In Evidenza

martedì 31 maggio 2011

Convegno sul federalismo: manifestazione a difesa dell'ospedale

dal sito de "Il Corriere di Rieti"


(clicca sulle immagini per ingrandire)

Le farmacie scontano la chiusura del Marini

dal sito "Online-news"


A Magliano sabina, dopo il depotenziamento dell’ospedale Marzio Marini (ndr è una chiusura), struttura di importanza strategica nella rete sanitaria della provincia reatina, a seguito dei tagli alla sanità voluti dalla regione Lazio, a fare le spese dell’assenza improvvisa di servizi sanitari di base sono le farmacie e i loro utenti. Qui da qualche tempo è possibile prenotare le visite specialistiche da effettuare presso l’Asl, ma la richiesta è talmente elevata che l’attesa per acquistare i medicinali si allunga fino a 50 minuti. In altre parole, l’ultimo provvedimento non ha fatto che spostare le code dal Cup aziendale alle farmacie, creando un disagio ulteriore a coloro che in farmacia ci vanno solo per comprare medicine. Ma i disagi seguiti al ridimensionamento del Marini non sono finiti: le liste di attesa  arriverebbero fino a 11 mesi. Al di là di provvedimenti tampone, urge un intervento strutturale.

Immagini dalla Festa delle cantine

lunedì 30 maggio 2011

Stop alla chiusura di oculistica

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

Questa volta le ragioni della popolazione sabina potrebbero essere fatte valere. Buone notizie arrivano infatti dal subcommissario alla sanità della Regione Lazio, Giuseppe Spada. La novità è giunta a seguito dell'incontro di venerdì scorso tra i sindacati e l'autorità regionale. I primi hanno strappato un impegno da parte del commissario al mantenimento del servizio di oculistica presso il presidio di Magliano Sabina. E la disposizione a ritirare il provvedimento di chiusura emesso dalla direzione generale, secondo quanto assicurato da Spada, arriverà domani. Il subcommissario, infatti, ha assicurato che “lunedì mattina chiamerà personalmente il direttore generale della Asl di Rieti Rodolfo Gianani e chiederà di bloccare il provvedimento”. Le rassicurazioni sono state riportate dal segretario dell'Unione italiana del lavoro Marino Formichetti, che ha preso parte all’incontro.


domenica 29 maggio 2011

Convegni e fatti di cronaca...

Riportiamo due notizia apparse sul web che interessano la nostra comunità.


Scacco matto alla gang dei furti.

Elisa Sartarelli RIETI Sei arresti e cinque denunce in Bassa Sabina dopo un'importante operazione dei carabinieri della Compagnia di Poggio Mirteto predisposta per contrastare il fenomeno dei furti in abitazione. In carcere è finita una banda di romeni. A Magliano Sabina sono stati arrestati cinque pregiudicati rom. Si tratta di Ionel Ciucur di 24 anni, Sabina Cucurigu di 28 anni, Speranta Ciucur di 21 anni, Marioara Buzdugan di 46 anni e Florentina Spirache di 25 anni. I cinque arrestati, provenienti dal campo nomadi della Magliana a Roma, si sono introdotti in un'abitazione in località Madonna degli Angeli mentre il proprietario non era in casa. I carabinieri hanno circondato l'abitazione e i ladri sono stati arrestati e portati al carcere di Rebibbia.

Convegno sul federalismo fiscale
ASCA) - Roma, 26 mag - Il presidente della Commissione Parlamentare per l'attuazione del federalismo, Enrico La Loggia, sara' a Magliano Sabina lunedi' 30 maggio prossimo (ore 19 Teatro Manlio), dove partecipera' a un convegno sul tema ''Il federalismo fiscale e gli enti locali'', organizzato dall'associazione ''Insieme per la Sabina''.

sabato 28 maggio 2011

Festa dello Sport

Festa dello Sport
Città di Magliano Sabina

3-4-5 GIUGNO 2011


Nei giorni 3, 4 e 5 Giugno torna la “Festa dello Sport Città di Magliano Sabina” organizzata dal Comune e dalla Polisportiva Maglianese. Un fine settimana di sport per tutti, un ricco programma con la partecipazione di giovani e meno giovani impegnati in molteplici discipline sportive.

Venerdì 3, dalle ore 17 alle ore 19, torneo di Volley maschile under 13 e categorie maggiori.

Sabato 4, alle re 15 gara di Bocce a coppie; alle ore 16 torneo di Baby Calcetto; alle ore 17 torneo di Volley femminile.

Domenica 5, alle ore 9 raduno di Mini Volley; alle ore 10 esibizione di Karatè; alle ore 15 gara di Orienteering; alle ore 18 manifestazione dilettantistica di Pugilato.

Il programma sportivo della domenica è arricchito dalla Gara ciclistica su strada di 78 Km “Giro della Sabina” con partenza alle ore 9 ed arrivo alle ore 12 in Piazza Garibaldi, organizzata dalla Fortitudo Nepi Ciclismo e sponsorizzata dallo store ciclistico GICABIKE di Civita Castellana.

