In Evidenza

giovedì 31 luglio 2008

Avviso di deposito: variante della zona 167 a Madonna Grande

Per il periodo di 30 giorni a partire dal 28/07/2008 sono depositati in libera visione al pubblico presso la segreteria del comune gli atti relativi alla variante al Piano di zona 167 in località Madonna Grande. Entro questo periodo gli interessati potranno presentare le proprie osservazioni.

Per leggere tutto il documento dell'avviso di deposito clicca qui.

martedì 29 luglio 2008

Valle del Tevere, accordo per la riqualificazione del fiume

valle-del-tevere.jpgAl via il Masterplan della Provincia per le aree protette mentre una petizione popolare chiede l’istituzione di un organismo unico per il Tevere - di Emanuela Micucci

Valorizzare le risorse forestali e naturali, rilancio sociale, culturale ed economico delle aree protette della Valle del Tevere di competenza della Provincia di Roma. Questo lo scopo del Masterplan “Riqualificazione e fruizione ecosostenibile delle aree protette della Valle del Tevere - un itinerario tra il monte e il fiume…” che ha preso il via ieri con la firma del protocollo d’intesa tra la Provincia e la Regione Lazio. Finanziato con un milione di euro prevede interventi importanti per lo sviluppo del territorio, perché il Tevere non è solo il fiume di Roma. “L’obiettivo è soprattutto incrementare la promozione turistica dell’area - spiega l’assessore provinciale all’agricoltura Aurelio Lo Fazio - dando la possibilità a quanti amano le ricchezze naturali, storiche e archeologiche delle riserve provinciali ed un paesaggio praticamente incontaminato, di poterlo ammirare a piedi, in bicicletta e navigando sul Tevere”.

[...] Il Tevere è poi al centro di altri progetti di riqualificazione. Saranno ad esempio 14 i nuovi approdi che sorgeranno lungo il corso del fiume nell’ambito del “Fondo unico regionale per il turismo”. Un intervento che potenzierà la navigazione del Tevere a fini turistici sia verso nord, nel territorio delle province di Roma e di Rieti, sia verso sud, in direzione di Ostia Antica, con la possibilità di realizzare il futuro collegamento fino al mare. Nei nuovi punti di approdo si potrà scendere per proseguire il viaggio con escursioni nei territori a forte vocazione naturalistica della Valle del Tevere, che costeggia i Parchi del Soratte, di Tevere Farfa e della Marcigliana. E’ prevista anche la ristrutturazione e risistemazione di due approdi già esistenti, quelli di Ponte Marconi e di Ostia Antica, affacciato sull’area archeologica e a pochi passi dal borgo medievale con il Castello di Giulio II. 6 i nuovi approdi previsti nel Comune di Roma in direzione nord, a partire da Settebagni. Mentre a sud il più interessante nascerà all’altezza della Fiera di Roma. In Provincia invece sorgeranno a Riano, Capena, Monte Libretti e Fiano Romano. Passo Corese, Poggio Mirteto, Gavignano, Stimigliano e Magliano Sabina ospiteranno quelli della Provincia di Rieti. [...]

Dal sito VignaClaraBlog.it

lunedì 28 luglio 2008

Idea: adotta un orto

Vorrei lanciare l'idea riassumibile nel motto “Adotta un orto". A Magliano, come in tanti altri paesi limitrofi, i comuni sono proprietari di immobili e di terreni. Nella maggior parte dei casi gli immobili sono fatiscenti o non curati e i terreni sono in mano a simpatizzanti elettorali o ad amici che puntualmente non pagano gli affitti. Sia per i terreni che per gli immobili, si chiude un occhio, si cerca di non farlo sapere ai cittadini e si va avanti così per anni e anni. Magari questi concessionari riaffittano i nostri beni e mettono in tasca i proventi alla faccia dei veri proprietari che sono i cittadini. L'idea è di riappropriarci dei beni sopra citati, di costituire una cooperativa sociale o un consorzio di agricoltori e di affittare degli appezzamenti di terreno a pensionati ed a gente che, stando in città, non ha la possibilità di avere un orto (magari venendo da Roma per passare il fine settimana). Potrebbe anche usufruire delle abitazioni messe a disposizione dal comune e sistemate dalla cooperativa o consorzio; la gente che viene potrà comperare i prodotti agricoli dei vari negozi, macellerie etc. Certo, bisogna mettere bene a punto l'idea, ma non è difficile soprattutto perché questo paese ha da sempre una vocazione agricola ed è per questo che deve essere conosciuto.

Bisogna mettere in risalto la qualità dei prodotti e non la puzza e l'inquinamento. Pensa se qualche "pazzo" si mettesse a vendere sull'autostrada dei barattoli di vetro con un'immagine scioccante dell'allevamento avicolo di Magliano, dove ci fosse scritto. “Contiene i miasmi dei tacchini prodotti da Amadori a Magliano Sabina, paese agricolo dove insistono allevamenti di qualità”.

Pietro Galadini

Eventi: la compagnia di danza "Il cerchio e il centro" a Magliano con "Mythos"


MYTHOS - LA DANZA, IL GIOCO, GLI DEI in tournée dal 29 Luglio
La compagnia di danza Il Cerchio e il Centro di Roma
con il contributo del Consiglio Regionale del Lazio
presenta


MYTHOS LA DANZA, IL GIOCO, GLI DEI

29 luglio ore 21,30 - Chiostro San Marco - Tarquinia (VT)
5 agosto ore 21,30 - Piazza Santa Maria - Cerveteri (RM)
7 agosto ore 21,30 - Piazza G. Garibaldi - Magliano Sabina (RI)
15 agosto ore 21,30 - Castello Colonna, Sala Martino V - Genazzano (RM)
Ingresso libero

Chi l’ha detto che gli dei lascino l’Olimpo solo per mettere alla prova e deridere i mortali? Talvolta decidono di calare per mostrarsi agli uomini nella divina arte della danza e tramandare il mito. E così, gli dei – per l’estate 2008 - prendono sembianze umane di sette moderni tersicorei nella compagnia Il Cerchio e il Centro diretta da Rossana Longo, con l’intento di narrare – a passi di danza contemporanea – le favole mitiche della Grecia antica. Il labirinto di Arianna e Teseo, il canto di Orfeo per Euridice, la vanità di Narciso, l’audace volo di Icaro, il sentimento sublime tra Amore e Psiche ed Apollo e Dafne. Il viaggio dei divini danzatori porta il nome di “MYTHOS – LA DANZA, IL GIOCO, GLI DEI” ed avrà inizio nella città di Tarquinia il prossimo 29 luglio per toccare altre ridenti cittadine laziali quali Cerveteri (5 agosto), Magliano Sabina (7 agosto) e Genazzano (15 agosto).

. . Alle quattro date della rassegna estiva – sostenuta dal Consiglio Regionale del Lazio - seguirà in autunno un ciclo di presentazioni presso numerosi istituti scolasti romani e laziali. Perché il mito non venga mai dimenticato.

Conferma dei fondi da "Il Tempo"

Per leggere tutto l'articolo clicca qui

I centri storici della provincia di Rieti nei prossimo tre anni vedranno arrivare una pioggia di fondi per la riqualificazione di strade, piazze, chiese e monumenti che l'usura del tempo aveva danneggiato irreparabilmente.

La Regione ha stanziato poco più di 3 milioni di euro per il recupero di questi centri. Sono undici gli interventi previsti in Sabina.
Il piano di recupero è stato approvato ieri dalla Giunta regionale e prevede settanta progetti in tutto il Lazio. L'assessore all'Urbanistica Esterino Montino ha sottilenato come questo provvedimento «ha l'intento di tutelare e riconoscere il valore dei centri storici dei comuni della Regione».
Questi i comuni interessati con i relativi interventi: [...]

