parti di articoli indicati dai promotori ed vagliati formalmente dalla corte di cassazione e corte costituzionale.
Ciò significa che se per uno o più quesiti prevarrà il sì, quella materia verrà interpretata ed applicata senza quella parte di testo che è stata eliminata, indipendentemente dalle intenzioni di coloro che hanno influito sulla modifica del testo, ma semplicemente basandosi sulla letteralità della norma rimanente. Il successo del SI' necessita un tasso di votanti pari al 50%+1 degli aventi diritto al voto.

Passiamo all'analisi di ogni scheda.

1) La prima scheda affronta il tema della gestione dei servizi pubblici locali.


TESTO DEL QUESITO
Volete voi che sia abrogato l'art. 23-bis (Servizi pubblici locali di rilevanza economica) del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 recante «Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria», convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, come modificato dall'art. 30, comma 26, della legge 23 luglio 2009, n. 99, recante «Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia», e dall'art. 15 del decreto-legge 25 settembre 2009, n. 135, recante «Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per l’esecuzione di sentenze della corte di giustizia della Comunità europea», convertito, con modificazioni, dalla legge 20 novembre 2009, n. 166, nel testo risultante a seguito della sentenza n. 325 del 2010 della Corte costituzionale?

Interessante la valutazione degli effetti, chiarita in primis dalla Corte Costituzionale nella sent. 24/2011. Un risultato positivo del primo referendum comporterebbe - afferma la Consulta - "l’applicazione immediata nell’ordinamento italiano della normativa comunitaria (come si è visto, meno restrittiva rispetto a quella oggetto di referendum) relativa alle regole concorrenziali minime in tema di gara ad evidenza pubblica per l’affidamento della gestione di servizi pubblici di rilevanza economica".

Un risultato positivo del primo quesito comporterebbe "la reviviscenza della disciplina comunitaria, e in particolare dei «requisiti minimi indispensabili» richiesti dall’Unione europea perché sia garantita la concorrenza nel settore dei servizi pubblici locali (tendenzialmente già presenti nell’art. 113 TUEL dopo le modifiche del 2001). Verrebbe quindi meno il favor discrezionalmente manifestato dal legislatore italiano nel 2008 per la gara [con conseguente obbligo di esternalizzazione del servizio ad un soggetto totalmente privato ovvero ad un soggetto misto con la presenza minima del capitale privato al 40%]. Si tornerebbe invece a quella situazione di indifferenza del legislatore nazionale rispetto alla scelta della forma di gestione che ha caratterizzato la stagione 2001-2008: il modello dell’«in house providing» (secondo i requisiti comunitari) tornerebbe ad essere un modello ordinario di gestione che non richiederebbe la dimostrazione di un contesto «eccezionale» di fallimento del mercato da parte dell’ente locale. Ad esso si potrebbe ricorrere semplicemente in ragione di una autonoma valutazione politica dell’ente di riferimento, titolare della responsabilità del servizio. Inoltre, continuerebbe ad avere cittadinanza il modello della società mista con la possibilità di una partecipazione dei privati anche inferiore al 40% del capitale" (Treccani.it, Alfredo Moliterni). Un risultato negativo comporterebbe invece la sussistenza della disciplina attuale, cioè della preferenza per la gara, e obbligo di esternare il servizio a soggetto totalmente privato o misto con presenza minima del capitale privato al 40%.

TESTI DI LEGGE: Attuale disciplina per il servizi pubblici dell'art. 23bis

2) La seconda scheda affronta il tema dei criteri per stabilire il prezzo della tariffa del servizio idrico integrato. Non si affronta né il tema della privatizzazione dell'acqua, né quello della gestione privata. Difatti l'acqua è, e rimane, per legge un bene pubblico, e la gestione privata è comunque già realtà, con la presenza di molte aziende private o pubblico/private che gestiscono il rifornimento idrico.