Info: 0744.910336
www.comune.maglianosabina.ri.it





venerdì 27 maggio 2011

"No alla chiusura di oculistica"

dal sito de "Il Corriere di Rieti"


(clicca sulle immagini per ingrandire)

Nobili: "In arrivo correttivi per gli ospedali laziali"

dal sito de "Il Giornale di Rieti"

«In riferimento alle notizie poco rassicuranti apparse ultimamente sui giornali, ritengo utile precisare che è intenzione dell’Assessorato Regionale alla Sanità nel prossimo mese di giugno intervenire con alcuni correttivi per quanto riguarda la riconversione di alcuni ospedali del Lazio. Per quello che ci interessa più da vicino, l’assessorato sta vagliando alcune ipotesi per l’utilizzo più appropriato dell’ospedale Marini di Magliano Sabina».
Ad annunciarlo è il consigliere regionale del Pdl reatino Lidia Nobili che si augura, come in questo modo «possano essere completamente accolte le richieste della popolazione e del Sindaco Alfredo Graziani non solo per garantire la salute dei cittadini, ma anche per poter valorizzare al meglio quest’importante struttura ospedaliera, con una auspicabile struttura di day surgery indispensabile anche per abbattere le liste di attesa di altri ospedali vicini».
Per questo, conclude la Nobili, «è opportuno che si proceda con prudenza e cautela da parte di tutti, aspettando le decisioni regionali senza brusche accelerazioni che contribuiscono a inasprire gli animi e creano un clima negativo intorno alla sanità in genere».

giovedì 26 maggio 2011

Soppresso pure il servizio oculistico chirurgico al Marini!

Continua l'opera di smantellamento di ciò che resta dell'ospedale di Magliano. Da Rieti arrivano ulteriori direttive per togliere oculistica.


 dal sito de "Il Corriere di Rieti"

Prosegue l'annientamento dei servizi presso il centro clinico assistenziale distrettuale di Magliano Sabina. Con una lettera il direttore del reparto di oftalmologia dell'ospedale Camillo De’ Lellis di Rieti ha comunicato che a partire dal primo di giugno anche le operazioni di oculistica non verranno più effettuate.

Risbuca l'Eurosolar con un convegno


Il 16 e 17 giugno 2011, Magliano Sabina (Roma) dalle ore 10.00 alle 17.00 il CRAER – Centro di Ricerca per le Energie Rinnovabili – eurosolar, in Via Mariano Falconi, 2, organizza un convegno sul tema "Normative, obblighi e incentivi secondo il Decreto di recepimento della direttiva 20.20.20".

Riportiamo di seguito l'annuncio del convegno.

"Numerose sono le novità in campo tecnologico e normativo sull’utilizzo nel settore residenziale delle fonti di energiarinnovabile.
Il D. Lgs. 28/11, che ha recepito la Direttiva 2009/28/CE, obbliga, a partire dal 2017, a coprire almeno il 50%dei fabbisogni termici negli edifici con fonti di energia rinnovabile. Già da qualche anno è obbligatorio coprire il 50% di fabbisogni di ACS e tra pochi mesi sarà obbligatorio coprire almeno il 20% di tutti i fabbisogni termici con le fontirinnovabili.
Durante il corso saranno illustrate le normative specifiche, le best-practice e le soluzioni tecnologiche piùefficienti ed economiche per il rispetto di tali obblighi. Saranno illustrati inoltre alcuni esempi di buone pratiche realizzate inItalia e in altri paesi europei, analizzandone gli aspetti tecnologici e mettendone in evidenza le valutazioni di carattereeconomico.
Il mercato del solare termico in Italia ha raggiunto un livello di diffusione tale da far pensare a un secondo livello disviluppo, quello della tecnologia solare termica applicata agli impianti di grande dimensione. Questo tipo di impianti sonodiversi dai piccoli impianti per la produzione di acqua calda sanitaria che vediamo spesso sui tetti italiani, è quindi necessario affrontarne le caratteristiche tecniche specifiche. Parlare quindi di integrazione architettonica, tipologia diimpianti, dimensionamento e progettazione del campo solare sono condizioni necessarie per realizzare questa specificatipologia di impianti. Inoltre saranno illustrate le novità nel campo del teleriscaldamento solare e degli impianti conaccumulo stagionale" (Il Sostenibile).

A proposito di Eurosolar. Quale è il destino della struttura delle Grazie? Dopo essere stata ex convento, ex ostello ed ex albergo, quale sarà la reale destinazione di questo importante edificio?

mercoledì 25 maggio 2011

Demografia del 2010


Torna di nuovo a calare la popolazione di Magliano. Tra i nuovi dati elaborati dall'Istat è possibile trovare i numeri del nostro paese. E così alla data del 31 dicembre 2010 i residenti nel comune sono scesi a 3892, rispetto ai 3929 presenti a inizio anno. La composizione per sesso vede sempre una preponderanza femminile di 2014 verso 1878 uomini. Pochi sono i nati nel 2010, solo 25, soprattutto se messi a confronto con i 56 morti nello stesso anno solare (con un saldo naturale di -31). Sono 94 gli iscritti da altri comuni, e 22 gli iscritti dall'estero, ma sono 122 i cancellati (creando anche un saldo migratorio di -6). Per concludere, il numero medio di componenti per famiglia è di 2,34.