- Magliano Sabina: riqualificazione di piazza Garibaldi e delle vie d'accesso. Fondi per 300 mila euro

domenica 27 luglio 2008

Un' idea da un post di Incontri.

"La Regione Lazio avrebbe concesso un finanziamento di 300mila euro al Comune di Magliano Sabina per la riqualificazione di piazza Garibaldi e delle vie limitrofe. Dopo tanti tentativi Palazzo Vannicelli ce l'ha fatta. Ora si dovrà passare al progetto ed al cantiere."

Perchè non impegnarci affinchè venga costituita una piccola cooperativa per far si che i lavori possano essere affidati a ditte edili locali. Potrebbero proporre al consumatore un pacchetto competitivo, che possa permettere anche un discreto margine di risparmio, e magari cercare anche di risparmiare sui fondi destinati, cosicchè possano essere usati per ulteriori lavori di rinnovo. Chiaramente con assoluta libertà di scelta! Che ne dite?

martedì 22 luglio 2008

Uomoqualunque: "La quadratura del cerchio"

Dal blog "Uomoqualunque"

La geometria nacque nell’ antico Egitto per l’ esigenza di ridefinire i confini degli appezzamenti di terreno dopo le piene del Nilo.
Si, perché quando il Nilo fuoriusciva dagli argini, ricopriva il terreno di un fertilissimo strato di limo ma nel contempo cancellava i termini di confine apposti dagli agricoltori.
Così nacque la figura del geo-metra, cioè di colui che misura la terra, il cui compito specifico era quello di ridisegnare gli appezzamenti per evitare drammatiche (a volte) discussioni.
A Magliano il Nilo non c’è. Le drammatiche discussioni sì.
E di geometri ne avremmo veramente bisogno.
Non fosse altro perché il limo che tracima da alcune bocche (o penne) spesso cancella i giusti confini delle discussioni.
Sarebbe allora opportuno che la nostra amministrazione, la nostra opposizione i vari movimenti e associazioni o le onnipresenti “forze politiche” si coordinassero per far sentire realmente una voce unitaria in provincia.
Invece di perdersi in dissonanti assoli sulle arie di “è colpa di Berlusconi”, “è colpa del Sindaco”, ”è colpa del Destino…” si canti il “Nessun dorma” e si cerchi una strategia comune per risolvere questo annoso problema.
Prima si riportano le armenti nell’ ovile, poi si chiude il cancello, dopo si cerca la mano che l’aveva lasciato aperto.
Altrimenti, nel frattempo, i lupi banchettano.
Nei “refrigeri” dell’ombra di amicizie importanti.
Non avranno una piazza ma stanno prendendo tutte le scuole….

Uomoqualunque

I "giardinetti" finiscono sul giornale

RIPORTIAMO L'ARTICOLO APPARSO SUL CORRIERE DI RIETI E DELLA SABINA FIRMATO DAL NOSTRO AMICO PAOLO DI BASILIO.

Ed ora protestano pure i bambini. I giardinetti de “Le Mura” versano nel degrado: giochi vecchi e malandati, pochi spazi per giocare a palla o correre, incuria dappertutto, il laghetto senza pesci ed acqua, almeno fino a qualche giorno fa. Perciò i piccoli maglianesi hanno preso carta e penna scrivendo una lettera al sindaco Angelo Lini inviata per conoscenza ai mezzi di informazione locali, compresi quelli online(i vari blog che parlano di Magliano sparsi sul web). Il titolo della missiva – firmata da una decina di bimbi dall'inconfondibile calligrafia elementare – è eloquente “Questo è il paese dove devo crescere?”. Ovviamente nella stesura della lettera avranno avuto un ruolo anche i loro genitori, in ogni caso la situazione descritta era sotto gli occhi di tutti da mesi e mesi. Una paese dove sembra essere diventata un'impresa anche giocare per colpa “della mancanza d i spazi e del degrado in cui versano questi pochi che esistono”. Come i giardinetti di via Falconi, più conosciuti come “Le Mura” frequentati, da sempre da bambini e ragazzi. “Sono tutti sporchi – scrivono i bimbi nella lettera indirizzata al primo cittadino – ci sono inferriate vecchie e arrugginite, alcune delle quali sono rivolte verso i giardini e sono molto pericolose”. E poi ancora i “muretti pericolanti” con “le pietre staccate”, oppure “giochi tutti rotti da tantissimo tempo” come l'altalena “fuori uso da tre anni”. Per non parlare delle aiuole “sporche e piene di escrementi animali”. Ma nella lettera inviata al sindaco si parla di situazioni ancor più pericolose se si pensa che quello è un luogo dove i genitori dovrebbero, come è stato fatto per decenni, far giocare i propri figli in piena tranquillità: “Ci sono cavi elettrici scoperti e condutture che perdono acqua in continuazione”. Poi macchine e motorini che malgrado un divieto in vigore fin dai primi anni '90 e che allora veniva fatto rispettare a suon di multe e sequestri, continuano a circolare liberamente. “Fino a quando dovremo sopportare questa situazione vergognosa? - chiudono i bimbi rivolti al sindaco – Noi bambini di Magliano speriamo che lei faccia qualcosa molto presto e non ci deluda”. Intanto la scorsa settimana il laghetto è stato riempito di nuovo ed ai giardini è stata data una ripulita anche in occasione della “Notte sotto le Stelle Bonus Track” che si è svolta all'interno dei giardinetti. I ragazzi del Moustache Team si sono dati da fare – e ci sono riusciti – per rendere di nuovo decoroso quel posto. Speriamo che si continui in quella strada anche perché c'è una società – l'Ams (azienda municipalizzata sabina) – che, seppur di proprietà del Comune deve occuparsi del decoro di quel posto in prima persona. Se non altro per i trasferimenti che riceve dall'Ente – ergo dai cittadini – per fare quel servizio. Per quanto riguarda i nuovi giochi che dovrebbero sostituire quelli fuori uso il Comune ha ribadito a più riprese di averli già acquistati ma per installarli si aspetterà la fine dei lavori - che sono iniziati da alcune settimane - per il consolidamento del versate della collina.
Paolo di Basilio

domenica 20 luglio 2008

Iniziativa regionale e comunale "Anti-Radon"



Invitiamo i cittadini sorteggiati a partecipare attivamente all'operazione, allo scopo di verificare le concentrazioni di Radon, gas cancerogeno, nel nostro paese. Per maggiori informazioni su questo elemento e le sue caratteristiche, clicca qui.