TESTO DEL QUESITO
Volete voi che sia abrogato il comma 1 dell'art. 154 (Tariffa del servizio idrico integrato) del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante «Norme in materia ambientale», limitatamente alla seguente parte: «dell'adeguatezza della remunerazione del capitale investito»?

Un risultato positivo del secondo referendum comporterebbe che nel calcolo della tariffa del servizio idrico integrato non si prende in considerazione il criterio della adeguata remunerazione del capitale investito, ossia del corrispettivo del soggetto che ha investito una determinata somma di denaro nel servizio, bensì il calcolo della tariffa soggiacerebbe agli altri criteri rimasti, cioè "la qualità della risorsa idrica e del servizio fornito, le opere e gli adeguamenti necessari, l'entità dei costi di gestione delle opere, i costi di gestione delle aree di salvaguardia, nonché una quota parte dei costi di funzionamento dell'Autorità d'ambito".
Un risultato negativo non comporterebbe alcun cambiamento, ossia tra i vari criteri per la definizione della tariffa del servizio idrico integrato rimarrebbe anche "l'adeguata remunerazione del capitale investito".

TESTI DI LEGGE: decreto legislativo 152/2006, norme in materia ambientale.

3) La terza scheda affronta il tema del nucleare e della Strategia energetica nazionale. Il quesito referendario è stato soggetto a modifica da parte del c.d. "decreto omnibus", art. 5. La cassazione ha successivamente deciso di far scivolare la decisione popolare dalla norma precedente all'art. 5 del decreto stesso. Questo spostamento comporta influenti conseguenze sull'esito del voto, poiché l'oggetto del referendum è cambiato.


TESTO DEL QUESITO
Volete voi che siano abrogati i commi 1 e 8 dell'articolo 5 del decreto-legge 31/03/2011 n.34 convertito con modificazioni dalla legge 26/05/2011 n.75?

Un risultato positivo del terzo referendum non avrebbe esiti diretti nei confronti delle scelte politiche future in campo energetico, bensì esprimerebbe soltanto in maniera indiretta l'intenzione popolare sul tema. Il comma 1 dichiara che "non si procede alla definizione e attuazione del programma di localizzazione, realizzazione ed esercizio nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare". L'eventuale abrogazione di una norma abrogatrice potrebbe avere effetti paradossali: negare una negazione significa poter e/o dover affermare qualcosa. Quindi l'abrograzione del comma 1 permetterebbe agli organi politici competenti di emanare in futuro norme relative a piani energetici, anche nucleari. Il comma 8 impone invece al Governo di adottare entro i prossimi 12 mesi una Strategia energetica nazionale.
Quindi, in caso di vittoria del Sì, stando alla lettera del quesito, il Governo non sarebbe autorizzato ad adottare la Strategia energetica nazionale, cioè il piano generale con cui si decidono gli investimenti, le priorità, i settori su cui investire, comprese le energie rinnovabili.
Un risultato negativo permetterebbe al governo di adottare la Strategia energetica nazionale.
Per effetto dell’abrogazione effettuata dal governo, tra l’altro, anche una vittoria del Sì non avrebbe effetti concreti sul fronte dell’energia nucleare ma soltanto effetti simbolici: in ogni caso questo o un altro Governo un giorno o l’altro potrebbero legittimamente introdurre il ricorso all’energia nucleare.

TESTI DI LEGGE: art. 5 del decreto legge 34/2011 (compresi comma 1 e 8).

4) La quarta scheda affronta il tema del legittimo impedimento.


TESTO DEL QUESITO
Volete voi che siano abrogati l'art. 1, commi 1, 2, 3, 5 e 6, e l'art. 2 della legge 7 aprile 2010, n. 51, recante «Disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza», quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 13-25 gennaio 2011 della Corte costituzionale?

Un risultato positivo del quarto referendum comporterebbe la completa espunzione della legge sul legittimo impedimento. Un risultato negativo comporterebbe la permanenza del legittimo impedimento così come interpretato dalla corte costituzionale, ossia l'ammissione del legittimo impedimento soltanto se rilevato esistente dal giudice nel caso concreto.