Frana vicino le scuole: la parola della Provincia

Fonte scansione: Magliano Democratica

Ancora problemi derivanti dall'arsenico

Fonte scansione: Magliano Democratica.

martedì 24 maggio 2011

Convegno sul federalismo fiscale a Magliano

dal sito de "Il Giornale di Rieti"

Lunedì 30 maggio 2011, alle ore 19 presso il teatro Manlio in piazza Garibaldi a Magliano Sabina, avrà luogo il convegno sul tema "Il federalismo fiscale e gli enti locali" organizzato dall'associazione "Insieme per la Sabina" e con il patrocinio dell'amministrazione comunale. L'associazione, fondata da amministratori locali e residenti della Sabina, è nata con il fine di affiancare le amministrazioni locali e ricerca le soluzioni più concrete alle problematiche del territorio. È per questo che organizza un convegno specifico su un tema di sicura attualità, quale il federalismo fiscale.

Tra i relatori, parteciperà anche l'on. Enrico La Loggia, presidente della commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale ed altri rappresentanti delle istituzioni. Il convegno, vista l'autorevole partecipazione dei relatori, sarà un sicuro strumento per gli amministratori del nostro territorio per recepire i principi cardine della legge sul federalismo ed offrire loro una valutazione reale sui limiti e vantaggi della stessa legge.

lunedì 23 maggio 2011

First International Convention of European Sommelier School alla Pergola

 
ll 26 e 27 maggio presso l’hotel La Pergola di Magliano Sabina si terrà First International Convention of European Sommelier School. L’evento organizzato da Scuola Europea Sommelier, con il contributo dall’Azienda Agricola Mara Olivieri di Gallese (VT), vedrà la presenza di esperti e professionisti della sommellerie internazionale e molti rappresentanti della scuola in Italia e all’estero. Gli ospiti, accolti da Gabriele Bacciottini Presidente di Scuola Europea Sommelier, si confronteranno sul tema dell’enologia e dell’enogastronomia.”Ho sempre creduto- sostiene Gabriele Bacciottini- nel grande valore culturale ed economico dell’enologia e dell’enogastronomia. Penso che in questo momento, più che mai, sia necessario instaurare una solida collaborazione con altri altri paesi, non solo europei ma anche d’oltre oceano come il Brasile e la Cina. Le peculiarità e le caratteristiche di ciascun territorio per poter essere tutelate e valorizzate vanno conosciute e comprese. Da quì l’importanza di una didattica sempre più attenta, capace di coniugare tradizione e innovazione mirata alla vera conoscienza del mondo del vino attraverso”. Tra i numerosi ospiti che prenderanno parte alla convention figurano: il Prof. Julio Cayuela Tormo Presidente Scuola Spagnola Sommelier, il Dott. Edoardo Secchi Presidente di Italie- France Group, Rino Patermo Vicepresidente di Scuola Europea Sommelier, Arcangelo Tomasello Business Relationship Manager Scuola Europea Sommelier, Dott.sa Teresa Cassano e Francesco Continisio Fiduciaria Campania, Stefano Nico Fiduciaro Marche, Rodolfo Crisostomo Fiduciario Lombardia, Alessio De Angelis Fiduciario Lazio, Claudio Ferrara Fiduciario Messina, Andrea Iavarone Fiduciario Salento, Mario Notaroberto delegato Gran ducato di Lussemburgo, Dottor Alessandro Picciolo Presidente Brasile, Daniele Brunori delegato Cina, Paolo Cicognetti, Gianni Cinardi, Massimiliano Grussu, Dott.sa Manuela Russo Fiduciaria Salento, Sebastiano Russo Fiduciaria Catania. Scuola Europea Sommelier .Circa dieci anni fa il dottor Gabriele Bacciottini, dopo una lunga esperienza nel settore enologico ed enogastronomico segnata da molti anni di studio, viaggi e docenze in Italia e all’estero, fonda a Gotha (DE) Italiana Sommelier, scuola per la formazione di sommelier ed enogastronomi. Inizialmente i corsi in Germania erano rivolti ai ristoratori e in poco tempo si estesero anche a privati tedeschi ed italiani. Nell’ultimo periodo le numerose richieste di collaborazione con l’estero hanno fatto assumere alla scuola una connotazione sempre piinternazionale da qul’evoluzione da Italiana Sommelier a Scuola Europea Sommelier. La convention del 26-27 maggio segna di fatto la tappa ufficiale con cui Scuola Europea Sommelier si inserisce all’interno delle scuole di formazione per sommelier ed enogastronomia del panorama internazionale (CivitaNews).

"Chiarimenti in sede consiliare sugli aumenti di stipendio"

(dal blog "Magliano Insieme")

domenica 22 maggio 2011

Novità dal Marini: arriva la chirurgia veloce (e i privati)

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

Ecco la soluzione proposta per il Marini: le nuovissime sale operatorie saranno riempite da privati chirurghi romani per delle veloci operazioni. Lo scopo: decongestionare Roma!!!

(clicca sull'immagine per ingrandire)

sabato 21 maggio 2011

Disastro ferroviario di Civita: arrivano tre condanne

dal sito "Ontuscia.it"


Si è chiuso con tre condanne e tre assoluzioni il processo contro i sei dirigenti della Metroferro (ex Cotral) accusati di disastro ferroviario e delitto colposo plurimo.

Nell’incidente, avvenuto nel dicembre del 2003, persero la vita Alberto Proietti, 43 anni, di Magliano Sabina, macchinista del treno, e Angelo Fantera, 38 anni, di Civita Castellana, capotreno.