mercoledì 16 luglio 2008

Ancora sul caso geometri

Riprendiamo un articolo comparso sul CORRIERE DI RIETI E DELLA SABINA, invitandovi per ulteriori approfondimenti a visitare il blog di incontri, dove potrete trovare un post ancor più dettagliato sulla questione.
Magliano - Itg, il giallo dei “fuori quota”.
Questione di numeri. E quelli delle iscrizioni alla prima Itg del "S. Pertini" di Magliano sembravano proprio non esserci. Su questo pare essersi basata la decisione dell'ufficio scolastico regionale che a marzo ha negato la prima classe al nuovo istituto maglianese affidandola a Poggio Mirteto. Una decisione, comunicata il 4 marzo scorso, contro la quale il Comune ha presentato ricorso al Tar. Il tribunale amministrativo, come noto, il 3 luglio ha negato la sospensiva all'atto mettendo la parola fine alle residue speranze di aprire la prima classe a Magliano. A caldo le reazioni sono state molteplici. C'è chi, come il Pd, se l'è presa con i propri rappresentati che siedono in Provincia e Regione accusandoli di non aver fatto abbastanza. Altri, come "Magliano Insieme" o l'Udc, le forze dell'opposizione in consiglio comunale, hanno puntato il dito contro l'amministrazione comunale guidata da Angelo Lini, “responsabile del declino dell'offerta formativa maglianese (10 anni fa c'erano due istituti pieni di iscritti ed addirittura l'università)”. La Sinistra Democratica invece non ha dubbi. La colpa è del governo Berlusconi: "L'ordinanza del Tar che ha respinto il ricorso è datata 3 luglio e l'articolo 64 del decreto legge 112 (quello dei tagli alla scuola) è del 25 giugno". Peccato che l'atto impugnato aveva già di per sé "tagliato" la classe maglianese seguendo la normativa vigente. Infatti, al di là della cortina di fumo sollevata nei giorni scorsi, rimangono alcuni "dettagli" su cui nei mesi scorsi si è preferito sorvolare. Gli iscritti, formalmente, sono 21. La legge prescrive un minimo di 20 iscritti. Almeno in teoria Magliano ci rientrava. L'istituto era stato concesso a gennaio (dopo che già era stato escluso dalla prima stesura, da parte della Regione, del piano provinciale) con il famoso asterisco. Cosa voleva dire? Che l'istituto c'era a patto che ci fosse stata la copertura finanziaria. Insomma in una situazione di tagli il numero degli iscritti non giocava a favore di Magliano. Inoltre anche la "qualità" di qualche iscrizione avrebbe fatto storcere il naso a più di qualche ufficio. Dei 21 che avevano scelto geometri solo 15 erano in età "normale". Gli altri erano per così dire "fuori quota". Un particolare che, almeno da quanto sembra, è stato oggetto di discussione anche con i rappresentati politici in Regione che si sarebbero trovati nell'impossibilità di "mettere una pezza" a quella situazione. Da più parti nelle scorse settimane, stante questa realtà di fatto, hanno chiesto all'amministrazione di ritirare il ricorso al Tar. Il Comune però ha tirato dritto mettendosi contro tutti (ministero, Ufficio scolastico e Regione che si sono costituiti contro il ricorso). Ora rimangono quelle tre classi assegnate al Pertini. Si tratta della terza, quarta e quinta dell'ex sezione staccata del "Bonfante". Se entro tre anni si riesce di nuovo a farsi assegnare una Prima - magari portando gli iscritti - l'istituto si potrà ancora salvare, anche se l'esempio di Ragioneria non gioca a favore di Magliano.
PAOLO DI BASILIO
Per collegarti al sito di inconti, direttamente al post inerente quanto riportato clicca su:

martedì 15 luglio 2008

L’acqua di Colle Elmo è buona.

Approfittiamo come sempre della bontà e della pazienza del nostro amico Paolo di Basilio riportando quanto lui scrive sul CORRIERE DI RIETI E DELLA SABINA....
Esito positivo per le analisi della falda a 100 mt. di profondità. Il pozzo potrà essere collegato presto alla rete idrica.

L'acqua di casa è buona. Gli esami non fiscono mai, diceva Eduardo De Filippo, ma quelli relativi al pozzo di Colle Elmo invece sì. L'ultima tornata di analisi del liquido presente nella falda, che sta ad oltre 100 metri di profondità, avrebbero dato esito positivo, perciò l'impianto potrà essere collegato al più presto alla rete idrica che alimenta i rubinetti delle abitazioni del territorio maglianese. Una buonissima notizia insomma per i cittadini che, sempre incrociando le dita, potranno gettarsi alle spalle i problemi di portata dell'acquedotto maglianese che a tutt'oggi è alimentato dalla sorgente Barco di Fabrica di Roma, nel Viterbese. Quando il pozzo verrrà collegato al vicinissimo bottino di Colle Elmo finalmente all'acqua che proviene dalla sorgente si aggiungerà a quella del pozzo che, ora sarebbe ufficiale, ha tutte le carte in regola. La ricca vena fu trovata, come si ricorderà, al termine di minuziose ricerche che andarono avanti per tutta l'estate del 2007. Il Comune di Magliano iniziò a cercare l'acqua in casa propria quando scoppiò il “caso arsenico”. Ossia quando vennero scoperte alte concentrazioni di arsernico nell'acqua che proviene da Fabrica. Perciò si studiò a fondo il territorio e spuntarono fuori vecchi studi relativi ad una presunta falda sotto a Colle Elmo. Fino ad allora però le ricerche erano andate a vuoto. In quei mesi ad avvalorare la tesi della falda sotto al Colle, che sta tra gli Angeli e Berardelli, anche uno studio geologico che indicava come la vena poteva stare ad una profondità di circa 80-100 metri. Il Comune decise di fare in fretta anche perché nel 2007 si sono verificati gravi problemi alla portata e le autobotti girarono in lungo ed in largo per fornire di acqua le zone dove i rubinetti rimanevano a secco. Iniziò la trivellazione, ma arrivati a 180 metri non si trovò nulla. Solo in una seconda campagna, partita a settembre, si arrivò a 215 metri e spuntò la falda che sembra ricchissima (almeno 12-13 litri al secondo). Prima di utilizzare l'acqua per fini pubblici però, la legge prevede che vengano fatte analisi in tutte le stagioni: l'autunno è andato bene, così come l'inverno e la primavera. Mancava l'estate. Gli esami sono stati fatti a giugno e l'acqua è risultata avere ancora una volta le caratteristiche della potabilità. Solo nei mesi scorsi ci sono stati dei problemi legati alla vischiosità per l'introduzione delle pompe, problemi superati in fretta. Ora avverrà presto l'allaccio. Quel che è certo – l'amministrazione lo ha ripetuto più volte – è che non verrà lasciata la sorgente Barco di Fabrica. “Non si lasci una sorgente per un pozzo”, ha detto nei mesi scorsi il sindaco Angelo Lini. Tuttavia per quell'acqua resta il problema dell'arsenico, non ancora risolto dall'ottobre del 2006 quando scattò l'allarme. Dopo lo stop all'utilizzo e le deroghe della Regione (l'ultima è scaduta da tre mesi) l'amministrazione attende di avere a disposizione i denari (350mila euro) che la Regione ha promesso a più riprese – anche durante un recente vertice in Prefettura – per la realizzazione di un sistema di dearsenificazione da installare alla sorgente. Il progetto affidato alla Zilio Ecologica, dopo un lavoro unitario tra tutti i gruppi, di maggioranza ed opposizione, nell'apposita commissione consiliare, costa 410mila euro circa. Senza i soldi dalla Pisana non si può iniziare.

Paolo Di Basilio

lunedì 14 luglio 2008

Il potere dei giovani.