TESTI DI LEGGE: Il legittimo impedimento come era al momento della sua emanazione.
Oggi da quel testo è stato cancellato il comma 4 dell'art. 1, ed il comma 3 è interpretato in maniera tale da prevedere che il giudice valuti in concreto, a norma dell’art. 420-ter, comma 1, cod. proc. pen., l’impedimento addotto (Sent. 23/2011 Corte Cost., Dispositivo).

Niccolò

Convegno sul nucleare

(dal blog "Magliano Democratica")

martedì 7 giugno 2011

Uil: "Ripartire da Magliano per ottenere qualcosa per l'ospedale"

dal sito de "Il Corriere di Rieti"
(clicca sull'immagine per ingrandire)

lunedì 6 giugno 2011

Gente di Magliano: la Golden Age

Golden Age Eventi, ossia una agenzia di public relations ed organizzazione di  eventi made in Magliano Sabina. Chi c’è dietro? Mattia del Frate, giovane ambizioso che decide di mettere la testa a posto e impegnarsi in quello che si sta dimostrando essere il sogno della sua vita.

Parlaci un pò di te….

"Nasco in Brasile a Itabuna, stato di Baiha il 25 Novembre del 1988 e mi trasferisco in Italia all’età di 4 anni, venendo a vivere a Magliano Sabina, facendo subito amicizia fin da bambino con quelli che sarebbero diventati i miei nuovi compagni di vita. Da subito dimostro una sfrenata passione per il calcio entrando nelle giovanili della Polisportiva Maglianese per giocare poi anche con la Narnese Calcio. Tra molta vivacità l’infanzia e l’adolescenza scorrono felici e spensierate. Ho trovato alcuni problemi con la scuola, dove 
la voglia di studiare non era effettivamente quella che ci sarebbe voluta, ma cambiamenti di amicizie e i primi amori possono giocare questi scherzi. Presa la maturità entro nel mondo del lavoro con esperienze presso l’Autogrill e alcune agenzie assicurative di zona, intramezzate anche da brevi esperienze come indossatore. Ma finalmente trovo il mondo che fa per me e sul quale 
voglio investire il mio futuro. Dapprima inizio a collaborare con importanti realtà locali come ad esempio il “Jasmine” nelle vesti di PR, fin quando non decido di fondare una mia creatura: la GOLDEN AGE EVENTI."



Ok adesso allora è tempo di fare qualche domanda....



Spiegaci cosa intendi realizzare tramite la Golden Age…



"Con la Golden il concetto é chiaro. Organizzare eventi, spettacoli, serate per ragazzi in modo da provare a dare un senso di unione alla gioventù locale e non solo, e provare con queste serate a regalare un pizzico di felicità in più alle persone. Credo molto in questo progetto e spero di farcela, ma soprattutto di non deludere nessuno."



Come ti vedi tra 10 anni?



"Spero vivamente di trovarmi a riflettere sul fatto di aver creato qualcosa di buono, in compagnia di poche persone, ma quelle vere, che ci sono sempre state e che sempre ci saranno." 



Magliano Sabina: più opportunità oppure una zavorra per chi vuole volare più alto?



"Nessuna zavorra, tutte le esperienze positive e negative le ho maturate qui, e la realtà che ho vissuto e vivo mi aiutano giorno dopo giorno a maturare sempre più esperienza. Amo Magliano e spero di portare qualcosa di buono e positivo con questa mia nuova realtà."



Sabinamente ti ringrazia e ti manda un grande in bocca al lupo....

Gocce di Polifonia al Castello di foglia

L'associazione Culturale G.G.Carissimi

Castello di Foglia

organizzano

per "Incontri Corali a Magliano Sabina"

"Gocce di Polifonia"
nella città sotterranea
del Castello di Foglia

con

- Coro itinerante "Sine Nomine"
dir. F. Proietti e M. Piazza

- Coro Polifonico "G.G.Carissimi"
dir. M. Piazza

domenica 12 giugno ore 18:00

Castello di Foglia (Magliano Sabina)

INGRESSO LIBERO

(clicca sull'immagine per ingrandire)

domenica 5 giugno 2011

Anche quest'anno riparte il Centro Estivo!