I giudici del tribunale di Viterbo (Italo Centaro, Franca Marinelli e Salvatore Fanti) alle 18,20 di venerdì hanno emesso la loro sentenza. Enrico Menicacci, Maurizio Lombardini e Rodolfo Ronconi sono stati giudicati innocenti. Sentenza di condanna, invece, per Umberto Montanari e Claudio Camillo, condannati a tre anni, e per Gennaro Maranzano, condannato a tre anni e sei mesi. I tre dovranno versare una provvisionale di 100 mila euro a ciascuna delle parti civili (famigliari delle vittime) e 150 mila alla figlioletta di Angelo Fantera. Inoltre i giudici hanno stabilito in 35 mila euro le spese per ciascuna delle parti civili e il risarcimento del danno da stabilire in separata sede.

La sciagura che costò la vita a due macchinisti del treno regionale Viterbo-Roma scosse l’intera comunità civitonica. Nella piccola fermata, teatro dell'incidente, il treno 705 Viterbo-Roma doveva passare accanto a un binario morto sul quale era parcheggiato un vagone gru per la manutenzione. Il convoglio con i passeggeri, invece di tirare dritto come avrebbe dovuto, trovò lo scambio aperto, entrando nel binario con il mezzo di servizio fermo. Proietti tentò disperatamente una frenata ma il treno si scontrò contro il braccio della gru che sfondò la parte anteriore della motrice, schiacciando i due ferrovieri. La causa del disastro fu uno scambio dimenticato aperto da tre dipendenti della Met.Ro, che hanno scelto il patteggiamento e quindi sono fuori da questo procedimento giudiziario.

Il pubblico ministero, Stefano D’Arma, nella precedente udienza al termine della sua lunga ed accorata requisitoria aveva chiesto una sentenza di condanna a tre anni per Menicacci, Lombardini, Ronconi, Montanari e Camillo, e a tre anni e sei mesi per Maranzano. Ieri l’ultima parola alle difese che hanno puntato molto sulle competenze e le responsabilità organizzative e di controllo dei singoli imputati. Si è parlato molto di leggi e norme sulla sicurezza e soprattutto della loro applicazione puntando molto sui controlli. Alle 18,20 il verdetto finale: tre assoluzioni e tre condanne. E’ ovvio che questi ultimi faranno ricorso alla Corte d’Appello.

Altre info da: Viterbo News 24 e TusciaWeb

Riflessioni sugli aumenti di stipendi agli Lsu


Le recenti sedute della giunta comunale che hanno votato l'aumento salariale ad alcuni lavoratori socialmente utili non hanno rispettato (come riconosciuto dallo stesso sindaco) il testo unico degli enti locali, visto che dovrebbero astenersi dal voto tutti gli assessori che hanno interessi personali o conflitti di interesse (e tale invece è stata la situazione del caso). Dovrebbe conseguirne che l'atto approvato è viziato, e quindi annullabile per violazione di legge. L'annullabilità comporta che nel frattempo l'atto è esistente, efficace ma sanabile, e tale correzione deve avvenire per sanare il vizio dell'atto. L'azione sanante può avvenire in autotutela da parte del comune stesso. Altrimenti ogni cittadino che ha interesse legittimo (ogni restante LSU) può impugnare l'atto per far valere le proprie pretese. Ma aldilà di questi aspetti giuridici, emergono importanti riflessioni.

Premesso che gli amministratori dovrebbero conoscere la normativa che regola i propri atti, e ammesso che ci si sia dimenticato di leggere il TUEL, come è possibile che non sia sorto l'intimo dubbio di un probabile conflitto di interessi tra gli assessori della giunta, sia i diretti interessati che gli altri presenti? Come è possibile che al momento di affrontare il tema nessun avesse avvertito il benché minimo presentimento di compiere qualcosa che necessitava quantomeno una verifica di legittimità?

Inoltre: quali sono i requisiti in base ai quali sono stati scelti quei LSU e non altri? Se è vero che le ragioni che hanno giustificato l'aumento di stipendio agli Lsu sono valide, non ci sarà problema a rispondere e mostrare i criteri, i parametri oggettivi di tale scelta, ma a nostro avviso in certe situazioni sarebbe sempre non impelagarsi, passando poi il tempo a trovare giustificazioni che potrebbero essere benissimo evitate agendo a monte del problema (non creandolo affatto!), e non a valle.


Si rischia che una amministrazione tra le maggiormente votate della cittadinanza (quasi come l'elezione record dell'ex sindaco Fratoni con oltre 1700 voti, con tanto di lista rifondarola a parte che tolse 300 voti) venga ricordata per beghe che hanno poco a che vedere con le motivazioni per le quali tanti cittadini l'hanno votata e sostenuta.


E peggio ancora, si rischia di strappare un già lacerato tessuto sociale. Un tessuto sociale che crediamo non meriti di dover stare sempre a discutere di situazioni quali questa, ma che in larga parte sarebbe maggiormente interessato a vedere i propri amministratori rendere Magliano un paese a cinque stelle. Così si rischia solo di lasciare inalterata la scena, rimanendo ancorati ai vecchi sistemi politici, ai vecchi modi di amministrare.