Raccolta differenziata - 2

Mi sono permesso di postare in prima pagina un commento dell'amico Lorenzo Ballanti, in quanto ritengo essere pieno di spunti e riflessioni interessanti. Aggiungo un invito a tutti gli altri blog a diffondere quanto piu' possibile la campagna "Raccolta Differenziata".
Il tema dei rifiuti rischia di tornare di drammatica attualità anche nella nostra area. Fra qualche tempo si esauriranno le capacità di ricezione delle discariche dove avviene il conferimento dei rifiuti di Magliano, e i tempi di realizzazione del sistema impiantistico definito nel piano provinciale, che dovrebbe consentire una risposta a regime anche con la realizzazione di un termovalorizzatore, sono ancora lunghi. Rischia quindi di aprirsi una nuova fase di emergenza analoga a quella della Campania. Scene come quelle che abbiamo visto nei mesi scorsi a Napoli, con i rifiuti ammucchiati nella strada, potranno essere evitate se tutti - cittadini, imprese, istituzioni, aziende che si occupano di raccolta e smaltimento – faremo correttamente la nostra parte. Occorre in sostanza che sia dato nuovo impulso a quel processo che consentirà di ampliare notevolmente la raccolta differenziata. Al tempo stesso è necessario mettere in atto tutte quelle misure e adottare quei comportamenti che consentono di ridurre anche la massa dei rifiuti che ogni giorno mandiamo nei cassonetti. In che modo si ottengono questi risultati? Con una rinnovata e convinta partecipazione di tutti gli attori, in primo luogo del cittadino consumatore, che deve comprare in modo consapevole guardando alla quantità di involucro, di rifiuto che ogni merce si porta inevitabilmente dietro. Le ditte produttrici e i supermercati dovrebbero studiare soluzioni che riducano al massimo contenitori e involucri, ed usare recipienti di materiale riciclabile o biodegradabile. E poi deve trovare nuovo impulso la raccolta differenziata: sono ancora troppo poche le famiglie che fanno correttamente la separazione fra carta, plastica e vetro, organico e rifiuti indistinti. Molto spesso il lavoro di selezione fatto male o l’inserimento dei materiali in maniera scorretta nelle campane pregiudica il lavoro fatto da tanti cittadini, costringendo l’azienda di smaltimento a convogliare nell’indifferenziato anche il contenuto delle campane o degli altri cassonetti per il differenziato. Qualche tempo fa abbiamo sperimentato anche a Magliano la raccolta differenziata. Occorre proseguire su questa strada, sperimentando anche nuovi sistemi di raccolta, soprattutto il porta a porta, che seppur con costi significativamente superiori, sta tuttavia dando in altre cittadine risultati importanti sia in termini di riduzione dei rifiuti che di incremento percentuale della raccolta differenziata. Per invogliare i cittadini e le imprese a differenziare e consegnare personalmente i rifiuti si potrebbe attivare una Ecostazione, con personale specializzato, dove ci si può recare liberamente per smaltire correttamente e in maniera guidata il differenziato. In questo caso, per incentivo, si può pensare ad un premio annuale ai cittadini più “ricicloni”. L’Ecostazione potrebbe essere aperta uno o più giorni alla settimana con precisi orari, e potrebbe prevedere, con apposite delibere comunali, una riduzioni della tariffa dei rifiuti in base alla qualità e quantita di differenziato conferito. La raccolta differenziata serve anche per ottenere quella riduzione quantitativa del rifiuto necessaria comunque per non costruire enormi termovalorizzatori e perché essi non diventino l’alibi per non proseguire nella raccolta differenziata. Il dimensionamento di un impianto di medie dimensioni è già di per se a basso impatto ancorché non propriamente il massimo dal punto di vista dell’economia di gestione. I rifiuti sono trattati per mezzo di triturazione e selezione onde ottenere un miglioramento della combustione e dunque la minimizzazione di scorie e polveri. La tecnologia oggi disponibile permette ben altro, consentendo non solo il recupero di calore e la produzione di energia elettrica ma, ben più importante, di avere emissioni in atmosfera sorprendentemente inferiori ai parametri internazionali consentiti, tali da essere considerati “irrilevanti”.

sabato 12 luglio 2008

Giardinetti: anche i giovanissimi dicono la loro


Sulla scia delle riflessioni emerse nei post precedenti, riguardanti la situazione dei giardinetti, ho interesse a pubblicare anche questa lettera di alcuni ragazzi di Magliano destinata al Sindaco e a Incontri, per porre in evidenza la questione in esame e cercare una soluzione a tale disagio. Come già detto, non è assolutamente vero che i giovani sono disinteressati alla questione. Ciononostante è chiaro che i comportamenti di inciviltà e di incuria verso le attrezzature dei giardini sono provenute proprio dalla fascia di età dei giovani. Per questo motivo, proprio per fare in modo che cresca e si sviluppi una cultura civile in tutti i nostri giovani, invertendo quella tendenza più volte sottolineata, intendiamo agire attivamente in questo ambito, come detto in alcuni commenti del post precedente: rivolgersi alla scuola e comunicare anche con volantini.. Questo per far riflettere tutti. Anche i genitori, ad avere il coraggio di redarguire i propri pargoli quando questi sbagliano.
Niccolò

venerdì 11 luglio 2008

Notte Bianca...cosa fare!

Abbiamo fatto un giro per il paese e raccolto volantini e notizie sull'evento che si svolgerà SABATO 12 LUGLIO nella nostra Magliano...

PIAZZA GARIBALDI
Esibizione del gruppo "I Carramba" e del comico di Colorado cafè PIETRO SPARACINO

FORI DE PORTA
Moda sotto le stelle - grandi e piccini in passerella - a seguire stand gastronomico e altro ancora...

ZONA SAN LIBERATO - SAN PIETRO
Cocomerata, pizza al metro e sangria. Esibizione dei KingHouse.
A partire dalle ore 11 cornetti caldi e penne all'arrabbiata

LARGO FRANCESCO CRISPI
Sfilata di cani di razza e non, aperta a tutti.

GIARDINI PUBBLICI
BONUS TRACK 2008, con performance di SAVALAS, REGGAE FISTOLS, SUBFUNKDB + DJSET.
Bar con birra, vino e cocktails, pizza e arrosticini di pecora

giovedì 10 luglio 2008

Contributi per la riqualifica del centro storico

Ambiente, ristrutturazione delle strade di campagna e, soprattutto, riqualificazione del centro storico. Si muovono principalmente su queste tre grandi direttrici la “lista dei desideri” che il Comune ha girato, a mezzo delibere di giunta, alla Regione Lazio. Il 30 giugno, come tutti gli anni, è il termine ultimo per presentare le domande alla Pisana e come sempre dagli uffici di Palazzo Vannicelli si è deciso di abbondare. Insomma più si chiede, più c'è la speranza che qualche spicciolo arrivi dalla Regione. Gran parte dei contributi richiesti dal Comune, come detto, riguardano opere legate al centro storico e più in particolare sono volti a “finanziare” quegli interventi che sono contenuti nel piano particolareggiato per il recupero dei centri storici di Magliano e della frazione di Foglia. Come noto, essendo beneficiaria anche di un contributo di 50mila euro per il recupero della facciata del teatro Manlio, l'amministrazione intenderebbe continuare nell'opera di recupero continuando proprio da dove si è iniziato. Tradotto, dopo via Roma, dovrebbe essere la volta di piazza Garibaldi e delle vie di accesso via Cavour e la strada che scende da piazza dell'Oca. Ma servono denari e senza aiuto il Comune non ce la potra mai fare. L'intervento in questione vale almeno un milione di euro. Fanno parte di questo pacchetto di proposte anche il recupero delle porte storiche d'accesso la riqualificazione di piazza del Duomo e via della Repubblica, via Cavour, via Sabina e via Manlio con il “percorso delle tre chiese” (San Pietro, San Liberatore e San Michele) a quel punto sarà recuperato. In quest'ottica rientrà anche il progetto per un parcheggio a via Tito Tazio che mira a portare le auto fuori, o almeno ai margini, del centro storico.

Paolo di Basilio

martedì 8 luglio 2008

Novità sul caso eurospin

Ennesimo capitolo di questa telenovelas sudamericana. Riportiamo quanto letto sul blog di MI ringraziandoli e scusandoci per il copia-incolla...