Anche per l'estate 2011 avranno luogo i centri estivi nel comune di Magliano. La fascia d'età coperta va dai 6 anni ai 14 (ossia i nati dal 01.01.1997 al 31.12.2005). Ma quest'anno verrà realizzato anche in Centro estivo Baby, per i bambini dai 3 a 5 anni.

PERIODO DI EFFETTUAZIONE, ORARI: Dal 1 al 29 luglio 2011, dal lunedì al venerdì, dalle ore 09,00 alle ore 13,00 (è garantita comunque la vigilanza sui minori, dalle ore 08,00 alle ore 09,00 e dalle ore 13,00 alle ore 14,00).
E' prevista la possibilità di prolungare l'orario di attività del Centro anche alle ore pomeridiane e/o serali nonché alla giornata del sabato. In tali casi, le famiglie verranno preventivamente informate per le opportune e necessarie autorizzazioni.
SEDE DEL CENTRO: La sede del Centro è ubicata in Magliano Sabina presso la scuola statale dell'infanzia, Via Principe di Piemonte. Le attività giornaliere del centro iniziano e terminano presso la predetta sede. ATTIVITÀ' SVOLTE NELL'AMBITO DEL CENTRO: Le attività da svolgersi nell'ambito del centro, sono ancorché non a titolo esaustivo, quelle di seguito elencate: Attività sportive (nuoto, calcetto, palla a volo, palla a mano, arrampicata su parete ecc.); Giochi, gare e tornei amatoriali; Attività artistiche, teatrali, di animazione, recitazione e regia; Gite, visite guidate, escursioni e/o scampagnate.
PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: Le domande per la partecipazione al Centro estivo, devono essere sottoscritte e presentate a mano, da parte di un genitore ovvero da parte di chi esercita la potestà genitoriale sul minore, al Comune di Magliano Sabina, Ufficio Protocollo, nel periodo 20 MAGGIO - 07 GIUGNO 2011, dal lunedì al venerdì, dalle ore 08,30 alle ore 11,30, su apposito modulo messo a disposizione dall'Amministrazione Comunale, presso l'Ufficio Servizi sociali o reperibile sul sito internet del Comune www.comune.maglianosabina.ri.it.
Alla domanda dovrà essere allegata documentazione sanitaria riferita al minore (certificato medico che attesti che non è in corso alcun tipo di malattia e dal quale risulti che non vi sono controindicazioni alla partecipazione del minore stesso alle attività sportive: corso di nuoto ecc., svolte nell'ambito del Centro Estivo). In caso di mancata presentazione della certificazione medica, la domanda non verrà accettata.
CRITERI DI AMMISSIONE: II numero massimo di partecipanti al centro è stabilito in 150. Sono pertanto ammessi a partecipare al centro estivo, sino alla concorrenza massima di n.150 partecipanti: • In via prioritaria, i bambini ed i ragazzi residenti in Maqliano Sabina, sulla base dell'ordine cronologico di presentazione delle domande, al protocollo dell'Ente; • In via subordinata, qualora risultassero posti disponibili non coperti dai residenti, ovvero in caso di rinuncia, i bambini ed i ragazzi non residenti in Magliano Sabina, sempre sulla base dell'ordine cronologico di presentazione delle domande, al protocollo dell'Ente; E' prevista, per eccezionali esigenze familiari, da comunicare al momento dell'iscrizione, la frequenza al Centro estivo, per 11 giorni effettivi e consecutivi.

Per ulteriori info vai sul sito www.comune.maglianosabina.ri.it

sabato 4 giugno 2011

Resoconto della riunione sul federalismo fiscale

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)
Related Posts with Thumbnails

Radio Sabinamente

Meteo maglianese

Post più letti nella settimana