A margine di questo intervento ci riproponiamo come sempre fatto, di suggerire continui spunti, partendo da quanto da noi già proposto all'interno del progetto wikimagliano, perchè si parli (noi) e si impegni (chi ci amministra) sulle reali questioni che Magliano merita di affrontare.

venerdì 20 maggio 2011

Riepilogo sul caso "Integrazioni".

Un altro caso che non dovrebbe accadere tiene banco nella politica maglianese. A "Settimana Maglianese" terminata, torniamo ad occuparci a tempo pieno del blog e facciamo un resoconto su di un fatto che farà ancora discutere e sul quale torneremo anche noi. Per adesso ringraziamo il blog Magliano Democratica per averci fornito la carrellata riepilogativa. Per segnalazioni su qualcosa di non pubblicato o per mandare un vostro articolo ricordiamo l'indirizzo sabinamente@live.it

Di seguito un resoconto dai blog e dai giornali della situazione:

I primi articoli di Giornale

La risposta del Sindaco

L'interrogazione del PD locale

giovedì 19 maggio 2011

Azione di classe della Uil contro la Asl per gli sprechi negli ospedali

dal sito "Il Giornale di Rieti"


«I cittadini reatini sono stati penalizzati dalle politiche gestionali miopi di chi ha amministrato la sanità e di chi ha scelto l’attuale dirigenza. Non è giusto che siano loro a pagare ed è per questo che, come sindacato, siamo pronti a lanciare una class action per chiedere i danni ai responsabili». Il segretario generale della Uil di Rieti, Alberto Paolucci, è pronto a passare ai fatti dopo l’annuncio degli ennesimi tagli al sistema della sanità reatina fatto dal direttore generale della Asl di Rieti, Rodolfo Gianani.

«Si è parlato di altri 300 tagli nella sanità – spiega Paolucci – finalizzati allo scopo di risparmiare diminuendo i costi del personale. Questo non è accettabile. Nel corso degli ultimi anni sono stati spesi milioni di euro per migliorare l’ospedale di Amatrice, l’ospedale di Magliano Sabina e l’ospedale di Rieti. Soldi spesi inutilmente, visto che le prime due strutture sono state smantellate mentre al De Lellis ci sono macchinari e sale operatorie che non possono essere usate per mancanza di personale».

«Di chi è la colpa di tutto ciò? - aggiunge Paolucci - Gli stessi politici che hanno scelto l’attuale classe dirigente della Asl reatina debbono sentirsi responsabili del danno arrecato a tutta la cittadinanza. Non possiamo più tollerare aumenti ingenti delle tasse, come quello che c’è stato per l’Irpef, ai quali corrisponde un calo dei servizi offerti e un conseguente calo della qualità della sanità reatina. È tempo che chi ha sbagliato paghi, per questo motivo - conclude il segretario reatino della Uil - stiamo predisponendo un’azione legale collettiva, una class action, affinché Rieti e i reatini vengano risarciti per il danno che hanno subito».

mercoledì 18 maggio 2011

Archivio: il documento ufficiale del ministero sulla revoca del referendum per il cambio regione

(clicca sull'immagine per ingrandire)

martedì 17 maggio 2011

A Foglia con la Festa delle cantine

lunedì 16 maggio 2011

Sagra della Bufala

sabato 14 maggio 2011

Contestata la delibera sugli aumenti salariali degli Lsu

Concluso seminario sulla sicurezza stradale



dal sito "Informazione.it"

Si è tenuto nel caratteristico centro storico del borgo di Magliano in Sabina un importante seminario sulla Sicurezza Stradale e Sociale ,e sulle possibili risoluzioni tecniche. Il seminario dibattito è stato organizzato presso la sala consiliare del Palazzo Municipale del comune ed è stato ispirato dalla sensibilità istituzionale del Dott. Alfredo Graziani primo cittadino di Magliano Sabina, e dal Presidente nazionale dell’Associazione nazionale Interforze Dr. Luca Frongia , organismo che ha promosso l’evento anche grazie alla collaborazione della Dott.ssa Paola Montali responsabile provinciale di Rieti delle Donne per la Sicurezza onlus .
L’attento dibattito è oggetto di una realizzazione di un libro bianco dei comuni presenti e sarà consegnato alle commissioni di sicurezza e trasporti di camera e senato oltre che all’osservatorio regionale sulla sicurezza stradale (segue).

venerdì 13 maggio 2011

Teatrando: rassegna di spettacoli con le scuole

martedì 10 maggio 2011

L'Udc reclama un proprio gruppo consiliare

dal sito de "Il Corriere di Rieti"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

lunedì 9 maggio 2011

Viaggio nella storia e nell'arte per le scuole del territorio


Dal 12 al 20 maggio si terrà nelle sale del Museo la mostra dei lavori effettuati dagli alunni delle scolaresche di Magliano, Collevecchio, Casperia, Montopoli, Ponzano e Nazzano, partecipanti al progetto didattico VIAGGIO NELLA STORIA E NELL'ARTE.

Il 18 maggio dalle ore 10,00 alle ore 12,00 l'appuntamento è presso il Museo e presso i giardini pubblici di per festeggiare insieme la conclusione dell'anno ( dal "Sito del Comune di Magliano Sabina").