Euro Spin: la Procura insiste per il sequestro.
La procura non si arrende e torna all’attacco. Il sostituto procuratore Cristina Cambi ha infatti nuovamente chiesto il sequestro dell’Euro Spin di Magliano Sabina, dove i sigilli erano già stati apposti il 28 maggio dai carabinieri dei Rieti, al comando del colonnello Paternò, prima che il tribunale del Riesame provvedesse ad annullare il provvedimento. E proprio dalle motivazioni del tribunale che ha deciso sulla base di un vizio di forma e senza entrare nel merito della questione, ha preso spunto l’azione della dottoressa Cambi la quale, invece di proporre ricorso per Cassazione, ha preferito inoltrare una nuova richiesta di sequestro della struttura commerciale al giudice delle indagini preliminari. I motivi sono gli stessi che portarono i carabinieri del Reparto operativo di Rieti a sequestrare, lo scorso 27 maggio, l’Euro Spin nell’ambito di un’inchiesta che vede indagati, in concorso, per abuso d’ufficio e violazione della legge urbanistica, due tecnici del comune di Magliano Sabina e l’amministratore della cooperativa edilizia che realizzò l’immobile commerciale grazie agli incentivi della legge 167 per gli interventi di edilizia economia e popolare, poi affittato a una cooperativa che gestisce l’attività commerciale. A provocare l’intervento della magistratura era stato l’esposto di un commerciante di elettrodomestici (assistito come parte offesa dall’avvocato Attilio Ferri) secondo il quale l’area dove attualmente sorge l’Euro Spin, avrebbe dovuto ospitare un’altro tipo di intervento, riservato ad alloggi residenziali e popolari nonchè a verde pubblico. Invece, complici alcune delibere “ad hoc” predisposte dai tecnici del Comune di Magliano, ora indagati, la destinazione d’uso sarebbe stata modificata, grazie a delibere compiacenti - questa la tesi sostenuta da carabinieri e procura - che avrebbero variato a ripetizione il piano di zona, ampliando l’area concessa e rilasciando il conseguente permesso a costruire. I due tecnici comunali non avrebbero neppure tenuito conto del fatto che la Regione aveva bocciato la licenza edilizia, considerando le delibere illeggittime. Il Comune, invece d ordinare la chiusura, aveva ignorato il provvedimento della Pisana e, in aggiunta, aveva pure concesso l’agibilità e la relativa autorizzazione al commercio. Contro il sequestro avevano successivamente presentato ricorso tutte le parti interessate, ricorso che il tribunale del Riesame aveva accolto rilevando vizi formali nella procedura. Così l’ Euro Spin di Magliano Sabina era stata autorizzata a riprendere l'attività come pure la cooperativa Bse, ma adesso occorrerà attendere la decisione del gip Alessandro Arturi per sapere se il centro commerciale corre ancora rischi di sequestro.
M.Cav.

lunedì 7 luglio 2008

Bonus Track 2008...a tu per tu con il "moustache team"

Sabato sera all'interno della Notte Bianca, si svolgerà la BONUS TRACK 2008. Un evento organizzato dal Moustache Team, fresca ed intraprendente associazione nata sul territorio maglianese.
Stasera li ho incontrati presso i giardini pubblici, proprio dove avrà luogo l'evento che stanno organizzando, e quanto vi scrivo è il frutto di questa picevole chiacchierata...

"Nasciamo con l'intento di creare e fare qualcosa di buono per il notro paese, ma non solo. Stiamo infatti organizzando feste ed eventi anche al di fuori dalle nostre mura (Swimming fun 2008).
Quello che ci piacerebbe diventare da grandi è un vero è proprio staff che si occupi e curi l'organizzazione di festival e contest, anche nella stessa Magliano, avvalendoci, perchè no, della collaborazione delle vaie associazioni presenti sul territorio"

La moustache ha pero' mosso i primi passi con la realizzazione del bellissimo video L'ACQUA NON ASPETTA vincitore per il Lazio del Premio "Franco Ferrari".
Video che potete vedere cliccando al seguente link:
http://it.youtube.com/watch?v=4o6YqPu-el0

"La scorsa notte bianca ci siamo resi conto che, finita la manifestazione, moltissima gente, tra cui quasi tutta la gioventù, confluiva spontaneamente verso i "giardinetti". Perchè allora non organizzare proprio qui un evento? In un luogo dove tutti noi siamo cresciuti, dove ognuno di noi ha un ricordo speciale. Un luogo storico di aggregazione, con uno dei panorami più belli di tutta la Sabina. Un posto che intendiamo far rivivere, non solo per questa notte, ma anche per il futuro, magari avendo a disposizione qualche stanza all'interno dell'ostello".

"Per quanto riguarda il programma della festa, possiamo dire che essa avrà inizio alle 22,30 circa. Ci sarà uno stand, da noi curato dove potrete gustare vino birra e cocktails e mangiare l'ottima pizza fatta dai ragazzi del Monkey's Bar.
Ad aprire la serata saranno i SAVALAS , ottimo gruppo crossover reduce da una lunga tournèè americana. Toccherà poi ai REGGAE FISTOLS, band ternana che ha calcato i prestigiosissimi palchi del POSITIVE VIBRATION e del ROTOTOM SUN SPLASH (il più importante evento di musica Reggae in Europa). A seguire il nostro SUBFUNKDB, un fenomeno nell'elettronica, specie considerando il fatto che la suona dal vivo con il suo basso, che farà apripista per il dj-set finale. Non mancherà comunque qualche sorpresa specie nell'aspetto scenografico"

FACCIO I MIEI PERSONALI COMPLIMENTI A QUESTI RAGAZZI, E LI FACCIO ANCHE A NOME DELL'ASSOCIAZIONE.
RINGRAZIO GIULIO ED EDOARDO PER LA PAZIENZA E LA CORTESIA.

MI RACCOMANDO ACCORRETE IN MASSA!!

ps: trovate ulteriori info nella barra laterale di destra.

francesco.

Parte la raccolta differenziata

Rivoluzione in vista per la raccolta dei rifiuti. È praticamente pronto il progetto per il rilancio della raccolta differenziata nel territorio comunale che sarà gestita dalla Ams (Azienda Municipalizzata Sabina). Raccolta porta a porta nel centro e nell'area urbana limitrofa, contenitori specifici per la raccolta domestica, campane e cassonetti (ma solo per le campagne e le frazioni). L'obiettivo è quello di raggiungere almeno quota 50 per cento di rifiuti riciclabili in poche settimane. Tra le idee presentate da Municipalizzata e Comune ci sarebbe anche quella di far scomparire i cassonetti per la raccolta dei rifiuti. Almeno dal centro. Il progetto, elaborato dal Comune e dall'Ams, è stato illustrato ai rappresentanti dei gruppi consiliari (minoranza compresa) durante un summit, informale, che si è tenuto a Palazzo Vannicelli presenti anche gli assessori all'Ambiente, Tonino Aguzzi, quello ai servizi sociali, Vilma Toni nonché il presidente dell'azienda Municipalizzata Sandro Tibaldeschi. Il nuovo servizio - gestito dalla società del Comune - dovrebbe partire, da quanto si è saputo, entro l'autunno e sarà presentato, con un'apposita campagna di informazione, nelle prossime settimane. In centro e nelle zone più vicine la spina dorsale della raccolta sarà il servizio a domicilio: ad ogni famiglia saranno distribuiti due contenitori, uno per l'umido e l'altro per i rifiuti indifferenziati, inoltre ogni nucleo avrà tre sacchetti per carta, vetro e plastica. Tutto sarà ritirato, porta a porta, con modalità ed orari che saranno comunicati in seguito. Grazie a questo sistema dovrebbero scomparire i cassonetti. Per quanto riguarda le campagne e le frazioni, almeno per ora, non ci sarebbe la possibilità di estendere il "porta a porta". In ogni caso vicino ai tradizionali cassonetti verranno aumentate le campane per la raccolta di carta, vetro e plastica oltre a quella dei rifiuti umidi. A proposito di quest'ultima tipologia di rifiuto sarebbe allo studio anche la distribuzione di scatole per il compostaggio domestico. Si tratta di sistemi che permettono di trasformare queste immondizie in concimi che si possono utilizzare benissimo per il benessere di piante e fiori del giardino o del balcone. Per quanto riguarda questo punto, però, tutto sarebbe in una fase embrionale. Il progetto, da quello che emerge, ha incassato il via libera, informale s'intende, anche dell'opposizione. Ora si tratta di capire quando partirà veramente. Secondo i beninformati entro l'autunno ma resta da capire se, per avviare il servizio, la Municipalizzata dovrà procedere a nuove assunzioni di operai dopo quelle perfezionate nelle scorse settimane. Le alte percentuali di differenziata che il Comune intende raggiungere permetteranno di risparmiare sui costi per il trasporto ed il conferimento dei rifiuti nelle discariche di Viterbo.
Paolo di Basilio

Siamo veramente felici della notizia, e ci complimentiamo con chi la sta mettendo in atto. Siamo a disposizione dell'assessore Aguzzi e di tutte le forze politiche ed i movimenti per collaborare alla diffusione del progetto, magari tramite corsi nelle scuole, fermorestando lo spazio libero a disposizione nel blog.

NEL CASTELLO DI FOGLIA SPAZIO ALL'ARTE

Nel programma della festa di S.Serena a Foglia e' stata inserita una splendida mostra di pittura e poesie di Teresa Ferretti.Nelle stanze e soprattutto nel tortuoso percorso sotteraneo del Castello di Foglia ,l'artista espone piu' di cinquanta poesie ,collocate suggestivamente nelle nicchie di questi cunicoli sotteranei che si intrecciano con scale inattese , stanze apparentemente sovrapposte e sulle cui pareti si puo' leggere ,la secolare avventura di questa splendida "citta' sotteranea".Nelle stanze del castello invece si possono ammirare diverse opere di pittura su tela.
Questa sinergia tra arte e storia ha fatto di questa mostra un gradevole percorso dove , era davvero difficile , non perdersi nella magia delle opere e nel fascino del luogo.
Foglia riscopre le sue origini tramite l'arte.
Grandissimo l'afflusso dei Maglianesi all'evento.
Ancora complimenti a chi ha scelto un vecchio "borgo Maglianese" per esprimere la sua arte.

ANDREA

Altre foto dell'evento su :

domenica 6 luglio 2008

Estate Contadina a Chiorano 11-12-13 luglio

CHIORANO - MAGLIANO SABINA 11-12-13 luglio 2008

il comitato festeggiamenti di Chiorano con il patrocinio del Comune di Magliano Sabina organizza
1° ESTATE CONTADINA
Nell'ambito della festa si svolgerà la tradizionale TREBBIATURA del grano con macchina d'epoca azionata da un motore di fine 1800
VENERDI 11:
- ore 20:00 apertura stand gastronomico
- ore 21:00 La serata danzante sarà allietata dalla fisarmonica di IVANO SALVATI
SABATO 12:
- ore 20:00 apertura stand gastronomico
- ore 21:00 Tutti in pista con IVANO PAGANI BAND
DOMENICA 13:
- ore 11:00 INIZIO TREBBIATURA presso l'azienda agricola Pagani Adriano con esposizione macchine e attrezzature agricole d'epoca
- ore 13:00 pranzo tradizionale della trebbiatura (con prenotazione ai num. 0744.919193 o 3880427993)
- ore 17:30 conclusione della trebbiatura
- ore 20:00 apertura stand gastronomico
- ore 21:00 Serata danzante con VALENTINO e GIADA

Scuse dallo staff ai lettori.

CI SCUSIAMO CON TUTTI I NOSTRI AMICI LETTORI PER LO SPETTACOLO DI BASSA LEGA A CUI, PURTROPPO, AVETE DOVUTO ASSISTERE IN QUESTI GIORNI. QUESTA ESPERIENZA SARA' PER NOI IMPORTANTE LEZIONE PER IL FUTURO. DA OGGI TORNIAMO AL NOSTRO SOLITO RUOLO, QUELLO DI CERCARE DI COSTRUIRE E FARE QUALCOSA DI BUONO PER QUESTO PAESE.

MAGICA SERATA TRA FATE E FOLLETI A CASPERIA


Ieri sera siamo stati invitati in veste di "Sabinamente"dai ragazzi dell'ass.cult. RADICI SABINE di Casperia, un gruppo di ragazzi, che come noi, sono animati nel loro fare dall'amore per la nostra splendida terra.
Ci siamo trovati "catapultati" come in un "borgo fatato" fatto di suoni ,gente ,colori e tanta allegria.Abbiamo avuto la bella sensazione di trovarsi indietro nel tempo tra fate e folletti, grazie anche,all'aspetto storico-medievale perfettamente conservato dal centro storico.Oltre a gustarci la serata con l'ottima musica di gruppi folk a tema ci siamo intrufolati nelle varie "botteghe", situate nei borghi del paese, colme di oggettistica ,libri,dischi e altro su questo meraviglioso mondo fatto di tradizioni antiche e indelebili.
Ancora piu' importante l'incontro che abbiamo avuto con alcuni ragazzi dell'organizzazione che , oltre ad apprezzare la nostra entusiasta visita , ci hanno chiesto di collaborare per futuri eventi in terra sabina...
Questa cosa ci fa' molto piacere e ci permette di "esportare" la nostra Magliano fuori dalle sue mura e creare gruppi di lavoro con altri paesi.
Di sicuro ,questi ragazzi, presto li ospitermo nella nostra Magliano, magari in occasione della notte Bianca di sabato 12 Luglio.

ANDREA

una piccola gallery come sempre su:

DALLE STELLE ALLE STALLE

Ancora ebbri del successo della Settimana Maglianese, portata avanti tra tante difficoltà con l’ aiuto di tante stupende persone, ci stiamo rendendo conto solo ora delle infamità che può generare un successo del genere.
INCONTRI l’ha definita “festa da record”, la partecipazione ha superato ogni più rosea previsione, abbiamo ricevuto complimenti da tutte le parti, eppure…
… Eppure...
-avremmo peccato nel non ringraziare il Sindaco e tutta l’ Amministrazione “nei modi dovuti”;
-sono state fatte illazioni sulla spendita dei soldi del Bilancio Partecipato, che lasciavano intendere che avessimo potuto intascarci dei soldi;
-siamo stati presuntuosi poiche’ non abbiamo fatto partecipare altri soggetti all’organizzazione;
-sono stati letti e uditi insulti contro quei 20 ragazzi che hanno creato l’Associazione Softair;
-il Calcio Storico e’ stato tacciato di essere violento e diseducativo per i bambini;
-prima eravamo amici del Sindaco, poi amici di Forza Italia, poi costola e gregari di Magliano Insieme;
-hanno insultato le nostre famiglie e i nostri cari morti;
-ci hanno definito cattofascisti, analfabeti, xenofobi, razzisti, dopati, bellimbusti, ect;

Facile sarebbe pensare che gli attacchi di cui sopra siano stati opera di un’unica persona.
Purtroppo non è così. Egli è solo un auditore che raccoglie gli “umori” delle stanzette e le rigetta in rete. Non sono molti, ma un consistente numero di Maglianesi la pensa come lui.
Magari qualcuno che c’ha fatto i complimenti, poi dietro ci infanga.
Chissa’, forse hanno timore che “sti cattofascisti” possano prendere troppo credito fra la popolazione e aspirare a qualche scranno, percio bisogna resistere,resistere,resistere…
Una volta per tutte, non ce ne puo’ fregare di meno delle poltrone rosse!