Dopo il ritiro del referendum, la Polverini si dichiara disponibile (?)

dal sito "Il Tempo - Lazio Nord"

Magliano Sabina resta in provincia di Rieti e nel Lazio. Niente referendum per passare con l'Umbria. Il Consiglio dei Ministri, nella riunione di tre giorni fa, ha preso atto della volontà espressa dagli organi politico-elettivi del Comune di recedere dalla decisione di promuovere le iniziative finalizzate al distacco del Comune dal Lazio per aggregarsi alla Regione Umbria ed ha pertanto revocato, su proposta del ministro dell'interno Maroni, la consultazione referendaria indetta per il 15 e 16 maggio prossimi. Il sindaco di Magliano, alla fine, ha preferito ascoltare una sorta di maggioranza trasversale che va dal Pdl sino al Pd ed è tornato indietro circa la sua volontà di passare con Terni. A Palazzo Chigi hanno accettato la decisione e quindi niente strappi. Restano sul campo, però, i problemi. Soprattutto quelli legati alla riconversione dell'ospedale «Marini». La trattativa è lunga e il Governatore Polverini si è detta disponibile ad andare incontro alle esigenze delle popolazioni.

Innanzitutto è errato parlare di riconversione: è chiusura. Inoltre dalle pagine de Il Tempo in passato sono arrivati giudizi positivi sulla "riconversione del Marini", e sull'intero piano sanitario. L'unica nota che può essere interessante è la disponibilità della Polverini. Ma quanto ancora vale la parola di chi c'ha tolto tutto? Dovremo eventualmente accettare il contentino???

sabato 7 maggio 2011

Clima politico acceso dopo il ritiro del referendum

(dal blog "Magliano Democratica")

Il programma di "Cori in Coro"


Settimana Maglianese 4^edizione

Per

“Incontri Corali a Magliano Sabina”

Presenta

“CORI  IN CORO”


Coro e Gruppo Strumentale  del Santuario “Santa Maria della Lode” di Vescovio 

Il Coro “G.G. Carissimi” di Magliano S.

 Michele Piazza direttore

CONCATTEDRALE SAN LIBERATORE
Magliano Sabina 8 Maggio 2011 -  ore 18.30


Programma di sala

Coro G.G. Carissimi

- Arm L. Pietropoli "Canta se la voi canta"

- Anonimo Napoletano "Oh Guardate" (Lauda sec. XV)
- F. Shubert (1797 – 1828) "Salga a te Signore"
- W. A. Mozart (1756 – 1791)  "Jubilate Deo"

- J. Des Prez  (1440 – 1521) "Ave Vera Virginitas"
- R. Casimiri (1880 – 11948) "Lieta Armonia"
- A. Lotti (1666 – 1740) "Regina Coeli"

- C. Frank (1822 – 1890) "Panis Angelicus"

Direttore Michele PIAZZA


CORI in CORO

Coro e Gruppo Strumentale del Santuario di Vescovio
e
Coro Polifonico G.G. Carissimi di Magliano Sabina


Marco Frisina "Alto e Glorioso Dio"
Marco Frisina "Open The Doors" 
Marco Frisina "Ave Mundi Spes Maria"
Marco Frisina "Regina Coeli"

Giada Bruni Soprano
Jeanette McColl Contralto
Claudio Tondinelli Tenore
Elena Bianchi Tromba
Alessio D’Ignazio Pianoforte
Andrea D’Ignazio Pianoforte
Giorgio Fantozzi Chitarra
Gabriele Petroni Clarinetto
Anna Rita Sanàpo Flauto
Claudia Santucci Flauto
Anne Tornillo Violino

La riduzione ed elaborazione strumentale è stata curata dal M.° Andrea  D’Ignazio

I CORI: 

Il Coro e gruppo strumentale del Santuario di “Santa Maria della Lode “ di Vescovio.

Il Coro del Santuario di Vescovio si è formato quasi quindici anni fa con l’obiettivo principale d animare le celebrazioni della Cattedrale. Nel corso degli anni il coro, all’epoca avviato da tre ragazzini di Borgonuovo, l’attuale direttoer Andrea D’Ignazio e i suoi due fratelli), è pian piano cresciuto e oggi consta di 20 elementi stabili e del supporto di validi musicisti, con amici e collaborazioni in tutto l’ambito diocesano. Proprio l’umiltà, l’amicizia, lo spisrito di servizio,. La passione per la musica, in particolare liturgica, hanno caratterizzato il cammino del gruppo, sotto lo sguardo di Maria che nel suo Santuario lo ha  sin dall’inizio accolto. Sin Dalla sua fondazione il coro è diretto dal M° Andrea D’IGNAZIO.

Il Coro Polifonico G.G. Carissimi di Magliano Sabina.

Il Coro Polifonico nasce nel 1967, sotto il grande impulso dell’allora parroco Mons. Carlo Nastasio, come coro per l'animazione delle Solennità Liturgiche. Nel gennaio del 2002, sotto la direzione del M° Roberto Finucci , il coro ha cambiato attività e nome chiamandosi “Coro Gian Giacomo Carissimi” dal nome di uno dei più importanti compositori  e musicisti non solo del XVII sec ma di tutta la storia della Musica.
Ormai il Coro oltre ai servizi liturgici in Cattedrale si propone come punto di riferimento culturale organizzando e eseguendo concerti ed incontri corali nel Lazio. Nel 2006, anno Mozartiano, il coro ha eseguito il requiem di Mozart con l’orchestra Xilon dell’accademia di Musica Muzio Clementi di Civita Castellana. Sono appuntamenti fissi del Coro le più importanti festività liturgiche e le più importanti ricorrenze civili della nostra comunità di Magliano.
Organizza “Incontri Corali a Magliano Sabina”: appuntamenti, come quello di oggi, per la divulgazione della Polifonia sacra e Profana e per rendere vivo l’interesse per la musica vocale nel proprio territorio. Appuntamento fisso di questi incontri è “Epifania in Coro” incontro organizzato a chiusura del periodo natalizio e “Gocce di Polifonia” a chiusura del proprio anno liturgico/accademico. Il Coro è Iscritto all'Associazione Regionale Cori del Lazio. Dal mese di Ottobre del 2009 il Coro è diretto dal M° Michele Piazza.

Referendum: sondaggio chiuso, ecco l'opinione dei maglianesi


E' chiuso il sondaggio lanciato qualche tempo fa per testare le opinioni dei maglianesi sull'ipotesi del cambio regione. E proprio come due anni fa, quando si parlò della stessa questione e si propose un sondaggio pubblico, la risposta non è mancata. 
Dopo l'articolo uscito qualche giorno fa a firma di Sara Pandolfi sul Corriere di Rieti che chiedeva le opinioni dei cittadini (e molti di questi erano per il cambio regione) anche in questo luogo si nota una forte propensione dei maglianesi per l'Umbria. Premesso che i dati raccolti non seguono alcun criterio di statistico, se non quello di chi ci segue, dal sondaggio emerge che oltre la metà dei votanti (il 63%), laddove si fosse andati alle urne, avrebbe messo la croce sul "sì", un 19% avrebbe votato "no" e un 10% non si sarebbe recato alle urne. Molto bassa invece la quota degli indecisi. Sicuramente non sarebbero stati questi i risultati precisi alle urne, ma non credo si sarebbero discostati molto da questi numeri.

Ormai, come sappiamo, a votare non ci si andrà. Ma la questione rimane aperta. Difatti un vasto settore dei maglianesi sente come sia necessario parlare seriamente della questione umbra, poiché dal posizionamento in una regione piuttosto che in un'altra derivano gravi conseguenze. Non sarebbe bastato un forum pubblico (che abbiamo rimandato, sapendo che si sarebbe giunti all'annullamento) ma sarebbe stato assurdo andare a votare senza affrontare almeno un poco la questione.

La situazione attuale, in cui si è usato lo strumento del referendum come arma (inefficace) per salvare l'ospedale, sembra dimostrare invece come l'uso e l'abuso di questi mezzi per fini diversi (ma sempre legittimi, come per l'appunto l'ospedale) banalizza e deprime la seria riflessione sul cambio regione in sè. Con questo non intendo affermare che l'Umbria è la panacea di tutti i mali, ma fin quando non avremo affrontato come comunità un discorso serio sui pro e i contro del passaggio, non potremo mai sapere con certezza dove ci converrà stare. Ma avremo occasione per riparlarne in futuro. Non credo che, ahinoi, mancheranno ulteriori occasioni per contrastare le prossime decisioni accentratrici di Roma e Rieti.


Niccolò

giovedì 5 maggio 2011

Revocato il referendum: Magliano resta nel Lazio

(ASCA) - Roma, 5 mag - Il Consiglio dei ministri, nella riunione odierna, ha preso atto della volonta' espressa dagli organi politico-elettivi del Comune di Magliano Sabina di recedere dalla decisione di promuovere le iniziative finalizzate al distacco del Comune dal Lazio per l'aggregazione alla Regione Umbria ed ha pertanto revocato, su proposta del ministro dell'interno, Roberto Maroni, la consultazione referendaria gia' indetta per i giorni 15 e 16 maggio prossimi. E' quanto si legge nella nota finale di Palazzo Chigi.

"Cori in Coro"

(clicca sull'immagine per ingrandire)

mercoledì 4 maggio 2011

Settimana Maglianese 4° edizione: il manifesto

(clicca sull'immagine per ingrandire)

martedì 3 maggio 2011

L'Assointerforze organizza a Magliano un incontro sulla sicurezza stradale

dal sito"Informazione.it"


L'Associazione nazionale Interforze, da tempo impegnata nella lotta per la sicurezza stradale, organizza incontri in tutto il territorio sabino per approfondire la tematica del legame tra sicurezza e infrastrutture. In occasione del prossimo seminario organizzato in terra sabinal’Associazione mette sul campo un modo innovativo di portare alla luce le problematiche sulla sicurezza stradale le sue infrastrutture e la sicurezza sociale nella provincia reatina.
Il presidente dell'associazione, il dott. Frongia, è orgoglioso di questa iniziativa che richiama all’attenzione tutti gli amministratori locali, i quali  avranno l’opportunità di esporre in modo autonomo le proprie problematiche territoriali su sicurezza stradale, infrastrutture e sicurezza sociale.
Il seminario vedrà la presenza anche degli operatori di polizia locale nella veste dei loro comandanti territoriali la quale sarà sicuramente un utile apporto alla situazione critica della sicurezza stradale, infrastrutturale, di sicurezza sociale e saranno accolte anche problematiche che affliggono la categoria protagonista di un decremento organico negli ultimi dieci anni.
Tutte le relazioni esposte al seminario saranno raccolte in editoriale e diventerà un “Libro Bianco sulla sicurezza stradale e sociale nella provincia di Rieti” e sarà presentato ai presidenti della commissioni sicurezza e trasporti rispettivamente di Camera e Senato.
L’iniziativa verrà presentata alla stampa nei prossimi giorni nella sala consiliare del Comune di Stimigliano e si svolgerà nel territorio del Comune di Magliano Sabina il 12 maggio p.v. 