Rileggendo ulteriormente tutto il materiale che abbiamo archiviato, ti verrebbe voglia di mandare tutti a quel paese e mollare tutto…
- ma chi ce lo fa fare di fare a cappellate co lu ventu!?-
Poi però ripensi…
-a una domenica mattina che sei andato a fare una battaglia coi “fuciletti”, e ti sei sentito dire:
“ grande pablo, sto gioco è una ficata, finalmente facciamo qualcosa di diverso!”­
-alla sera, dopo il calcio Storico, che stavi a pezzi per la fatica di aver scaricato balle, spianato la sabbia, corso, placcato, e hai visto 5/6 bambini che, presa la palla, iniziavano a giocare contenti, entusiasti dalla novità. Ti sei fermato a guardarli, -dobbiamo togliere le balle e la sabbia-, hai pensato, ma li fai divertire; magari le mamme saranno un po’ meno contente per la sabbia che gli porteranno a casa, ma che importa, stanno giocando; abbiamo fatto quasi le tre di notte quella sera per pulire tutto, ma eravamo soddisfatti;
-alla fatica per montare il capannone, carica e scarica le transenne, l’ improvvisarsi cameriere senza tornaconto;
-a tutta la gente intervenuta per Lando e Dino e per Carpineti, alla ressa al teatro per Ciro, al Mercatino dell’ Usato, dove abbiamo preso una cifra d’ acqua, il pienone alle cene in piazza e alla taverna, i fuochi d’ artificio, ect.

Che siate essere d’ accordo o no con le nostre iniziative, beh, forse qualcosa di buono l’ abbiamo fatto in questi quasi due anni, sì organizzando la festa, ma anche parlando sul blog delle situazioni che non vanno a Magliano (vedasi battaglia per il cimitero), offrendo informazioni utili, dando spazio a chiunque avesse qualcosa da dire, senza filtrare nessuno.
E tutto questo senza chiedere nulla, solo per passione, nella speranza che qualcosa cambi, per quei bambini che si rotolavano nella sabbia e giocavano, le sere della festa, spensierati e felici, e soprattutto per mio figlio che sta per nascere, cui vorrei far trovare un paese vivo.
Paolo

NB: in questo post personalmente non rispondero' a nessuno.
se lo accetterete positivamente, grazie, altrimenti fa nulla, io sto con la coscienza a posto.

sabato 5 luglio 2008

Il Caso Geometri

Magliano - Geometri, doccia gelata dal Tar.
I giudici amministrativi “confermano” il taglio della prima. Il sindaco Lini: “Istituzioni solidali solo a parole”
Geometri, arriva la doccia fredda dal Tar. L’istituito omnicomprensivo “Sandro Pertini” dovrà rinunciare alla prima classe dell’Itg. Il provvedimento è stato “confermato” ora anche dal tribunale amministrativo regionale che, dopo la camera di consiglio di giovedì scorso, ha rigettato la richiesta di sospensiva, avanzata dal Comune di Magliano Sabina in seguito al ricorso presentato qualche settimana fa per annullare la nota dell’ufficio scolastico regionale che assegnava la prima classe al “Bonfante” di Poggio Mirteto lasciando a Magliano solo le classi residue della ex sezione staccata (terza, quarta e quinta). “Viva l’Italia!”, è il commento amaro ed ironico del sindaco Angelo Lini una volta conosciuto il verdetto del Tar. Il sindaco non nasconde il suo disappunto verso alcune istituzioni, leggi Regione, che “a parole hanno sostenuto la nostre ragioni poi si sono costituiti contro di noi al ricorso”. Una doccia gelatissima. Ora le 21 famiglie che avevano iscritto i propri figli all’Itg, se non interverrà qualche provvedimento contrario, dovranno far andare i loro figli a scuola altrove. Con ogni probabilità non si tratterà di Poggio Mirteto, piuttosto vista la posizione di Magliano Sabina è molto più probabile che raggiungano l’Umbria o il viterbese. Il provvedimento del Tar in qualche modo era stato giù messo in conto a Magliano. contro il ricorso presentato dal Comune (avvocato Mario Rosati) si è costituita la Regione Lazio (avvocato Paolo Sanino), il ministero della Pubblica Istruzione, l’ufficio scolastico regionale e l’istituto tecnico “Bonfante” di Poggio Mirteto (tutti rappresentati dall’Avvocatura di Stato). Giovedì scorso si è svolta la camera di consiglio davanti ai giudici Saverio Corasaniti (presidente), Paolo Restaino (relatore) e Francesco Arzillo che hanno deciso, sentite tutte le parti e consultata la documentazione presentata di respingere la richiesta di sospensiva tenuto conto - scrivono i giudici nell’ordinanza - che “neppure si ravvisa l’esistenza di un attuale danno di irreparabile gravità per la popolazione scolastica del Comune (di Magliano, ndr) che già frequenta i relativi corsi tenuto conto che per i corsi per geometri del quale viene censurato lo spostamento in altro Comune (Poggio Mirteto, ndr) è tutt’ora consentita la prosecuzione degli stessi nella sede scolastica di Magliano Sabina sino ad esaurimento del ciclo di studi”. Insomma siccome rimangono terza, quarta e quinta per adesso non ci sarebbe nessun danno immediato da richiedere la sospensiva. “Non ho parole - dice il sindaco - si rimane sconcertati davanti a certe decisioni. Ma il punto non è questo. Mi aspettavo di non dover arrivare davanti al Tar. Credevo che qualcuno, come promesso a parole, sarebbe intervenuto per sanare questa situazione. La realtà è invece che la Regione, per esempio, prima ci ha assicurato appoggio poi ha scelto di opporsi al nostro ricorso. Sarebbe interessante capire perché”
Paolo Di Basilio

Avete perso la bussola !!

"Magliano ha subito l'ennesima sconfitta,il Tar ha ritenuto confermare l'apertura dell'istituto di geometri a Poggio Mirteto,negando di fatto la prima classe a Magliano...."

Il resto del commento non lo ho trascritto, in quanto conteneva riflessioni personali del blogger Alfredo legate all'attivita sua e del suo movimento.
Mi premeva solo dare la notizia. Mi premeva solo far notare come in questi ultimi giorni i problemi da affrontare in questo paese fossero divenuti altri.
Il problema sono i "cattofascisiti" di Sabinamente, e da essi Magliano, ultimo baluardo rosso della Sabina va salvaguardato. Purtroppo Tarano, Stimigliano, Collevecchio, sono già stati invasi, ma qui dobbiamo resistere compagni partigiani! resistere! Poi se siamo nel 2008 e la gioventù di questo paese non ha un area attrezzata dove ritrovarsi, non ha una piscina, un centro sportivo fruibile,se tutti beviamo acqua all'arsenico, se il paese va allo sfascio se non abbiamo una zona industriale avendo scalo ferroviario e autostrada... beh questo è secondario. L'importante è resistere, resistere,resistere.

Individuiamoli, facciamo circolare i loro nomi nelle "stanzette",quelli so fascisti! Poi lascia sta se cercano sempre il dialogo (con maggioranza e minoranza), se hanno dimostarto sempre di basarsi sull'idea mai sulla persona (vedi battaglia anticimitero con MI e spontanea adesione alla giornata dell'anziano patrocinata dal Comune), questo non conta. dobbiamo resistere!