I motivo per cui si è giunti in passato a parlare di un “reato stradale” è molto semplice. Il nostro Codice Penale già punisce chi provoca morti con le proprie infrazioni, ma il problema è che il giudice gode di ampia discrezionalità che fino ad ora ha spinto i nostri Tribunali a considerare i reati commessi al volante come colposi e non dolosi. Più volte alcuni Tribunali avevano tentato di introdurre la fattispecie dolosa, ma in Appello e Cassazione l’orientamento odierno guarda alla colpa. Ecco quindi che l’introduzione di uno specifico “reato stradale” consentirebbe di ridurre la discrezionalità dei magistrati, imponendo loro di applicare una pena piuttosto severa che potrebbe andare dai 15 ai 25 anni in caso di omicidio plurimo. L’iter è già stato avviato e trova l’avallo non solo delle assicurazioni, ma, paradossalmente, degli stessi cittadini italiani.

lunedì 2 maggio 2011

Cicchetti difende Gianani ed il suo operato al Marini



dal sito "Rietinvetrina"

Ho l’impressione che nella complessa vicenda della riconversione dell’ospedale di Magliano si tenda a scaricare ogni responsabilità sul Direttore Generale Gianani dal quale si pretenderebbe l’esercizio di poteri di cui Egli non dispone.

Chiedere che sia Lui a rallentare o sospendere operazioni alle quali è tenuto per legge vuol dire, infatti, suggerirgli di commettere uno specifico reato (art.328 c.p. Rifiuto di atti di ufficio. Omissione) alla cui repressione normalmente si accompagna un’occhiuta indagine della Corte dei Conti.

Chi proporrebbe al Prefetto, al Questore, al Colonnello dei Carabinieri o al Procuratore della Repubblica una condotta omissiva o lassista? E perché mai dovrebbe essere lecito proporla al direttore generale della A.S.L.?

E’ corretto invocare l’evolversi di trattative, di incerta conclusione e di natura squisitamente politica, per bloccare un meccanismo giuridico i cui tempi sono scanditi per decreto? Ed è serio evocare la recente ordinanza del T.A.R. Lazio sul nosocomio di Bracciano come motivo per ritardare la riconversione di Magliano quando è noto che per questo ultimo caso la magistratura amministrativa si è già pronunciata senza lasciare spazio ad alcuna speranza ?

La verità è che ogni modifica degli equilibri esistenti comporta fisiologiche proteste dalle cui conseguenze molti cercano di prendere le distanze scaricando le responsabilità su chi si trova ad eseguire.

Non è comportamento da classe dirigente! E per tale si intende anche quella sindacale! Gli organi politico amministrativi, e solo loro, possono modificare, sospendere o annullare le decisioni prese, decretando in maniera differente ed opposta a quanto già stabilito. Un’altra verità affiora poi dalla vicenda di Magliano: chi si professa oppositore in piazza tace in Consiglio Regionale.

Sarà perché la legge 412 del 1991, che impone la riconversione degli ospedali sotto i 90 posti letto, ha attraversato indenne vent’anni di governi tra i quali quelli di Prodi, D’Alema, Amato e poi ancora Prodi; sarà perché al Ministero della Salute c’è stata anche Rosy Bindi che non ha inteso modificare quella norma; sarà perché la più avveduta letteratura medico scientifica, che coincide con le raccomandazioni dell’O.M.S. e dell’U.E., condivide l’orientamento della 412/91; sarà perché Marrazzo, se fosse stato più dedito all’attività amministrativa e avesse concluso la legislatura, era pronto a varare provvedimenti analoghi a quelli attualmente in vigore; sarà per questo, ed altro ancora, ma la riconversione degli ospedali del Lazio non trova ostacoli in Consiglio Regionale.

Con buona pace di chi in piazza alza la voce e addita al pubblico ludibrio il Direttore Generale della A.S.L. al quale è lecito chiedere, questo sì, di ampliare al massimo l’offerta diagnostica e di servizi nella riconvertita struttura maglianese. Almeno in attesa che il positivo andamento del piano di rientro ed eventuali conseguenti decisioni dell’Autorità politica possano disporre diversamente

E' online il sito del Centro Commerciale Naturale


E' online il nuovo sito del Centro Commerciale Naturale di Magliano Sabina. Il gruppo, che mette insieme la quasi totalità degli esercenti del centro storico, da tempo ha deciso di unire le forze per sviluppare un marketing comune, al fine di attrarre più facilmente la clientela. Dopo aver rinnovato, con un progetto comunale, le insegne dei negozi del centro, viene lanciato questo nuovo sito per promuovere tutte le attività di Magliano su un unico portale. Buona navigazione e buon acquisto!

Related Posts with Thumbnails

Radio Sabinamente

Meteo maglianese

Post più letti nella settimana