Che tristezza, bello il mondo che consegnate a noi giovani! ma chissenefrega a Magliano di fascismo e comunismo! Ma lo capite! L'antifascismo come caposaldo di una coalizione! Certo e logico negli anni 50, ma adesso?

Ma ci mettiamo, vi mettete, intorno ad un tavolo per risolvere i problemi del paese!

Altro discorso è il perenne silenzio dei partiti.TUTTI, destra o sinistra, tutti ad aspettare per vedere la cosa che piu' conveniene dire o fare.
Ci dite sempre che stiamo a fare il coro a quello che dice MI, ma non si tratta di fare il coro, si tratta di constatare che loro sono l'unica voce che parla anche ai non addetti ai lavori, poi se quello che dicono è giusto o sbagliato, è un altro discorso. Innegabile che loro parlano, e se uno parla, l'altro ha diritto di commentare.


Badate che la gioventu' è stanca. Ma essendo gioventù, sempre speranzosa, allora vi prego uscite
dalle sezioni, aprite un sito, un blog, fate dei volantini, ma per favore fate vedere che ci siete, e che vi interessate dei problemi reali!

francesco

giovedì 3 luglio 2008

11° Sagra delle lumache a Foglia

L'immagine è stata rimossa unicamente per facilitare la navigazione all'interno del sito.
La rimozione è chiaramente avenuta a festa terminata. per info sabinamente@live.it

mercoledì 2 luglio 2008

Bando del comune per Volontari nel Servizio Civile

Il Servizio Civile Volontario - istituito dalla legge 6 marzo 2001, n.64 - è riservato a cittadini italiani, senza distinzione di sesso, che alla data di scadenza del bando abbiano compiuto 18 anni e non superato i 28 anni.

La domanda di partecipazione ai progetti, approvati all’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile con il Bando 2008 deve essere indirizzata:

Direttamente al Comune di Magliano Sabina (per l’impiego dei volontari presso il Comune).

Direttamente all’Ente che ha presentato progetto, per le altre sedi.

SCADENZA DEL BANDO 7 LUGLIO 2008 ORE 14.00

Questo bando ha come obiettivo quello di avvicinare tra loro giovani e mondo del volontariato e dell’associazionismo, creando un occasione di contatto e confronto tra “volontari puri” e giovani in Servizio Civile.

Promosso dal CESV e dal Comune di Magliano Sabina, Bianca & Bernie, reti solidali per un volontariato giovanile, vuole promuovere la partecipazione dei giovani alle attività delle piccole e grandi associazioni di volontariato presenti sul territorio. Fare il SCN con Bianca & Bernie significa entrare in rapporto con persone che hanno scelto di attivarsi volontariamente per il proprio territorio o in uno specifico settore sociale e portare la tua energia e inventiva al servizio di questa grande forza ideale e capacità operativa.

PER AIUTARE I GIOVANI A PRESENTARE LE DOMANDE, IL CESV HA ATTIVATO UNO SPORTELLO INFORMATIVO DA LUNEDI’ AL VENERDI’ ORE 10-12 e 15-17 in VIA DEI MILLE 6 – ROMA; tel. 06491340, e-mail: serviziocivile@cesv.org

PER PRESENTARE LE DOMANDE PER IL PROGETTO: BIANCA E BERNIE RETI SOLIDALI PER IL VOLONTARIATO GIOVANILE: SAP Servizi Aiuto alla Persona - Comune di Magliano Sabina” IL COMUNE DI MAGLIANO SABINA HA ATTIVATO UNO SPORTELLO PRESSO L’UFFICIO DEI SERVIZI SOCIALI NEI GIORNI: LUNEDI’ E GIOVEDI’ ORE 10-12 e 15-17 - PIAZZA GARIBALDI 4 – MAGLIANO SABINA - tel. 0744/910336, e-mail: servizisociali@maglianosabina.com


Per maggiori info clicca qui

sabinamente live...

Abbiamo creato il contatto messenger dell'associazione.
In questo modo potrete interagire con noi in diretta!!
mi raccomando aggiungetelo e fatelo girare!!!

Associazione Culturale Radici Sabine


Un saluto ai ragazzi dell'ass.cult. RADICI SABINE di Casperia. Un gruppo di ragazzi, che come noi, sono animati nel loro fare dall'amore per la nostra splendida terra. In questi giorni stanno organizzando un bellissimo festival di musica e cultura irlandese che si svolgerà nel loro borgo sabato 5 Luglio a partire dalle 18. Noi di Sabinamente ci saremo, sperando possa nascere un bel "gemellaggio" tra associazioni giovanili che hanno a cuore il destino della loro terra natia.

Di sicuro presto li ospitermo nella nostra Magliano, magari in occasione della notte Bianca di sabato 12 Luglio.

Vi allego di seguito il programma del Casperia Festival 2008 ed il sito dove troverete tutti i contatti per eventuali informazioni.

Programma:

Ore 18:30
Apertura delle botteghe nel Borgo Fatato..(Per chi vuole catapultarsi in questo meraviglioso viaggio saranno a disposizione dei truccatori).


Ore 19:30
Apertura Stand gastronomico

Ore 21:00
Inizio esibizioni musicali e danze tradizionali nelle piazze del centro storico con:

Fimm Folk
Willow's the Wisp
Rincigi Linne

per tutte le info: http://www.casperiafestival.it/

Un abbraccio ai fratelli sabini, Francesco.

Maglianese compra auto di grossa cilindrata con assegni rubati

Da "Tusciaweb.it"

Acquista auto di grossa cilindrata e le paga con assegni rubati.
L’uomo tre anni fa si era recato in una concessionaria Bmw nel viterbese per acquistare l’auto dei suoi sogni, pagandola con due assegni. Ma la luna di miele con la sua nuova vettura dura appena tre settimane. Poi, stanco di guidarla, va in un’altra concessionaria e la cambia con una di cilindrata più grande. Staccando altri due assegni da ventimila euro. Tutti felici, fin quando in banca non salta fuori che gli effetti utilizzati per la prima vettura sono risultati rubati, mentre uno dei due staccati per il secondo mezzo era scoperto. Scatta la denuncia e ieri in tribunale il processo a carico dell’uomo di Magliano Sabina, che dovrà rispondere non solo del reato di truffa, ma anche di ricettazione, visto che due degli assegni erano rubati. Prossima udienza a ottobre.

martedì 1 luglio 2008

Il nostro scopo!!

Dallo statuto della nostra associazione:

"L'associazione non ha scopo di lucro ed è apartitica. Essa ha per obiettivo la divulgazione della cultura e delle tradizioni maglianesi in tutte le sue forme; l’elaborazione di un proprio punto di vista riguardo tutto ciò che ruota intorno alla politica maglianese. Agisce attraverso propri portali internet di informazione e discussione; agisce attivamente nella comunità maglianese con i propri membri, attraverso l’organizzazione di varie iniziative [...]"

Magliano Sabina: Notte Bianca 2008

Stiamo cercando informazioni sulla terza edizione della notte bianca che si svolgerà sabato 12 Luglio a Magliano Sabina.
Se qualcuno ha notizie circa gli artisti che si esibiranno ed il programma della manifestazione le posti nei commenti o le invii tramite posta elettronica.
Per adesso ribadiamo l'appuntamento con la BONUS TRACK del moustache team (unico evento di cui abbiamo certezza e notizia) presso i giradini comunali, e riguardo il quale trovate informazioni nel box laterale
Related Posts with Thumbnails